Solidarietà con Fassina e i lavoratori di Roma Metropolitane

Condividi:

Quanto successo a Roma Metropolitane è una vergogna, in uno stato (sedicente) democratico. Vergognoso sotto due profili.

Primo profilo: la vita di nessuno può essere alla mercé dei capricci del capitalista di turno.

Il lavoro dignitoso, equamente retribuito e soprattutto stabile, è un diritto, non un favore.

Le lettere di licenziamento non sono pezzi di carta, non sono semplici documenti perché hanno il potere di distruggere la vita di singoli e famiglie.

Secondo profilo: le forze dell’ordine dovrebbero essere un’istituzione posta a difesa della legge e ancora prima della Costituzione.

Come mai allora calpestano, e non solo in senso figurato, coloro che nei fatti difendono la Costituzione e che essi stessi dovrebbero tutelare?

Nell’esprimere la più sentita solidarietà verso i lavoratori di Roma Metropolitane e verso l’onorevole Stefano Fassina, sottolineiamo che essendo quest’ultimo un parlamentare della Repubblica, il gesto delle forze dell’ordine è stato un’offesa a tutto il Popolo Italiano e alle istituzioni.

Aggressione  tanto più vergognosa perché avvenuta sotto un governo definito di centro sinistra, per di più votato dall’onorevole Fassina e il suo Leu.

Anche alla luce dell’accaduto vi invitiamo a partecipare il 12 ottobre alla manifestazione Liberiamo l’Italia, perché ciò che è successo a Roma è conseguenza diretta di tutto ciò che i manifesti del 12 ottobre condannano!

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *