MANIFESTAZIONE DEL 12 OTTOBRE 2019 – L’appello

Condividi:

Clicca per firmare l’Appello

NB: le adesioni arrivano copiose, la lista (che verrà aggiornata ogni 24 h), la trovate QUI

ROMASABATO 12 OTTOBRE 2019 – ORE 14:00 PIAZZA DELLA REPUBBLICA – MANIFESTAZIONE NAZIONALE

LIBERIAMO L’ITALIA

Usciamo dalla gabbia della UE! Riprendiamoci la sovranità monetaria! Riconquistiamo la democrazia! Applichiamo la Costituzione del 1948! Lavoro e dignità per tutti!

Alla manifestazione non saranno ammessi simboli di partito, ma solo il tricolore della Repubblica

L’Italia è a una svolta. O le pretese europee verranno respinte una volta per tutte, o il declino del Paese sarà inarrestabile.

Povertà, disoccupazione e precariato possono e devono finire, ma le regole europee ci impediscono di farlo. Esse, mentre garantiscono ogni diritto alla finanza privata e speculativa, impediscono agli Stati la possibilità di perseguire il bene comune.

Al popolo italiano si vuol negare ogni diritto, perfino quello di uscire dalla crisi. Per la UE l’unica politica consentita resta quella dei sacrifici, mentre la stessa Costituzione del 1948 viene calpestata dai moderni carri armati giuridici e finanziari euro-tedeschi.

E’ ora di uscire da questa gabbia. L’Italia ha le risorse ed i mezzi per venire fuori dalla situazione in cui è stata cacciata, quasi trent’anni fa, da una classe politica irresponsabile e corrotta. 

L’Italia può e deve farcela. Le idee e le proposte per venire fuori dalla crisi ci sono. E’ ora di unire tutte le forze disponibili per un grande disegno di rinascita. E’ ora di battere la paura diffusa dalle èlite dominanti (ad esempio quella dello spread) affinché nulla cambi.

La liberazione è possibile, ma bisogna crederci.

Essa diventerà realtà solo con la mobilitazione popolare.

Invitiamo tutti coloro che si riconoscono nei valori del patriottismo democratico e costituzionale a partecipare alla manifestazione del 12 ottobre. Una manifestazione aperta ed inclusiva, per dire intanto due cose: lottare è necessario, vincere è possibile!

Liberiamo l’Italia!

Promuovono:

GUIDO GROSSI (Sovranità Popolare) Roma

DANIELA DI MARCO (piccolo imprenditore) Foligno

ELEONORA GHINELLI (counselor) Cesenatico

MAURO SCARDOVELLI (giurista) Camogli

LEONARDO SINIGAGLIA (studente) Genova

MORENO PASQUINELLI (blog sollevazione) Perugia

ALESSANDRO LEONI (pensionato) Firenze

LUCA MASSIMO CLIMATI (pres. Ass. Cerveteri Libera) Cerveteri

DIEGO FUSARO (filosofo) Torino

ILARIA BIFARINI (scrittrice) Roma

TIZIANA ALTERIO (giornalista) Roma

MARCO GUZZI (filosofo e poeta) Roma

PIETRO RATTO (scrittore saggista filosofo) Piemonte

FRANCESCO AMODEO (scrittore) Napoli

LEONARDO MAZZEI (Programma 101) Lucca

MAURIZIO BLONDET (giornalista) Corsico

NINO GALLONI (economista) Roma

FILIPPO ABBATE (MMT) Siena

FRANCESCO TOSCANO (il moralista) Gioia Tauro

EVA PAU (lavoratrice Alitalia) Roma

MARIO VOLPI (MMT) Assisi

STEFANO SYLOS LABINI (ricercatore) Roma

FABIO MASSIMO FRATI (sindacalista di base Alitalia) Roma

VADIM BOTTONI (Ass. Keynes ora!) Roma

PIER PAOLO DAL MONTE (chirurgo e scrittore) Bologna

MARIANO FERRO (Movimento dei Forconi) Avola

EMILIANO GIOIA (SiAmo) Roma

ROSSANA BECARELLI (medico) Torino

COSIMO MASSARO (scrittore) Manduria

CARLO BOTTA (consulente e formazione marketing) Grosseto

ALESSIO BENEDETTI (ingegnere) Cerveteri

STEFANO BECCIOLINI (United Bloggers) Roma

CONCETTA MORELLI (attivista ambientalista) Cerveteri

ANSELMO CIOFFI (impiegato comunale) Zagarolo, Roma

LORENZO CIOFFI (studente) Zagarolo, Roma

CRISTINA GIUGNI (impiegata) Zagarolo, Roma

DAMIANO PONTONI (agricoltore) Cerveteri

GIOVANNI DANDOLETTO BRANDOLINI (imprenditore edile) Cerveteri

ROBERTO ANTONELLI (artigiano fabbro) Cerveteri

ALESSANDRO AMENDOLA (insegnante) Roma

PIO DE ANGELIS (medico veterinario) Cerveteri

FRANCO BOTTONI (editoria) Roma

CARMELO SANTONOCITO (insegnante precario) Reggio Calabria

ALBERTO DEL BUONO (pensionato) Vasto – Ch

MASSIMO PONTONI  (esercente) Cerveteri

CLAUDIO CIRINEI (sindacalista GILDA scuola) Roma

MARCELLO RICCI (pensionato) Ariccia, Roma

GIORGIO ANTONANGELI (impiegato) Roma

LORENZO PROIETTI (studente) Zagarolo

AUGUSTO TERENZI (funzionario INPS) S. Angelo Romano

ALBERTO PALETTI (pensionato) Cerveteri

ANDREA PALETTI (operaio edile) Cerveteri

VALENTINO PALETTI (operaio meccanico) Settebagni, Roma

RUTILIA CUTURELLI (pensionata) Cerveteri

MARIA STELLA REITANO (insegnante) Catania

ANTONELLA IZZO (impiegata) Roma

FRANCESCO GIUSEPPE BARUCCI (biologo) Taranto

CLAUDIO TREMENTINI (impiegato INPS) Roma

RICCARDO PELLICCIONI (agricoltore) Santa Marinella, Roma

ROBERTO SCORZONI (Ass. Amicizia bolivariana) Roma

NICOLA TROSINO (impiegato) Roma

IMBROGNO ANGELO (insegnante) Roma

NICOLA JANSITO (operaio Ferrari Maranello) Valsamoggia, Bologna

GIUSEPPE PEZZANO (lavoratore) Lanuvio, Roma

ANDREA GIUGGIOLI (sindacalista) Roma

CARLO GROSSI (consulente aziendale) Roma

FRANCESCO DI MUZIO (spedizioniere) Roma

LUIGI PLOS (scrittore) Roma

MAURIZIO ANGELICI (disoccupato) Ardea, Roma

LEONARDO MARCHETTI (operaio) Roma

GIULIANA DE ANGELIS (guida turistica) Roma

ROMANA RONDONI (ag. finanziario) Roma

ALESSANDRO D’URSO (disoccupato) Roma

JOSE GODOY ROMERO (operaio) Roma

FREDDY ROMERO GUTIERREZ (operaio) Roma

SALOMON GODOY ROMERO (operaio) Roma

SILVANA PORZIO (funzionario) Roma

ARMANDO MATTIOLI (medico) Foligno

MARCO NOVELLI (impiegato) Foligno

FRANZ ALTOMARE  Cosenza

PAOLO BORGOGNONE (storico e saggista, tutor IASSP) Asti

FRANCESCO NERI  Zagarolo

GABRIELE GHIDELLI (orizzonte48) Milano

FRANSECA SALVADOR (imprenditore) Vittorio Veneto

ROSARIA IMPENNA (insegnante) Roma

BARBARA PAVAROTTI Roma

GIACOMO ZUCCARINI (fisico) Perugia

MARIA MICAELA BARTOLUCCI (insegnante) Terni

FRANCESCA LETO (insegnante) Perugia

ENRICO SODACCI (programmatore) Perugia

MAURO PASQUINELLI (piccolo imprenditore) Foligno

GERARDO LISCO (impiegato) Potenza

NORBERTO FRAGIACOMO (segretario comunale) Trieste

ANTONIO CASTRONOVI (ex-dirigente CGIL) Roma

ANTONELLO CRESTI (saggista) Firenze

GIANCARLO D’ANDREA (imprenditore) Roma

EDO PISTOLESI (sound designer) Firenze

ROBERTO DI GIOVANNI (pensionato) Ladispoli

LAURA CENCI (lavoratrice Alitalia) Roma

ATTILIO VANNINI (Direttore agenzia turistica) Cerveteri

100

NINO MASELLI (pensionato) Roma

OMAR MINNITI (impiegato) Reggio Calabria

DANILO CAPUZI (libero professionista) Roma

PINO CONVERTINI (artigiano) Bari

ARMANDO PUCCIO (attore) Roma

SAURO TODARO (autista) Roma

OSCAR PENNETTA (pensionato) Roma

VALERIO COLOMBO (Partito Umanista) Bergamo

ORESTE MARTINI (pensionato) Magione

NICOLAS DESARZENS (studente) Terni

MATHIEU DESARZENS (studente) Terni

VERONICA DURANTI (studente) Orvieto

MASSIMILIANO VENEZIANI (trasporti pubblici) Genova

MARCO MARSINI (geometra) Genova

SIMONE LOMBARDINI (dottorando in economia) Genova

RICHARD NIETO (lavoratore) Genova

ALESSIO SORDINI (2d artist) Genova

FILIPPO DELLE PIANE (studente) Genova

ALESSIA CORONA (studente) Genova

LODOVICO CAPASSO (gestore B&B) Roma

GUGLIELMO MANTICA (dipendente statale) Roma

NICHOLAS BARLETTA (infermiere) Roma

LEONARDO GRAZIAN (edicolante) Roma

EROS ROSSI (studente) Fermo

ALBERTO MELOTTO (insegnante) Torino

CLAUDIO BARCA (studente) Legra

ANDREA BONAVERI (operaio) San Remo

MARCELLO TETI (medico) Perugia

ANDREA BRUNO (ex esercente) Caltanissetta

STELLA PETRUCCI (avvocato)

PIETRO BORGIA (imprenditore) Camogli

LEONARDO GRINGERI (studente) Roma

ANDREA SACCHETTI (impiegato) Camogli

DONATELLA LACCARINO (casalinga) Camogli

ASJA PICCHIARELLI (studente) Camogli

MARIA GRAZIA DA COSTA (pensionata) Lucca

MATTEO INNOCENTI (operaio) Empoli

DANIELE SODDU (sindacalista sanità Fials) Viareggio

CESARE ALLARA (pensionato) Torino

GIANNA POLI (impiegata) Lucca

MASSIMILIANO DEL CARLO (artigiano) Firenze

VITTORIO PAIOTTA (insegnante) Pisa

PATRIZIA MAZZEI (pensionata) Lucca

INO CECCHINELLI (artigiano) La Spezia

FLORIANA BALDUCCI (pensionata) Lucca

LUCA DINELLI (sindacalista sanità Fials) Viareggio

SABINO MAURELLI (pensionato) Livorno

ALDO ZANCHETTA (pensionato) Lucca

NUNZIA MILITE (pensionata) Lucca

VINCENZO CARLUCCI (tecnico) Pisa

PATRIZIO MARCHI (pensionato) Lucca

ANNA PAOLA AZZI (pensionata) Lucca

LUCIANO NARDINI (imprenditore) Firenze

MAURO MORETTI (pensionato) Lucca

ANNA BIANCALANI (pensionata) Pistoia

GRAZIANO BIANCHI (pensionato) Lucca

NELVIO CATANIA (docente) Pistoia

NICOLA ROSSI (commercialista) Finale Ligure

PAOLO GENTA (docente) Alba

PATRIZIA SCANU (docente) Alba

PIERLUIGI PAOLETTI (libero professionista) Roma

ANNA GENESIA REGAZZINI (impiegata) Roma

SABRINA CAPURSO (medico) Trevignano

VALDO IMMOVILI (scrittore) Reggio Emilia

VINCENZO CUCINOTTA (pensionato) Santa Venerina

ANNA ROSSI (docente a contratto) Cesena

GIOVANNA BONFILI (pensionata) Fiuminata

GIORGIO SANTORIELLO (docente) Bolzano

CASIMIRO FUMAGALLI (libero professionista) Milano

RENATO MASSA (pensionato) Marliana

PIETRO RASULO (pensionato) Policoro

ENRICO CAVAGLIÀ (commerciante) Roma

ALESSANDRA BALDUCCI (farmacista) Oriolo Romano

ALESSANDRO CIARELLA (artigiano) Roma

ANTONIO MONOPOLI (medico) Taranto

CARMELO CARBONE (medico) Oriolo Romano

CARMELO MORABITO (libero professionista) Marino

CLAUDIA DE LAURENTIS (imprenditrice) Marino

CLAUDIO GHIRINGHELLI (imprenditore) Svizzera

DANIELE PASSERI (architetto) Roma

DAVIDE GIONCO (ingegnere) Svizzera

ETTORE BONALBERTI (pensionato) Venezia

FRANCESCO VERONESE (libero professionista) Trieste

GABRIELE GARAVINI (insegnante) Forlì

GILBERTO DI BENEDETTO (psicologo) Roma

GIOVANNI LUCA MARCO ZAPPA (imprenditore agricolo) Borgo Casignano

LAURA SCALABRINI (pensionata) Latina

MAURIZIO LEONARDI (impiegato) Terni

LETIZIA MANCINI (psicologa) Fiumicino

LIDIA BEDUSCHI (libera professionista) Mantova

LORENZO APPETITO (terapeuta) Roma

LUCIANO SANNA (imprenditore agricolo) Oristano

MARCO ROSSI (giornalista) Roma

MARCO UBALDINI (promotore) Roma

MAURIZIO TORTI (giornalista) Milano

MAURIZIO SBRANA (pensionato) Lucca

MAURO GRIMOLIZZI (imprenditore) Monfalcone

MEMMO BUTTINELLI (docente) Roma

MICHELE CITARELLA (ex funzionario dello Sato pensionato) Albano Laziale

200

CIRELLI FRANCESCO (ingegnere) Roma

ANTONIO FALCONE (Libero professionista) Siena

NB: le adesioni arrivano copiose, la lista (che verrà aggiornata ogni 24 h), la trovate QUI

About the author

Comments

  1. Salve a tutti…. chiunque vada… perché nonostante tutti gli sforzi non sono riuscito a trovare alcun mezzo conveniente e pratico per potermi unire a voi (a mio parere, vista l’urgenza del periodo e l’importanza della manifestazione…dimostrata anche dall’ampia censura dei media e dall’immenso sciopero che bloccherà Roma per tre giorni…sarebbe stata da organizzare meglio…almeno con più pulman in Veneto) …in ogni caso, ricordatevi che noi da 🏠 confidiamo in voi!!! Costituzione alla ✋…puro tricolore e grande dimostrazione di civiltà e determinazione e pacatezza! Infiltreranno facinorosi come sempre… Riverseranno tonnellate di immondizia in ogni dove e provocheranno le energie…. Ma è una grande partenza per qualcosa di tanto atteso e determinante per il futuro di tutti noi… NON PERMETTIAMOGLI DI SCIUPARCELO!
    Fateci una cortesia, dal momento che censureranno tutto…fotografate…riprendete …postate e fatevi carico delle nostre, più accese che mai, SPERANZE…siete fortunati ad esserci!!! BUONA FORTUNA

  2. Mi date per favore indicazioni sull’orario e il percorso della manifestazione? Grazie, così divulgo ad amici che sono fuori Roma per organizzarsi Grazie

  3. Qualche istante fa guardando Rai 2 scopro che un’imprenditore balneare di trieste è salito su di una torre alta 70 metri per protestare contro una società che in pratica lo ha ridotto sul lastrico. Sono 116 giorni che non scende da questa struttura in disuso. Direttiva Bolkestein EU, Banche che non prestano a chi produce anzi provocano fallimenti per poi confiscare , stato Italiano consenziente Magistratura e Amministrazioni Locali , italiani indifferenti aiutati da Giornali e Tv che si guardano bene dall’informare. Ebbene io vorrei un partito che si unisca e si attivi fisicamente per questo imprenditore. Io ci sono

  4. Quello che viviamo oggi come società Italiana può essere spiegato in modo molto semplice. il Benessere ha portato all’individualismo, quando i sindacalisti nelle fabbriche dividevano, si piegavano e molti intascavano, quando gli operai facevano finta di credere e molti ci hanno creduto che c’era la crisi e invece che unirsi hanno ragionato “è toccato a lui e non a me”. Gli sfruttatori hanno trovato le porte aperte.

  5. Questa manifestazione avrà senso solo se darà vita ad una unitaria e compatta formazione (partito) politica, “autenticamente sovranista”, in grado di competere alle prossime elezioni che, prima o poi, si terranno……spero presto. A casa….rossi, gialli, verdi, fucsia, neri, grigi. L’unico simbolo ne sia il nostro tricolore, ….monetariamente, amministrativamente, economicamente, territorialmente, legislativamente, giurisdizionalmente, culturalmente e storicamente ……INDISCUTIBILI.
    C***o, …..torniamo a bordo!!!!!!

  6. “Liberiamo l’Italia”.
    Un fiore che spunta nell’asfalto Europeo ?
    Speriamo 💪 ….e vedremo.🙄

  7. Lo so che non faccio il mio interesse egoistico, aderendo a questo appello: sono pensionato e come tale incatenato a un reddito fisso mentre l’uscita dall’euro porterebbe a una inflazione più alta di quella fornita da mamma Europa. Ma troppo grande è lo scandalo da cui mi sento oltraggiato, dopo una vita di lavoro (e contrasti), nel vedere capovolti tutti gli ideali di libertà e progresso per cui ci siamo battuti fino a qualche lustro fa.
    L’Europa unita ci era stata presentata (magari un po’ confusamente ) come un sogno, e come tale l’abbiamo accolta sognata e sperata. Era bello sentirsi Europei uniti e solidali. Ma se è vero che islamizzazione, africanizzazione, disoccupazione, tassazione selvaggia, crisi economica perpetua sono le strade maestre per diventare europei, io mi chiedo “A che pro introdurre questi cambiamenti, distruggendo un mondo che già esisteva e non aveva problemi per continuare a esistere?”.
    Italexit, non abbiamo paura!

    1. Sig. Flavio, anch’io sono pensionato ed ho aderito con grande spinta a questo appello. Lei, così come me, firmando l’appello non sta andando contro i suoi “egoistici interessi” in quanto uscendo dall’€ l’italia potrebbe finalmente uscire dalla crisi e tornare ad essere il paese che abbiamo conosciuto negli anni 60-70-80. Se Lei vive in Italia, non si deve minimamente preoccupare della eventuale caduta del cambio. La maggiore inflazione potrebbe intanto essere corretta da incrementi della pensione stessa, ma anche se essa non venisse adeguata deve considerare che permanendo nell’€ non è affatto scontato che le elite europee, sempre affamate, non costringano i loro “zerbini italiani” a ridurre progressivamente la spesa pensionistica, come è stato fatto in Grecia (17 riforme delle pensioni in 4 anni), brandendo la clava del debito pubblico. Quindi avanti senza paura!

  8. Nessun giornale dedicherà una sola riga a questa manifestazione, come nessuna tv un solo secondo.
    Fa niente!!!!…avanti determinati ed a testa bassa, costi quel che costa, purché si evitino -strada facendo- inversioni ad U, tipo quelle sul famoso #FuoriDallEuro…..per il quale mi sono battuto strenuamente e per 2 anni, da attivista convinto, sprecando fatica, salute, tempo e denari….che, pur senza rinnegare, amaramente rimpiango.
    Altrimenti…..meglio nemmeno iniziare.

  9. Una squadra -tecnicamente, culturalmente e convintamente preparata- per dare vita ad una compatta formazione politica sovranista, già ci sarebbe. In ordine alfabetico e scusandomi per le omissioni: Amodeo, Bagnai, Barra-Caracciolo, Borghi, Fassina, Fracassi, Fusaro, Grassi, Malvezzi, Messora, Micalizzi, Mori, Ratto, Rinaldi, Rizzo, Scardovelli, …. Se ci siete e ci state, un sempre crescente “popolo” Vi sosterrà con forza, lealtà e mezzi.

  10. Se il denominatore è davvero “comune”, che senso hanno 3 manifestazioni distinte (5 ottobre PCI, 12 ottobre Liberiamo l’Italia, 19 ottobre Lega)???
    Uniamo tutte le forze autenticamente sovraniste, senza simboli né bandiere, in un’unico afflato che, numericamente, dimostri che non si sta più scherzando con schermaglie sfilacciate.
    Rizzo, Salvini…..non sprecate questa opportunità, piu unica che rara.

  11. Aggiungo, ai nomi fatti nel mio precedente post e sempre in ordine alfabetico: Barra-Caracciolo, Fracassi, Micalizzi, Ratto, Rinaldi.

    1. Fabrizio , la lega non è una forza sovranista , il PC dovrebbe aderire a questa nuova iniziativa, da solo , purtroppo non risolverà niente.

  12. BUONGIORNO A TUTTI,
    LE MIE BATTAGLIE DA MOLTI ANNI SONO:
    SI SOVRANITA’ MONETARIA,
    SI ART. 11 COSTITUZIONE
    NO NATO,
    NO COMPLICI DEI CRIMINALI USA.
    SI STATO LIBERO DI PALESTINA.

    IL 12 OTTOBRE SARO’ A ROMA, DETERMINATI!

  13. Ci sarò. È l’unica speranza che ci è rimasta. Uniti per liberare l’Italia da chi ci sta trasformando in una colonia da depredare di tutto.

  14. Fare insieme nel rispetto della diversità di ognuno per raggiungere un obiettivo specifico, la strategia per un grande consenso, anche in politica attiva.
    Smettiamola di dividerci sulle differenze e appartenenze, la sovranità popolare per una nuova Europa dei popoli uscendo da quella della cricca dei banchieri sia l’obiettivo comune.
    Regole di mercato per uno sviluppo equilibrato e una economia di pace sia la via maestra.
    Basta delegare a politici che a loro volta delegano ai tecnici, cioè ai banchieri.
    Diventiamo adulti prendendo in mano la nostra vita, difficile fare peggio, vista la malafede di chi oggi fa e decide.

  15. Dobbiamo avere il coraggio di ritrovare la nostra identità nazionale per contribuire al ritrovamento dell’identità globale. Forza! Se perdessimo questa opportunita’ saremo condannati a vivere di poverta’ economica ed interiore e di rimpianti. Ma senza avere giustificazioni.

  16. Buongiorno, mi chiamo Alessandro Montanari e sono emigrato in Germania nel ottobre 2014. Se in Italia fosse attuato il cammino verso l’italexit io tornerei il giorno dopo!!!!! Ecco perché sarò a Roma il 12 ottobre. Vorrei che il mio nome fosse incluso nella lista dei sostenitori perché da adesso mi darò da fare per portare a conoscenza di questo evento al maggiore numero di persone. LIBERIAMO L’ITALIA!!!!!

  17. Ottima idea un contenitore globale che accoglie tutti con l’unico fine di far capire agli italiani come funziona ora l’economia e che occorre senza se sè e senza mà uscire dall’U.E. ITALEXIT, intanto come ho fatto la volta scorsa per il Franco CFA che ho portato appunto l’esempio il 12 porterò gli esempi di minibot.

  18. E’ un’idea che ho da sempre. Quindi è come sfondare una porta aperta.
    Un punto, secondo il mio modesto punto di vista, la Costituzione del 1948, va modificata senza ombra di dubbio.

  19. Ogni mattina che mi sveglio penso che vorrei scappare da questo indegno bel paese, ma poi con più lucidità penso che se ci fosse un bel gruppo attivo per riprenderci questo bel paese io ne sarei fiera di farne parte, ATTIVIAMOCI! Ora e luogo per favore. Sottoscrivo naturalmente. Tiziana Petrelli

    1. Nessuno ci ha mai chiesto di entrare in Europa,ed ora come allora ne voglio uscire.una cosa xò la voglio dire,cerchiamo di crescere come popolo,facciamoci un esame di coscienza

  20. Spero vivamente, da fervido Italiano, che i miei compatrioti, il 12 ottobre vogliano venire a Roma numerosi. Non possiamo fare finta di niente o pensare tanto non serve a niente. Ci stiamo giocando il nostro futuro, ma soprattutto il futuro dei nostri figli, correte numerosi se amate il Vostro paese. Un sincero abbraccio a tutti gli Italiani.

  21. Grazie e Dino Caliman e Domenico Antonio Greco per il loro interesse. Agli stessi segnaliamo che per poter firmare l’Appello, è necessario indicare Nome, Cognome, Professione e Città. Lo si può fare scrivendo una mail a: aderisco@liberiamolitalia.org
    oppure compilando il format online che si trova nella sezione del sito “Firma l’Appello” (in alto a destra). Grazie!

          1. Bravo Italiani…finalmente avete capito cosa fare…tutta Europa ..la gente come voi sara unita a 12.ottobre…la Polonia a vostro fianco…voi siete adesso un esempio per altri paesi di Europa..Di Salvini hanno paura ..Bravo Italiani vi vogliamo bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *