SARDINE IN SCATOLA DI SISTEMA di Umberto Spurio

Come fai a capire se un movimento di massa ė contro il sistema oppure no?

Anzi, scusate! Come fai a capire cosa significa essere contro il sistema oppure no?

Essere contro il sistema significa opporsi a tutto ciò che rende impossibile la vita e offende le classi popolari.

I tagli alla sanità, alla previdenza, alle scuole colpiscono solo le classi popolari: i ricchi si curano con i soldi, vanno nelle migliori università e non hanno bisogno di pensione sociale. La privatizzazione dei servizi pubblici colpisce i poveri che devono pagare per avere cose essenziali per vivere; i ricchi traggono vantaggio dalle privatizzazioni perchè le aziende che forniscono i servizi sono roba loro, come succede per le autostrade che fanno ingrassare i Benetton.

Le delocalizzazioni delle fabbriche colpiscono lavoratrici e lavoratori diretti e dell’indotto, con perdita del lavoro, della serenità, della possibilità di progettare non dico il futuro ma nemmeno il presente; i ricchi finanziatori speculano ottenendo persino aiuti dal governo.

Cosa hanno dichiarato le sardine fino ad oggi su queste cose? Hanno riempito le piazze per opporsi alle operazioni militari della NATO di cui l’Italia è parte attivissima?

Noi facciamo la guerra sistematica e vendiamo armi sofisticate che uccidono civili inermi incluso bambini, altro che le boiate di Salvini che per le sardine sarebbe il fascismo che avanza. E pur di contrastarlo, se ne stanno candide e radical chic a tacere sulla violenza del sistema europeo che ha massacrato la Grecia provocando morti per mancanza di cure, salutano con gioia all’Europa che pensano sia quella di Erasmus mentre è quella dei trattati che ci hanno tolto sovranità popolare e autorizzano le multinazionali a fare quello che vogliono.

Infastidite dal popolo delle periferie degradate, chiuse nelle ZTL radical chic crescono le nuove leve per il ricambio della classe dirigente del PD. Con la benedizione di Monti, Prodi, Fornero, dei vescovi, di Landini, dei dirigenti della RAI, del Papa, dei direttori dei giornali e dei media del pensiero unico dominante.

Cosa ci fa in mezzo a questa gente col pescetto in mano chi ha tutto da perdere in questo sistema?

Condividi: