INTELLETTUALI E FRONTE CULTURALE

Sabato 26 ottobre, a Firenze, si è riunito il Coordinamento nazionale di Liberiamo l’ItaliaDopo articolata discussione, è stata approvata all’unanimità la risoluzione (vedi più sotto) che sottolinea la centralità della battaglia culturale e teorica nella prospettiva della liberazione nazionale e sociale.

Il successo della manifestazione del 12 ottobre, tra gli altri fattori, è stato possibile anche grazie al sostegno fattivo di alcuni intellettuali che si sono distinti negli ultimi anni per il loro impegno nel produrre analisi, idee e proposte in vista della liberazione nazionale e sociale del popolo lavoratore.

La battaglia culturale e ideale è per LIBERIAMO L’ITALIA prioritaria.

In questa prospettiva il Movimento deve diventare laboratorio di idee, esso può e deve: contribuire alla formazione culturale e politica dei propri aderenti; incoraggiare e sostenere ogni eventuale iniziativa culturale a condizione che essa si muova in accordo con i 5 punti della manifestazione del 12 ottobre e contro ogni separatezza con il popolo.

Condividi: