I vostri messaggi

Condividi:

E. G. – Treviso, 20/08 «L’idea che abbiamo di società viene dopo la possibilità di attuarla. Non c’è politica senza libertà, non c’è libertà senza sovranità, non c’è sovranità senza moneta propria. SOVRANISTI (VERI…) DI TUTTI ITALIA, INITEVI! W L’ITALIA LIBERA E INDIPENDENTE !»

I. P. – Rimini, 20/08 «Per una economia keynesiana, contro l’ordoliberismo, contro il globalismo del turbocapitalismo, per un’Italia sovrana che aiuti e protegga i cittadini italiani prima di tutti e il proprio territorio/ambiente, per seguire il senso originale della nostra Costituzione repubblicana, amica dei popoli e loro nazioni ma in condizioni di parità, senza vincoli inscindibili, populista nel senso di privilegiare il popolo e non le caste o le famiglie di banchieri, finanzieri speculativi o “amiche dei soliti”.»

V. Z. – Arco, 20/08 «Penso sia ora di un taglio netto a quello che è stata la politica italiana degli ultimi 25 anni.
L’unica maniera per riprenderci la sovranità popolare è attraverso una protesta, forte e coesa che parta dal basso»

M. M. – Torino, 19/08 «Con grande entusiasmo parteciperò alla manifestazione»

R. A. – Roma, 19/08 «Siamo stanchi di essere sudditi dell’Europa (Germania). È ora di ritornare ad appropriarsi della nostra nazione per renderla di nuovo grande. Viva l’Italia, viva la lira!»

A. C. – Termoli, 19/08 «Urge la creazione di un movimento politico che si batta per la proprietà popolare della moneta, la nazionalizzazione degli asset strategici del Paese in ossequio all’art. 43 della Costituzione, una riforma del mercato del lavoro con la riduzione dell’orario di lavoro per tutti e l’introduzione di salari minimi e medi per ogni categoria professionale. Una economia non più basata sul profitto, ma sul rispetto dell’ambiente e dei diritti sociali. Abolizione del pareggio di bilancio in Costituzione e ripudio dei trattati che avallano politiche di austerità e limitano l’intervento statale dell’economia. Un contenitore politico Keynesiano, di stampo socialista.
Bisogna iniziare a creare contatti sui territori e stipulare un programma politico»

M. S. – Varese, 19/08 «Basta austerità per un futuro migliore!»

D. L. – Gavorrano, 19/08 «Uniamoci»

P. P. – Taranto, 19/08 «Sono estremamente felice per questo evento e voglio poterci partecipare, perchè ritengo che oggi, i diritti e le libertà fondamentali stiano venendo meno, a cominciare dall’economia, fino al diritto all’inviolabilità del proprio corpo, messo sotto i piedi dalla legge 119 sulle vaccinazioni mutliple obbligatorie di massa, vigente dal Luglio 2017. Con questo evento, spero di poter costituire comunità resistente alle politiche economiche e sanitarie globaliste, che sempre più mettono in pericolo lo stato sociale e la democrazia. Sono convinto che servano giornate come questa per costiuire spirito comunitario e spingere i singoli ad informare sempre più persone»

G. L. – Bologna, 19/08 «Perché aderisco?? Ho lavorato 20 anni in una azienda storica operante nel settore del lusso, fiore all’occhiello di Bologna. L’azienda ha chiuso definitivamente nel 2016 dopo essere stata sfruttata in qualsiasi modo, da multinazionali francesi prima, cinesi poi. Nessuno e dico nessuno, si è materialmente occupato di noi divenuti precari a 40 anni. Non credo più a nessun gruppo politico!!! Ma non smetto nel mio piccolo di lottare contro queste ingiustizie»

G. O. – Potenza, 19/08 «L’attuale Ue è un sistema sostanzialmente autocratico, che limitando la sovranità monetaria, blocca letalmente la possibilità democratica di riuscire ad agire politicamente verso obiettivi di democrazia sostanziale»

F. B. – Bergamo, 19/08 «Salviamo l’Italia. Viva l’ Italia, Viva l’ Italia, Viva l’ Italia»

S. D. – Chieti, 19/08 «Credo si tratti di un evento di inestimabile importanza. Ogni libero cittadino che veda nell’informazione senza censure né filtri e, soprattutto, scevra di qualsivoglia ideologia un’occasione per conoscere, comprendere e liberarsi di una visione distorta e miope delle dinamiche socio-politiche che riguardano il nostro Paese e l’UE da almeno cinquant’anni a questa parte, dovrebbe parteciparvi e far partecipare»

L. C. – Reggio Emilia, 19/08 «la speranza per un nuovo rinascimento italiano non verrà mai meno!»

G. C. – Cerro Maggiore, 18/08 «Liberare l’Italia. Mi unisco ai firmatari dell’appello per liberare l’Italia per ridare dignità a ogni cittadino e riottenere diritti usurpati»

E. M. – San Giuliano Terme, 18/08 «Liberiamo l’Italia. Non possiamo più accettare, supinamente, ciò che arriva dall’alto. Basta, dobbiamo liberare la nostra Italia»

G. T. – Vicenza, 18/08 «Bisogna esserci in centinaia di migliaia a far sentire la voce chiara e forte. Questa manifestazione cade a pennello e se ne sentiva il bisogno per il popolo ribelle che ama e desidera un’ Italia libera da catene, dalla Ue e indipendente, protagonista del proprio destino»

G. M-H – Cambridge, 18/08 «L’Italia deve uscire dalla UE. Non c’è più tempo. Questa UE sta distruggendo i paesi del Sud Europa. Bisogna uscire subito e organizzare una grande cooperazione tra Italia, Grecia, Spagna Portogallo e, forse, Francia affinchè l’Europa rinasca e si riappropri della sua millenaria cultura contribuendo a migliorare il mondo»

S. A. – Napoli, 18/08 «Liberare l’Italia con qualsiasi mezzo dall’europa dei farisei dai collaborazionisti franco-tedesci»

G. A. – Ghiffa, 18/08 «Grazie per questa iniziativa nobile, affinche si crei nuova consapevolezza del cammino di degrado sociale che il liberismo sfrenato ci sta imponendo. Per la riconquista della democrazia, delle sovranità popolare e per staccarci da questa folle unione europea di tenocrati e lobbies finanziarie. Keynes e i suoi insegnamenti, la nostra nobile costituzione ci aiuterebbero a realizzare una società migliore»

D. D. – Macerata, 18/08 «Partecipare a questo evento è un obbligo. È da molto tempo che seguo l’informazione alternativa e sono convinto che solo uscendo da questa gabbia (in cui siamo tutti caduti), riusciremo a salvarci e salvare L’Italia. Era il più bel paese del mondo, che tutti ci invidiavano e adesso solo caos! Abbiamo bisogno di riprendere i valori di un tempo!
Sarò presente!»

A. N. – Castelvetrano, 17/08 «No al neoliberismo, sì all’indipendenza. Un’Italia che sposi programmi nazionalisti e socialisti»

M. G. G. – Genova, 17/08 «Aderisco perché qualsiasi tentativo, pur con gli eventuali limiti, di porre un freno a questo sistema vessatorio é benvenuto»

G. S. – Roma, 16/08 «era ora!»

F. N. – Valle di Maddaloni, 15/08 «Aderisco per liberare l’Italia dagli oligarchi euroinomani.»

E. D. R. – Schio, 15/08 «Dobbiamo liberarci dalla gabbia dell’Unione Europea e del liberismo. Dobbiamo mandare a casa tutti quei politici a cui non interessa niente degli italiani. Ridiamo dignità a questo paese.»

G. S. – Napoli, 15/08 «Ridiamo dignità a questo paese»

P. F. – Perugia, 15/08 «Per liberare l’ Italia dai trattati di Maastricht e Lisbona, quindi dalla gabbia dell’U.E. e dall’ euro»

F. A. – Roma, 15/08 «Il gruppo di Scardovelli Guzzi Grossi e altri mi sembra l’ultima speranza del paese. Sono con voi»

D. M. – Villacidro, 15/08 «Carissimi condivido la vostra iniziativa, ritengo doveroso recuperare la sovranità nazionale e ripristinare la legalità costituzionale. Da diverso tempo sottolineo questa esigenza sui miei due blog: ilpetulante.it e primoarticolo.it»

S. P. – Roma, 15/08 «Tradito da Lega ed M5S per motivi diversi, la Lega il popolo, facendo cadere il governo ed M5S se stesso, tra le altre cose votando la Von Der Leyen. Ho realizzato che le promesse dichiarate, una volta arrivati al governo erano solo fumo negli occhi e che il governo del cambiamento avrebbe cambiato le piccole cose, ma non le cose che contano veramente per risollevare l’Italia»

S. – Roma, 15/08 «Siamo in democrazia e pretendo sia rispettata! Si vince nelle urne con i voti del popolo e non con gli INCIUCI e i giochini di palazzo tra politicanti. Voglio votare ad ottobre.»

D. E. – San Giovanni Teatino, 14/08 «Liberiamo l’Italia Per portare al livello degli altri stati europei (del nord) le nostre infrastrutture ed i servizi..»

A. S. – Roma, 14/08 «c’è bisogno di una massiccia espressione popolare»

F. P. – Roma, 14/08 «sono uno studente di scienze economiche, innamorato della libertà e con tanta voglia di poter vedere questa bellissima nazione risorgere!»

M. A. – Friedrichshafen, 14/08 «Italia libera e sovrana, esempio per gli altri paesi UE. Lasciare la malunione europea voluta dagli USA con lo scopo di favorire il capitale a scapito dei popoli, perchè solo cosi possiamo tornare a stampare moneta quando oggi siamo costretti a prenderla in prestito dai mercati finanziari!»

A. C. – La Spezia, 14/08 «Sogno un Italia sovrana, libera da catene UE»

A. A. – Corigliano Rossano, 14/08 «L’onda è già Mare, solo che ancora non lo sa (Cit. S. Brizzi)»

L. F. – Jesi, 14/08 «Hanno provato a far credere anche a me che la Costituzione andava cambiata, non ci sono cascato. La sua forse unica lacuna? Introdurre in concetto di sovranità di politica monetaria, spiegando, come vedo in altro giusto commento, che il popolo è sovrano sulla sua moneta, che la moneta gli appartiene e che non è quindi debito.. non so de dico bene…»

F. M. – Modena, 14/08 «L’aspetto da anni e spero non sia troppo tardi, anche se io sono ormai a “fine corsa”»

G. B. – Torino, 14/08 «dico solo era ora, e cercherò di essere a Roma per la manifestazione»

C. I. – Napoli, 14/08 «Liberiamo, liberiamo I da nemici interni ed esterni. Fuori dalla gabbia europea»

M. B. – Milano, 14/08 «Promuovo a gran voce la manifestazione, È ORA CHE TUTTI QUANTI, di qualsiasi fede politica essi siano, uomini o donne, settentrionali e meridionali, si sveglino dal torpore cronico in cui ci stanno lentamente e irrimediabilmente inducendo.
È MAI POSSIBILE CHE UN GOVERNO OMBRA, FATTO DI POCHI UOMINI, POSSIEDA IL 95% DELLE RICCHEZZE DEL PIANETA? E CHE CI TENGA SCHIAVI? NO… NON LO È, SE TUTTI A GRAN VOCE, INSIEME, CI TOGLIAMO LE CATENE E LOTTIAMO FINO ALLA FINE»

D. T. – Schio, 14/08 «Aderisco per unirmi al coro di coloro che hanno raggiunto la consapevolezza che questa Europa ultra liberista porterà alla rovina l’uomo e il pianeta»

S. B. – La Spezia, 14/08 «Importante testimoniare l’importanza decisiva del messaggio costituzionale. W la Costituzione, W l’Italia»

A. S. – Pisa, 13/08 «Per la Costituzione Italiana»

M. C. – Bergamo, 13/08 «Nella costituzione della Repubblica Italiana è stata condensata la saggezza delle menti migliori reduci due conflitti mondiali: facciamone tesoro riprendendoci e applicando quelle verità per il bene comune»

R. N. – Napoli, 13/08 «Finalmente l’opportunità per creare un vero movimento sovranista, dopo che chi aveva promesso il “cambiamento” si è piegato al volere dei nemici dellaNazione.
Il 12 ottobre l’Italia chiamò.
ITALIA, NAZIONE, RIVOLUZIONE»

P. C. – Montpellier, 13/08 «Purtroppo non potrò partecipare alla manifestazione. Ho preso la decisione di emigrare in Francia per potermi mantenere e creare la mia società, peccato non poterlo fare a casa mia. Non ho niente contro la Francia, ma a casa propria si sta meglio! L’Italia deve ritrovare la sua autonomia  basta autoflagellarsi, non abbiamo bisogno della badante (Francia Germania) possiamo fare da soli e meglio, come abbiamo sempre fatto prima dell’euro e di questa farsa che é la comunità Europea. Ogni volta che ritorno in Italia trovo un’atmosfera sempre più arida, la gente é depressa, triste e aggressiva. Vorrei ritrovare solidarietà, dignità, umanità, rispetto, compassione come una volta quando non avevamo paura di osare ed eravamo famosi ANCHE per il nostro ottimismo e generosità. Vi rigrazio per la vostra iniziativa apolitica e popolare»

J. D. – Bergamo, 13/08 «Aderisco per riconsegnare l’Italia alla sua Costituzione, negata dal liberismo dei Trattati UE»

E. S. – Castel San Pietro Terme, 13/08 «Italexit subito!!! Ho votato, alle ultime elezioni, per uno dei partiti che avevano promesso un referendum per l’uscita dall’euro, ora, deluso, non mi rimane che appoggiare chiunque sostenga l’Italexit»

P. L. C. – Carnago, 13/08 «Facciamo presto»

C. P. – Mantova, 13/08 «Io non potrò partecipare fisicamente, ma sarò con voi. Condivido il vostro pensiero. L’Italia è a un bivio. Uscita immediata da UE»

F. A. – Dogliani, 13/08 «Affinché la Repubblica Italiana possa effettivamente disciplinare, coordinare e controllare il credito (art. 47)»

L. A. B. – Perugia, 13/08 «Speriamo che questo sia il primo tassello per la creazione di un movimento per l’uscita dell’Italia dall’Unione Europea e dall’Euro»

M. D. – Roma, 13/08 «L’Italexit è l’unica soluzione per iniziare a riprenderci i nostri diritti, il nostro futuro e le nostre speranze.»

M. D. B. – Magnano, 13/08 «Di chi è la proprietà della moneta all’atto dell’emissione? Avete tutta la mia stima e il mio appoggio»

E. M. – Roma, 13/08 «Italexit: dignità e futuro per l’Italia»

S. G. A. – Messina, 13/08 «Quello che ieri sono stati i motivi di riuscita di un movimento scomposto e disorganizzato dentro e fuori oggi può e deve diventare il grido pacifico e civile di rivolta a tutte le innaturali e inique richieste di una classe di occulti gestori del nostro destino! Troppi i collusi evidenti che hanno svenduto il popolo italiano ed ancora “impunemente” sono ancora presenti a cercare di turlupinare ancora ed ancora il proprio popolo! Gentaglia immonda, avida e senza alcuna morale e onore! Leggeremo sui libri di scuola dei nostri pronipoti le vostre storie nel capitolo intitolato “La barbarie del fine ed inizio secolo” : Prodi-Bersani-Renzi-D’Alema-PD tutto!! Avete venduto e smerciato in cambio di poche monete la vera anima italiana quella che vi giudicherà e condannerà!»

G. D. – San Cataldo, 13/08 «usciamo da questa schifo d’europa, non ne posso più di questi politici ladroni che pensano solo x loro…»

M. Z. – Orzinuovi, 13/08 «sovranità popolare e monetaria per il bene dell’Italia»

R. D. – Gioia dei Marsi, 13/08 «Io lavoro a 4 euro l’ora, ricevendo uno stipendio di 600 euro mensili da una vita, con la complicità di tutte le organizzazioni di categoria, mentre i padroni vanno in giro con Maserati da 200.000 euro.Tutta la Marsica è in queste condizioni»

A. D. S. – Gioia dei Marsi, 13/08 «Non ne posso più di questi partiti sciacalli.
Liberiamo L’Italia….»

T. M. – Sansepolcro, 13/08 «Voglio un paese libero democratico sovrano dove ci sia rispetto lavoro dignità e cooperazione.. Basta con lo sfruttamento del neoliberismo.. E voglio libertà di scelta vaccinale… In un sistema dove la sanità sia gratuita e pubblica. Voglio una scuola pubblica.. Senza imposizioni sull’identità di genere!.. Ma che serva a ritrovare l’identità personale con la consapevolezza della propria opinione!!!»

A. C. – Campi Bisenzio, 13/08 «L’Italia deve uscire dall’EURO. Basta! Riprendiamocci la dignita` ritornando ad essere una nazione sovrana e potremo ritornare ad esse una delle prime nelle potenze economiche»

G. V. – Santa Croce camerina, 13/08 «W l’italia. Per essere liberi bisogna lottare sempre mai credere di aver raggiunto la meta»

S. P. – Santa Marinella, 13/08 «Dobbiamo essere uniti almeno su un punto, quello di mettere in atto i valori della costituzione»

R. C. – Roma, 13/08 «Per gli italiani e non per i mercati»

A. V. – Ivra, 13/08 «Aderisco perché spero vivamente nella nascita di un movimento/partito ITALEXIT»

C. M. – Fragagnano, 13/08 «LIBERAZIONE DALL’UE. Ora o mai più, se non respingiamo l’insostenibile diktat dell’eurotroika sarà la fine. Lottare si deve!»

G. A. – La Spezia, 13/08 «Italia fuori dalla Europa»

E. G. – Panama, 13/08 «Spero di cuore che riusciate a liberare il mio amato Paese per poter considerare di tornarci a vivere. Grazie di cuore per il Vs. Impegno»

A. S. – San Vittore Olona, 13/08 «Uscire dalla comunità Europea, perché siamo stati truffati, da organizzazioni criminali tipo (bildelberg) ecc ecc.»

G. M. – Milano, 12/08 «Aderisco perché ritengo doveroso uscire fuori dall’euro e riprenderci la nostra sovranità monetaria»

E. C. – Siracusa, 12/08 «Aderisco con forza alla manifestazione del 12 Ottobre perché grazie l’oligarchia europeista, ci è stata tolta la possibilità di decidere e di agire per il bene della nostra nazione»

A. M. – Inzago, 12/08 «Aderisco a questo progetto, perchè questa Europa non corrisponde a ciò che era stato promesso, bensì è l’Europa della finanza e dei signori del Bilderberg. Desidero che il nostro Paese venga liberato da questo potere oligarchico»

E. G. – Roma, 12/08 «Italexit per il futuro dei nostri figli!»

D. C. – Roma, 12/08 «Liberazione. L’unico modo per tornare a splendere ed essere di nuovo un faro di Civiltà per il mondo intero è di recuperare la nostra indipendenza attraverso l’integrale e letterale applicazione della Costituzione del 1948»

R. T. – Viterbo, 12/08 «Manifestazione del 12 ottobre, io ci sarò. Una manifestazione che necessariamente deve dimostrare la voglia di tutti gli italiani onesti di voler cambiare questo modo di fare politica che ha ridotto il Paese ad un letamaio e dove i responsabili della classe dirigente continuano a prenderci in giro con le solite parole e con il solito modo di fare che ha imposto sacrifici e miseria alla gente e tanti privilegi a loro che, a quanto pare, non vogliono mollare. Io ci sarò, voglio contribuire con il mio modesto sostegno a questo sentimento di cambiamento, visto che è stata progettata da soggetti che, per il loro alto pensiero, hanno il diritto di ricevere la fiducia e la partecipazione di tutti coloro che sono veramente stufi dell’imbroglio colossale che ci ha gravemente penalizzati in tutti i campi del nostro vivere. Viva l’Italia, viva la Costituzione, viva gli italiani che vogliono lottare per riprendersi tutto il bene a loro sottratto negli ultimi decenni.»

R. R. – Mirano,12/08 «Perché la politica davvero torni al servizio della comunità e che l’Italia torni a essere un paese equo e forte in Europa»

A. B. – Venezia, 12/08 «Tornare alla legalità costituzionale. Le cessioni di sovranità sono incostituzionali e la costruzione europeista, cioè l’implementazione della dittatura neoliberista, è pura eversione. E’ tempo che ne prendano atto i cittadini ma soprattutto la magistratura!!!»

F. V. – Torino, 12/08 «Aderisco. Sono stufa di essere presa per i fondelli da gente che non mantiene ciò che promette! Stufa di ritrovarmi ogni 3per2 disoccupata e sentirmi dire che a 49 anni sono vecchia per il mondo del lavoro! Stufa di vedere che altri decidono della mia salute e di quella di mia figlia! Stufa di avere una moneta che non vale una cippa! Stufa di spendere per vivere più di quanto mi fanno guadagnare per sostentarmi!! SONO STUFA!»

R. M. – Roma, 12/08 «L’Italia è afflitta da una cultura monolitica e neoliberista che impedisce ai cittadini di sapere che un’altra economia si può. Auspico che questo Comitato si faccia strumento di conoscenza per far sì che gli italiani si riapproprino della democrazia che gli è stata sottratta con la privatizzazione dello Stato e della BC indipendente»

V. R. – Pollenza, 12/08 «Riprendiamoci la scuola, facendo studiare la Costituzione e educazione civica, (diritti e doveri). Lottare per i nostri figli e nipoti e fermare questo declino verso la schiavitù. Tutte le nazioni devono rispettare le costituzioni di tutti (come i dieci comandamenti), le nazioni e i suoi popoli sono sovrani. Basta terrorizzare e schiavizzare i popoli con la finanza speculativa globalizzata, (non riuscendoci con le guerre mondiali)»

G. C. – Fiano Romano, 12/08 «PERCHE’ NON SE NE PUO’ PIU’ DEL TUMORE SINISTROIDE E DELL’EUROPAAAA»

A. N. – Avezzano, 12/08 «Basta con chi vuole rovinare l’Italia»

A. F. – Medolla, 12/08 «Sono d’accordo per questa giusta manifestazione»

A. F. – Follonica, 11/08 «Amo il mio Paese. Salviamo il Paese più bello del mondo, il nostro!!!! L’Italia risorga!!!»

R. A. – Casatenovo, 11/08 «Basta mercati, basta austerity, basta speculazioni, basta spread. Riprendiamoci una vita degna e umana»

S. P. – Mortegliano, 11/08 «Condivido il vostro programma. Grazie»

O. G. – Sansepolcro, 10/08 «Dobbiamo riconquistare la sovranità monetaria e quella politica con la liberazione dai molti vincoli internazionali sui quali mai il popolo italiano è stato chiamato a pronunciarsi. Dobbiamo riconquistare ed attuare il dettato della nostra costituzione. Riconquistare il valore del lavoro e ridare alla politica il ruolo di gestione della vita sociale e capacità di controllo ed indirizzo della finanza»

C. C. – Genova, 10/08 «Sono per il ritorno alla moneta sovrana senza se senza ma»

S. S. – Forlì, 10/08 «Voglio vivere felice»

G. T. – Firenze, 10/08 «Liberiamo l’Italia. Mai arrendersi»

D. C. – Mugello, 10/08 «Avanti tutta. C’è un immenso bisogno di persone competenti ed oneste»

S. D. L. U. – Nespolo, 10/08 «La salvezza è nell’Italia dei Comuni, nei borghi e nei villaggi resilienti, nella produzione del nostro cibo nel territorio stesso, nella prevenzione di tutte le malattie fisiche e interiori con la Medicina Naturale alla portata di tutti: la Vita a contatto quotidiano con la Natura. Sull’Appennino, nelle zone più povere apparentemente più abbandonate dalle Istituzioni, che sono ormai infiltrate e asservite ai Poteri Forti, è già presente ciò che serve per risollevare la nostra Patria e la Civiltà tutta. Il Nuovo Rinascimento dell’Uomo Naturale è già qui!»

M. R. – Torino, 10/08 «Un giorno inizi a cercare per caso delle risposte. Una di queste è la conferma che l’Unione fa la forza. Credo che l’Unione di persone consapevoli e colte possa aiutare gli italiani ad evolvere verso un futuro più equo»

A. Z. – Bari, 09/08 «ITALEXIT. Basta essere schiavi delle lobby dell’UE!»

A. D. L. – Avellino, 09/08 «Sono nato Italiano e voglio essere un libero e fiero cittadino italiano non europeo»

R. S. – Merano, 09/08 «#Italexit, #ItaliaSovrana, #NoUE, #No€»

G. A. – Dubendorf, 08/08 «quella he stiamo vivendo oggi, cosi tirannia e antidemocratica, è esattamente l’UE che avevano in mente i suoi padri fondatori»

S. P. – Ferrara, 08/08 «BISOGNA RIPENSARE IL CAPITALISMO»

S. P. – Ferrara, 08/08 «Parteciperò con grande entusiasmo!»

D. S. – Torino, 08/08 «Buon giorno, c’è bisogno di agire, e un appello è sempre un modo di coinvolgere. Grazie buon lavoro»

P. F. – Brescia, 07/08 «Aderisco alla manifestazione perché credo nella filosofia d’Interesse Nazionale e nella nazionalizzazione delle nostre ricchezze»

M. O. – Milano, 07/08 «Chiedo solo più umanità e giustizia sociale»

G. M. – Vasto, 07/08 «W l’Italia. Grazie a tutti gli organizzatori e a tutti i partecipanti»

N. F. – Alghero, 07/08 «aderisco, è necessario!»

P. M. – San Clemente, 07/08 «Da molto tempo aspetto che si possano muovere migliaia (magari milioni….sic.) di Italiani, che finalmente pretendono ciò che gli è dovuto….la costituzione, sovranità monetaria e nazionale, l’informazione vera e il contributo degli Italiani informati alla crescita di tutto il paese come naturale e normale …. eliminando per sempre realtà spaventose e grottesche come il mes, la bce e il fmi, la troika, la trilaterale, il bilderberg e come si preferisce chiamarle. Queste mafie immonde non possono esistere dopo quello che le guerre ci hanno insegnato e le leggi che sono state scritte dopo quegli eventi, creati dai genitori degli stessi di ora…..»

S. Z. – Castrovillari, 06/08 «Ho deciso di aderire alla manifestazione del 12 ottobre, ”Liberiamo l’Italia”, consapevole dell’insostenibilità (1) del neoliberismo economico e (2) del processo di costituzione di un polo imperiale (sotto il patrocinio USA) europeo. L’Unione Europea è un progetto di destra, nel senso ben delineato da Ernest Mandel: la Ue è Reagan in Europa. Ci tengo nel sottolineare che la rottura col polo imperiale europeo non deve esulare da alcuni principi importanti: – La Nato-Exit: la fuoriuscita dall’Alleanza Atlantica, di cui la Ue è l’ala civile.
– Washington rimane (per ora) il nemico principale, Bruxelles è – analizzando i rapporti di forza in campo – una emanazione dell’imperialismo americano-sionista.
– La prossima Sollevazione Popolare deve appellarsi ad una alternativa di società non capitalista, senza nessuna concessione al conservatorismo populista. Sulla base di questi presupposti (anti-imperialismo radicale, anti-capitalismo, ma anche antifascismo) sono disposto a confrontarmi con compagni ed amici di diverso orientamento»

A. M. U. – Calvisano, 06/08 «Attuare la Costituzione ed eliminare il Neoliberismo. Salvare l’Italia ed il mondo»

R. M. – Roma, 06/08 «Perché non si può accettare un declino ineluttabile»

F. B. – Milano, 06/08 «No allo stato parallelo delle banche. Riprendiamoci la democrazia per trasformarla da formale a reale e avanzare verso la nazione umana universale!»

G. L. Z. – Sorradile, 06/08 «Non potrò presenziare in prima persona ma idealmente sono con voi»

V. C. – Genova, 06/08 «Sono con voi per manifestare la mia voglia di liberazione da tutte le catene politiche economiche e burocratiche che rendono servo il nostro paese da poteri oligarchi esterni sono per il recupero della nostra sovranità monetaria e popolare»

L. N. – Trento, 06/08 «Aderisco con molto piacere»

G. G. – Napoli, 06/08 «Aderisco al vostro progetto ed al vostro appello perchè credo che ci sia bisogno di preservare la nostra identità, la nostra indipendenza, c’è un bisogno di rivalutare questa nazione e questa gente e non si può perdere più tempo, bisogna svegliare il popolo e rendere tutti partecipi, farli uscire dalla loro zona di conforto o dalla loro frustrazione, depressione, trasformare tutto questo in AZIONE! Aderisco perchè credo che questo sia il vero MOVIMENTO che il paese ha bisogno per rinascere! A presto!»

D. S. – Catania, 06/08 «Manifestare è uno dei pochi modi per provare a fermare il declino»

E. M. – Roma, 06/08 «Liberiamo l’Italia con la giusta informazione. Ci vediamo il 12 ottobre»

R. P. – Moncucco T.se, 06/08 «Condivido l’appello “Liberiamo l’Italia”»

A. B. – Spagna, 06/08 «I padri fondatori della costituzione italiana ci hanno lasciato un grande responsabilità, mai compiuta fino in fondo, a causa degli innumerevoli gioghi al quale il popolo italiano è stato sottomesso dal 1948 in poi. Ciò che fu al tempo liberazione divenne occupazione. Ciò che si pensava ventanni fa fosse prosperità divenne austerity e dissoluzione delle conquiste sociali. È giunto il momento tutti insieme come comunità di dire basta e far si che le parole che ritroviamo nel testo costituzionale abbiano un senso ed un futuro. Il nostro»

C. L. – Bologna, 05/08 «Riacquistiamo la nostra dignità di italiani attraverso la consapevolezza che la libertà è prima una conquista interiore»

M. L. – Milano, 05/08 «Perchè per me l’uscita dall’Europa è la precondizione a tutto .. appoggerò qualsiasi movimento o partito che ha nel suo ideale questo fondamentale messaggio!! E quindi penso proprio che il 12 ottobre saró con voi a Roma!!»

M. B. – Brescia, 05/08 «Aderisco fermamente all’iniziativa in oggetto»

A. C. – Casatenovo, 05/08 «Liberazione vera. Dopo tre quarti di secolo, tre generazioni, dalla sconfitta nella II guerra mondiale, solo attenuata dal successo della resistenza partigiana, il nostro glorioso Paese merita l’indipendenza vera dall’ingerenza anglosionista che ne condiziona qualsiasi politica, economica, interna, estera.
Visto anche il precipitare delle geopolitiche verso un imminente olocausto nucleare è giunta l’ora di rivendicare la nostra indipendenza, la nostra neutralità e il nostro ripudio della guerra sancito in Costituzione»

P. D. P. – Avezzano, 05/08 «Finalmente qualcosa di buono. Grazie per darci la possibilità di manifestare concretamente il nostro dissenso»

G. D. M. – Roma, 05/08 «Aderisco e parteciperò alla nanifrstazione. Veltroni, Napolitano, Monti, D’Alema, Andreatta, Violante, Amato, Ciampi, Renzi, Alfano, Lorenzin, Mattarella, Berlusconi……Bilderberg, Trilaterale, G.P. Morgan, sono sufficienti come motivazioni?»

V. B. – Pisa, 05/08 «Liberiamo l’Italia dal neoliberismo.
Fuori dall’€ per cambiare modello socio-economico: il contenimento dei prezzi (deflazione) porta solo miseria e azzeramento del welfare.
Via dall’Unione Europea per ristabilire contatti pacifici con gli altri Paesi europei, e ristabilire il primato della Costituzione come fonte primaria del Diritto»

A. C. – Sarzana, 04/08 «Condivido pienamente il progetto, grazie per quello che fate, io ci sono e ci sarò»

S. F. – Pinerolo, 04/08 «ADERISCO! È tutto possibile!»

P. F. – Castiglione della Pescaia, 04/08 «Moneta nostra. Siamo noi che diamo valore a questa Moneta e deve essere nostra PUNTO»

C. L. – Latisana, 04/08 «Aderisco a liberiamo l’Italia, perché non è l’Italia che desidero. Sogno un Italia libera, sovrana e rispettata in tutto il mondo, dove la società viene al primo posto»

O. C. – La Spezia, 03/08 «La forza che unisce uomini liberi alfine si palesi: nel rispetto dei Padri Costituenti, dei Principi, di tutti i Cittadini Italiani. Grazie ai Promotori»

D. S. – Latisana, 03/08 «LIBERIAMO l’ Italia. Riprendiamoci la nostra sovranità e non solo monetaria»

M. G. – Collegno, 03/08 «a favore dei figli e nipoti. Grazie a tutti»

G. B. – Montalcino, 03/08 «aderisco a questa iniziativa e alle lotte per riconquistare la sovranità perduta, quale condizione per la ripresa delle lotte per l’emancipazione dei lavoratori»

R. M. – Bari, 02/08 «Le ragioni della politica governino le ragioni dell’economia»

N. S. – Chieti, 02/08 «Se dobbiamo fallire, preferisco fallire da libero che da schiavo di un altro paese»

M. D. – San Giovanni Rotondo, 02/08 «Conndivido in pieno i valori e i principi di liberiamolitalia»

D. T. – Lecce, 02/08 «La Repubblica siamo NOI»

G. M. – Roma, 02/08 «Parteciperò perchè non si puó rimanere immobili e passivi di fronte alla dittatura dell’Europa dei banchieri e delle multinazionali che ormai comandano a bacchetta tutti i Governi che ne fanno parte e che ci hanno portato allo svilimento economico e psicologico in cui ci troviamo. Via da questa Europa subito!»

L. S. – Latina, 02/08 «Voglio una Europa dei popoli e non dei turbocapitalisti»

A. I. – Macherio, 02/08 «Aderisco perché sono sovranista e tradiziionalista»

L. D. R – Isernia, 01/08 «Amo il mio paese, e non tollero la brutta fine a cui l’hanno destinata le diaboliche élites minimaliste, con l’avallo del PD servo traditore ed indecente, nemico di sempre dell’Italia e degli italiani»

L. Z. – Milano, 01/08 «Vorrei un’Italia sovrana democratica e “giusta” fuori dalla crisi e prospera»

S. M. – Viareggio, 01/08 «che sia il germoglio che permetta alle presenti e future generazioni di vivere in un paese libero e giusto»

G. T. – Forlì, 01/08 «Gruppo Bilderberg, Trilaterale, Black Rock: l’euro è la loro moneta, non la nostra!»

B. R. M. – Busto Arsizio, 31/07 «Aderisco all’appello per salvare l’Italia e difendere i valori in cui crediamo, come i diritti sanciti dalla nostra Costituzione»

G. P. – Roma, 31/07 «Aderisco all’appello per la manifestazione del 12 ottobre, condividendone lo spirito e i contenuti»

F. G. – Verona, 31/07 «Verso l’ uscita e oltre!!!»

M. A. – Milano, 31/07 «Sono a favore della vostra iniziativa e l’appoggio con la mia firma e la condivisione tra i miei amici.
Grazie»

L. F. – Milano, 31/07 «Per recuperare la dignità millenaria che ci stanno togliendo!»

F. R. – Milano, 31/07 «Diventiamo un popolo sovrano e lottiamo per i nostri diritti sanciti dalla nostra costituzione già nella sua origine»

F. U. – Acri, 31/07 «Stanco dei sopprusi subiti dal nostro paese. E per lasciare qualcosa di meglio hai nostti figli e non ritrovarmi tra molti anni alla fine in un letto vecchio e con il rimorso di non aver combattuto»

L. C. – Salò, 31/07 «Per i nostri figli e per chi ha combattuto per l’italia»

G. O. – Varzo 31/07 «Aderisco perchè sono un Patriotta, perché amo la mia Nazione da ex servitore dello Stato. La nostra Patria non deve assolutissimamente perdere la sua identità con tutte le sue tradizioni,cultura, e Storia. Non votiamo per diventare la succursale di un Europa priva di identità e in mano a Lobbisti senza scrupoli.»

A. R. – Bologna 31/07 «Liberiamo l’Italia»

L. A. S. – Vanzago, 31/07 «Saró Orgoglioso di Partecipare a questa pagina di Storia»

M. L. Trezzano sul Naviglio, 30/07 «L’unione fa la forza e solo uniti si può vincere!»

A. M. – Roma, 30/07 «Grazie per aver rimesso al centro il valore della bandiera italiana»

M. S. – Milano, 29/07 «Aderisco alla iniziativa in quanto credo l’Italia debba risollevarsi ed essere liberata dal giogo posto da forze globaliste organizzate che le stanno togliendo potere e dignità. Sono liberale, ma in questo momento il cosiddetto “neoliberismo” viene usato disumanamente, anche per la insipienza dei nostri governanti, come uno strumento di annientamento e dominio del popolo italiano. Credo sia necessaria una unità nazionale, al di là degli schieramenti politici, ed una nuova resistenza come ai tempi della lotta per l’indipendenza o contro il fascismo. Sperando che questa volta i valori democratici non vengano traditi»

S. B. – Cagliari, 29/07 «Liberiamo l’Italia dalle troppe cose contrarie al libero vivere civile: Dalla falsa informazione, dagli spin doctors, dalla finanza che controlla la politica e i governi, dall’ignoranza diffusa, dalla povertà diffusa, dalla malasanità ecc. ecc.»

A. V. – Roma, 28/07 «Liberare l’Italia dalla dittatura europeista e riaffermare la SOVRANITA’ POPOLARE. ITALEXIT SUBITO»

M. L. F. – Assisi, 28/07 «Aderisco all’appello sperando che la manifestazione del 12 ottobre costituisca un’evento forte e decisivo per iniziare a cambiare davvero le cose»

A. S. – Milano, 28/07 «Avanti così. Grande iniziativa, ora o mai più»

L. R. – Venezia, 27/07 «L’unione europea non centra assolutamente niente con la Costituzione della nostra Repubblica, anzi è in totale contrasto con i suoi valori. La u.e. , strumento dei grandi poteri finanziari, è una minaccia per la democrazia e per la dignità umana che la nostra meravigliosa Costituzione difende. La nostra Costituzione promuove il Lavoro che contribuisce allo sviluppo materiale o spirituale della Repubblica; la nostra Costituzione mette al centro gli interessi e il benessere della collettività, non quello dei “mercati”‘. La nostra Costituzione sancisce il controllo dello Stato sull’economia, e non viceversa. Occorre abbattere il mostro ue, attuare la Costituzione del 1948, marciare uniti verso questo traguardo, questa è una Causa Giusta e le Cause Giuste a prescindere da ogni tipo di condizione vanno portate avanti»

L. D. – Modena, 27/07 «È il movimento che aspettavo»

E. Z. – Piazzola sul Brenta, 27/07 «Grazie a voi tutti intellettuali che mettete a disposizione delle persone la Vs conoscenza e il Vs impegno, affinché insieme si possa migliorare il mondo in cui viviamo»

V. C. – Bologna, 26/07 «Il popolo deve riprendersi il suo potere che la politica economica ordoliberista, con la complicità delle istituzioni gli ha tolto.
Bisogna che alzi la propria voce anche contro quelle forze politiche che si erano candidate a questo scopo ed invece si sono adeguate al gioco.
L’uscita dalla UE e dall’euro è prioritaria rispetto a qualsiasi manovra politica – economica che, in una situazione, attuale non potrebbe essere fatta in autonomia e che quindi vanno in pieno accordo e nella stessa direzione del massacro che stiamo subendo»

C. P. – La Spezia, 26/07 «Credere nella costruzione italiana»

F. C. – Sorso, 26/07 «Per un’Italia Sovrana e Popolare, Fuori dall’UE. Da più di due anni ho abbracciato la causa anti-UE ed anti-Euro vedendo in che stato l’Italia sta versando.
È tempo di rialzare la testa, contrastare la retorica eurista, liberista e liberale per riaffermare la centralità della questione sociale e di quella nazionale nella nostra Patria che taluni, anche inconsciamente, vogliono distruggere. Avanti fino alla Vittoria ricercando l’unità di tutti coloro vogliano finalmente un’Italia Libera e Sociale»

P. D. – Ascoli Piceno, 25/07 «E ora di darsi da fare, se va male ne faremo una dietro l’altra, abbasso i traditori della patria! Ce la faremo a costo di farne mille di manifestazioni»

G. M. – Viterbo, 25/07 «Sostengo con forza i temi proposti dal comitato liberiamo l italia»

B. S. – Caserta, 25/07 «è tempo di riprenderci la sovranità nazionale e quella monetaria»

E. V. – San Pietro in Cariano, 25/07 «Arriverà il tempo, ed è questo»

J. B. – Pratola Peligna, 25/07 «Sono d’accordo dobbiamo liberare l’italia Dalle regole europee e riprenderci la nostra sovranità»

F. R. – Mesagne, 25/07 «SOVRANITÀ E LIBERAZIONE»

D. P. – Roma, 25/07 «Voglio che i nostri figli e i nostri nipoti possano vivere in un paese libero!!!»

S. T. – Livorno, 25/07 «Non sopporto che altri paesi vogliano dettare legge nella mia nazione»

M. F. P. – Roma, 25/07 «Perche’ Amo la mia terra, gli Italiani, la vita vissuta alla massima espressione, odio l’illegalita’ E ogni forma di abuso di potere che leda la dignita’ Umana»

M. A. P. – Caronno Pertusella, 25/07 «Non si può continuare così. Non è giusto vivere in un paese dove si è fortunati se si ha un lavoro che consenta giusto di pagare le bollette e nient’altro e questo solo se si è tra i fortunati…»

G. T. – Arona, 24/07 «Liberiamo l’Italia. Insieme si può.»

D. Q. – Arezzo, 24/07 «Dopo anni di soprusi Speravo in un governo del cambiamento. Nonostante l’attesa vedo che nulla cambia ed è per questo che voglio aderire e manifestare contro l’Unione Europea e l’austerity. Riprendiamoci la nostra SOVRANITÀ»

D. B. – Sarezzo, 24/07 «Liberiamo l’Italia dal Cartello Finanziario Globale»

A. A. – Milano, 24/07 «Facciamoci vedere, facciamoci sentire!»

A. F. – Noale, 24/07 «Aderisco pienamente a questa iniziativa per liberare l’Italia dal neoliberismo imposto, da un Europa costituita sotto gli artigli di questo capitalismo imperialista che come unico scopo ha la sottrazione della sovranità.
grazie di cuore a tutti coloro che impegnano il proprio tempo e la propria vita con degli ideali a favore di un popolo che spesso non ne riconosce lo sforzo»

F. G. – ;anziana, 24/07 «Nel nome di Dante, Garibaldi, Gramsci, non vissuti invano»

D. D.A – Pareto, 24/07 «mi considero un divulgatore, ho collaborato con il blog Byoblu facendo interviste a varie personalità nel campo educativo ed è appena uscito un mio libro sulla condizione della scuola italiana intitolato “Un libro di scuola” quindi, voglio cambiare il mio Paese perchè torni ad essere il centro culturale d’Europa e del Mediterraneo»

D. C. – Taranto, 23/07 «Patria o morte»

S. P. – Palermo, 23/07 «…vogliamo vivere. Il motivo è più che sufficente»

I. G. – Cagliari, 23/07 «Sarò con voi contro la dittatura del pensiero unico; grazie per avermi dato motivo di sperare in una Italia nuovamente libera e forse anche felice.»

G. A. – Rivalta di Torino, 23/07 «Aderisco in quanto è il momento della presa di coscienza da parte di tutti che siamo un grande paese denigrato ad arte dall’interno e dall’esterno per creare nelle masse la convinzione dell’italiano inetto, sprecone, indifferente ma se ci si soffermasse alle azioni dei denigratori, soprattutto esteri, si potrebbe notare che tutti, e sottolineo tutti, vogliono vestire italiano, mangiare italiano, arredare italiano, avere le nostre bellezze, avere i nostri “cervelli”, venire in italia etc.etc.ma soprattutto vivere all’italiana. Quindi? Qualcosa nella narrazione stride»

G. A. – Rivalta di Torino, 23/07 «Aderisco in quanto è il momento della presa di coscienza da parte di tutti che siamo un grande paese denigrato ad arte dall’interno e dall’esterno per creare nelle masse la convinzione dell’italiano inetto, sprecone, indifferente ma se ci si soffermasse alle azioni dei denigratori, soprattutto esteri, si potrebbe notare che tutti, e sottolineo tutti, vogliono vestire italiano, mangiare italiano, arredare italiano, avere le nostre bellezze, avere i nostri “cervelli”, venire in italia etc.etc.ma soprattutto vivere all’italiana. Quindi? Qualcosa nella narrazione stride»

L. U. – Sommariva del Bosco, 23/07 «Ottimo! Ci sarò. Per me, per la mia famiglia, per la mia gente, per l’Italia. Basta imposizioni a scapito dei cittadini. Siamo noi i responsabili del cambiamento. Attuiamo la costituzione, riprendiamoci i nostri diritti!»

A. A. – Roma, 23/07 «La politica non ha nulla a che fare con la vita vissuta, con le difficoltà cuotidiane, con le reali necessità di un paese, di un popolo, di una comunità, di una nazione. L’unico motivo per cui ho aderito è aver letto che alla manifestazione sono assolutamente vietate bandiere di partito.»

E. R. – Firenza, 23/07 «Liberiamo l’Italia. Insieme si può»

A. B. – Torino, 23/07 «LIBERIAMOCI DALLA SCHIAVITU’ DEL CAPITALISMO»

I. S. – Milano, 23/07 «Non abbiamo molto tempo. Serve la partecipazione di tutti gli Italiani che ancora hanno fiducia nelle proprie capacità e che vogliono spezzare le catene neo liberiste, per una Italia libera e sovrana»

A. Z. – Santa Maria di Sala, 23/07 «La sovranità appartiene al Popolo. Credo che abbiamo il diritto sancito dalla Costituzione di riprendere ciò che è nostro ma che ci hanno sottratto, la libertà di decidere come vogliamo vivere, da essere umani liberi come madre Natura ci ha creati.
Questo non è possibile dentro l’unione europea fatta da un gruppo di banchieri con la complicità dei politici di turno.
Sovranità nazionale questo è ciò che voglio!»

G. C. – Bielawa, 23/07 «La speranza che esiste una possibilità reale per rialzare la testa e farci valere per quello che siamo ossia un popolo antico con cultura, storia,valori e anche errori però con il diritto di poter decidere il nostro futuro e quello dei nostri figli»

S. V. – Chialamberto, 23/07 «Contro il folle credo neoliberista e mondialista dell’UE. Per evitare ai nostri figli la catastrofe»

P. R. – Policoro, 23/07 «La costituzione è sacra e va difesa»

M. F. – Genova, 23/07 «È ora di liberare il Paese da logge e corporazioni per rinnovare democrazia e Stato di diritto alla luce della Costituzione del ’48 e dei diritti umani»

G. G. – Monza, 23/07 «fuori dalla moneta euro straniera e presa a prestitto»

U. C. – Roma, 23/07 «Fuori dall’UE per riprendere in mano il nostro futuro»

O. M. – Torino, 23/07 «Condivido a pieno la vostra iniziativa»

S. Z. Fiumicino, 22/07 «LIBERIAMO L’ITALIA DAL GIOGO UE»

F. G. – Bagnacavallo, 22/07 «Credo nel nostro straordinario paese»

M. M. – Cesena, 22/07 «riprendiamoci il nostro paese denigrato e depredato da troppi anni!!!»

L. B. – Tavagnacco, 22/07 «Basta anche con la moneta unica. E l’euro ce lo teniamo? Pare che l’appello non ne parli esplicitamente. Bisogna uscire dalla moneta unica, altrimenti che sovranità sarebbe?»

S. N. – Troina, 22/07 «Wiva L’Italia vaffanculo L’Europa»

S. S. – Martano, 22/07 «La costituzione del 48 è stati completamente sovvertita dalle riforme e soprattutto dall’applicazione dei trattati europei che sono ispirati dal liberalismo e quindi proprio da ciò che i costituenti hanno combattuto. Sono già attivo politicamente essendo socio e militante del Fronte Sovranista Italiano, il partito che ha come scopo quello di riportare al centro dell’ordinamento giuridico la costituzione del 48 e di conseguenza il recesso dai trattati europei»

C. Q. – Amatrice, 22/07 «E’ ora di procedere unitariamente per il ripristino della Moneta senza debito ed il rilancio dell’economia Nazionale fuori dalla gabbia UE»

V. B. – Pratomaggiore, 22/07 «Lottare uniti si può vincere»

F. T. – Udine, 22/07 «Per un nuovo Risorgimento»

R. B. – Firenze, 22/07 «Vorrei aderire al vostro movimento e mettermi a disposizione per qualsiasi collaborazione in provincia di Firenze.
Sono un imprenditore con 40 anni di esperienza e ho doti organizzative e di leadership che a questo punto della mia vita vorrei mettere a disposizione del mio Paese»

L. P. C. – 22/07 «Avanti tutta contro le oligarchie eurocratiche senza se e senza ma»

E. C. – Roma, 21/07 «Gli italiani non possono più continuare così … povertà, disoccupazione, crollo della domanda interna e conseguente crollo della produzione industriale, fallimenti e svendite a ripetizione delle nostre imprese, mancanza cronica di fondi da parte dello Stato, delle Regioni e dei Comuni anche per l’ordinaria amministrazione. E tutto questo perché? Perché abbiamo rinunciato alla nostra SOVRANITA’ MONETARIA e aderito all’Eurotruffa basata sul sistema Euro – BCE, accettando dei Trattati palesemente incostituzionali perché interessati esclusivamente al pareggio di bilancio e del tutto disinteressati rispetto al diritto al lavoro, alla piena occupazione e alla giusta retribuzione. E’ arrivato il momento di dire BASTA a questo piano criminoso attuato dalle autorità europee che invece di pensare al benessere dei popoli si occupano unicamente di fare gli interessi delle élite finanziarie ed economiche europee e mondiali ….»

M. F. P. – Roma, 21/07 «Aderisco senza riserve a questa iniziativa con il cuore pieno di gioia perche’ la ritengo indispensabile per ripristinare uno stato di salute al popolo Italiano che stimo e rispetto, di cui orgogliosamente faccio parte»

M. F. – Alleghe, 21/07 «Tornare alle Sovranità monetaria e politica»

L. M. – Napoli, 21/07 «Uscire dalla gabbia europea»

P. C. – Bologna, 21/07 «Dignita’, lavoro e servizi per tutti. Ritorno in Italia di una economia mista»

F. M. – Parma, 21/07 «Perché aderisco a questa iniziativa?
Sono stanco di essere schiavo di questi cialtroni che attraverso giornali e TV Hanno fatto il lavaggio del cervello alla gente poi abbiamo una costituzione, qualcuno mi deve spiegare perché viene calpestata e perché la magistratura non fa il suo dovere arrestando per alto tradimento chi ha giurato fedeltà a questo stato. E basta con questi trattati capestro fatti per arricchire i soliti personaggi»

G. D. M. – Roma, 21/07 «Era ora che qualcuno organizzasse una manifestazione contro il tiranno»

M. M. – Roma, 21/07 «LIBERAZIONE ITALIANA DAL REGIME FINANZIARIO. Ormai è chiaro che non si possono più proseguire queste follie europee, un sistema nato insostenibile e che ha già da tempo mostrato tutte le sue asimmetrie e le sue inegualianze. Che ci rimangano Germania e Francia in questo bel sistema che hanno creato. Italexit subito»

E. S. – Spello, 21/07 «Per l’Italia e il nostri figli…»

D. S. – Torino, 21/07 «Voglio cambiare tutto e cancellare l’Europa, non le nazioni. Sono pronto a cooperare in tutto»

M. B. – Centa Sa Nicolò, 21/07 «Credo che sia necessario tornare ai valori della Costituzione del ’48 e liberarsi soprattutto dalla psudo-sinistra che ammorba la vita sociale e politica del nostro Paese. Grazie per questa, e altre simili iniziative»

C. D. – Albignasego, 21/07 «Art.1 La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione»

F. S. – Macerata, 21/07 «Liberiamoci dal quarto reich Unione europea prima che possimo. E’ assolutamente fondamentale per l’Italia riacquistare tutte le sovranità cedute all’UE, di cui la più importante è quella monetaria per poter studiare ed implementare un “nuovo piano Marshall” con una nuova moneta libera dal debito, anzi a credito per i cittadini e dar così corso pieno ai dettati costituzionali circa il lavoro e la piena occupazione. A mio avviso solo con queste premesse, possiamo assicurare alle future generazioni prosperità e benessere collettivi in cui i principi e valori di solidarietà ed equità sociale possano di nuovo affermarsi e consolidarsi.
La mia passione è sempre stata la macro economia e mi definisco un post-keynesiano. Mi metto anche a disposizione dei promotori per incarichi sociali da concordare in prossimi incontri»

P. C. – Trieste, 20/07 «Mai come ora sento tanta oppressione e mancanza di libertà, serenità e giustizia!»

C. C. – Thiene, 20/07 «Menti libere ed altruistiche propongono questa manifestazione: il suo successo o meno, determinerà la sopravvivenza del popolo Italiano! Ci vogliono eliminare! Fisicamente!»

G. T. – S. Lucia di Piave, 20/07 «Senza chiedermi nulla mi hanno messo in questa gabbia chiamata UE dicendomi che tutto sarebbe stato più bello. Ora conscio dell”inganno cercherò di piegare queste sbarre, non per me stesso ma per i miei figli e nipoti»

U. A. C. – Lucera, 20/07 «Riprendiamoci la sovranità nazionale e lavoriamo con efficacia ed efficienza per lo sviluppo economico e sociale di questo Paese»

G. Z. – Benevento, 20/07 «Fuori dall’euro»

F. C. – Bolognetta, 20/07 «È meglio un giorno da leone che cento da conigli. Da conigli ne abbiamo già vissuto ben più dei 100 giorni»

D. T. – Roma, 20/07 «Spero veramente che tutti uniti si riesca ad uscire da questa Europa che ci umilia ed uccide ogni giorno sempre di più
Grazie per questa iniziativa»

C. R. S. – Palermo, 20/07 «Ritengo necessario che cittadini dei più diversi orientamenti politici, culturali e religiosi convergano verso alcuni principi di fondo, come al fondamento necessario per la rinascita della nostra Patria: essi sono la sovranità politica e monetaria, che conseguono logicamente al rispetto della nostra Costituzione»

M. F. – Narni, 20/07 «Spero che non sia troppo tardi per riprenderci la nostra ITALIA»

A. B. – Ancona, 20/07 «Unire le forze che intendono battersi per una Italia sovrana ai sensi della Costituzione del ’48, fuori da questa UE iperliberista dominata dal capitale finanziario e fuori dalla Nato che ci porta alla Guerra»

S. F. – Firenze, 20/07 «Per tutti quei ragazzi, morti a vent’anni, non solo nell’ultima guerra, ma in tutte le guerre per liberare e unire l’Italia, dobbiamo combattere con ogni mezzo possibile, è un DOVERE verso di loro e verso i nostri figli. ViVA l’ITALIA»

R. Z. – Padova, 20/07 «Liberiamo l’Italia da questa dittatura finanziaria»

A. G. – Pontinia, 20/07 «Ad onore e rispetto della nostra costituzione»

G. D. M. – Milano, 20/07 «L’Italia deve tornare ad essere indipendente e neutrale rispetto ai potentati economici mondiali: Stati Uniti, Russia, Cina e il blocco franco-tedesco. La situazione geopolitica attuale lo consente.
Per il futuro dei nostri figli ed i sacrificio dei nostri padri e nonni … difendiamo la nostra patria e la nostra cultura»

L. G. – Latina, 20/07 «Aderisco perché sono stanco di sentirmi ripetere che dobbiamo fare i compiti a casa nonostante siamo l’unico Paese con avanzo primario, praticamente da sempre; aderisco perché sono stanco di essere trattato da cittadino di serie C da un’europa che permette sforamenti a francia e germania e fa le pulci a noi per uno zero/virgola; aderisco perché quest’europa ha ucciso la speranza ai nostri figli; aderisco perché stanco di essere ricattato dallo spread; aderisco perché il Popolo italiano sta pagando un prezzo troppo alto sotto forma di povertà e disoccupazione; aderisco perché si permette all’alta finanza di arricchirsi sempre più a scapito dei Popoli che si impoveriscono ancora di più; aderisco perché non sopporto che una manciata di persone possa detenere quanto detengono 4 miliardi di persone; aderisco perché condivido ogni punto della vostra battaglia; aderisco perché…»

V. L. – Torino, 20/07 «e’ tempo!!!»

G. C. – Roma, 20/07 «Basta con i partiti tradizionali e movimenti del presunto cambiamento, i cittadini devono scendere in piazza a rappresentare sé stessi e salvare il Paese dal giogo europeo»

M. G. – Savoia di Lucania, 20/07 «Meglio un giorno da leoni che ecc. ecc.»

L. P. C. – Valenza, 20/07 «Avanti tutta contro la gabbia eurista!»

G. A. G. – Putignano, 20/07 «Il futuro dell’Italia dipende da noi»

L. C. – Brugherio, 20/07 «semplicemente ITALEXIT»

T. P. – Roma, 20/07 «Attiviamoci e riprendiamoci il nostro bel paese, focalizziamo il nostro obiettivo e perseguiamolo!!»

M. P. – Teramo, 20/07 «Tutt insieme si»

D. G. – Savona, 20/07 «Plaudo all’iniziativa, ne auspico il miglior successo e cercherò di contribuirvi»

R. S. – Roma, 20/07 «Aderisco alla Manifestazione come patriota per l’autoderminazione dei popoli. Patria o Muerte!»

S. P. -Terzo di Aquileia, 20/07 «Ritengo che abbiamo sopportato troppo a lungo le angherie di questa orribile unione europea. Viva l’ITALIA»

M. R. – Cattolica, 20/07 «Per un Italia ispirata ai principi della nostra Costituzione, per un Italia in cui nessuno deve rimanere indietro, per un Italia dove gli italiani e l’interesse nazionale siano al primo posto»

G. R. – Monza, 20/07 «Aderisco all’uscita dall’UE in quanto è evidente che il sistema è congegnato e usato per sfruttare alcuni paesi a favore di altri: noi siamo i più sfruttati!
Mi fanno specie e schifo diversi “connazionali” venduti al sistema»

G. L. – Padova, 20/07 «Sostengo la costituzione italiana»

G. S. – Sassari, 20/07 «O liberiamo l’Italia subito con i fatti o noi e i nostri figli moriremo schiavi»

C. C. – Perugia, 20/07 «L’Italia deve uscire da UE, BCE, EURO, NATO ed ONU. Lo Stato Democratico Italiano deve tornare ad essere Sovrano, “superiorem non recognoscens”»

M. C. – Roma, 20/07 «L’ITALIA è sempre stata invisa al resto dell’Europa…per le sue ricchezze naturali,per la cultura e per il saper vivere in serenità. Poi le vicissitudini del secolo scorso ci hanno fatto precipitare in un vortice negativo dal quale noi italiani sembriamo non volerci liberare. Le istituzioni internazionali nate per soggiogare i migliori affondando le loro caratteristiche in un mare di ricatti finanziari ed economici,hanno creato una rete di protezione ai vincitori dell’asse franco tedesco formatosi dopo gli anni 60. Noi non siamo stati capaci di portare nei consessi internazionali una classe politica credibile,attiva e correttamente attenta ai bisogni dells nostra nazione. Chi oggi ci rappresenta ancora si vende alle forze che ci vogliono annullare…per un tozzo di pane e un briciolo di ricchezza..dimenticando lo scopo della propria missione. Sta a noi ribaltare questo penoso squilibrio cpn una azione forte e decisa che sia fatta a salvaguardia dell’Italia innanzitutto e poi anche di tutte le altre nazioni che vogliono uscire da queste catene europee nate per il benessere di pochi a discapito della vivibilità della maggioranza delle nazioni che partecipano alle istituzioni europee solo per esserne schiavizzate»

M. F. – Genova, 20/07 «C’è bisogno di più lavoro e non di propaganda, bisogna toglierci il “sogno “ europeo se no si fa la fine della Grecia»

D. S. – Mestre, 20/07 «Riconquistiamola nostra libertà e dignità!»

M. B. – Porpetto, 20/07 «Uscire al più presto possibile dall’euro»

I. G. – Este, 20/07 «Ottima iniziativa! Vogliamo ritornare ad essere uno Stato Sovrano»

A. D. – Castelfranco Veneto, 20/07 «Uscita dalla dittatura finanziaria dell’UE»

M. B. – Ancona, 20/07 «E stato versato sangue per la nostra libertà non lo dobbiamo scordare»

B. I. – Monsummano Terme, 20/07 «Ripristinare la piena sovranità nazionale,monetaria e sociale»

G. Q. – Bologna, 19/07 «Siamo sotto una dominazione massonica finanziaria, occorre fare qualcosa per liberarci dalle catene»

C. M. – Lecco, 19/07 «ritorno alla Sovranità Monetaria. Non ha nessun “colore” politico. è trasversale»

G. N. G. – Barberino Tavernelle, 19/07 «Parteciperò perché mai come ora c’è bisogno di patrioti in stile gilet jeunes! Ero convintamente un 5 stelle, ma hanno tradito, ci vuole un soggetto politico nuovo intransigente ed oltranzista, spero venga fuori da questa manifestazione»

ANONIMO, 19/07 «Appoggio la manifestazione augurandoci che ci sia una svolta positiva per noi e per le future generazioni. Sono stanca del precariato, sono stanca che la nostra professione venga nella realtà  demansionata e svalutata. La legge Iori non ha portato a nessun cambiamento, anzi siamo ancora sottoscacco da privati (cooperative sociali, che di sociale non hanno neanche l’unghia) che offrono lavori delicati in comunità madre bambino o in servizi scolastici ed extra scolastici e territoriali ad un prezzo ridicolo! Volevano mettere il reddito minimo di 9 euro lordi, noi li prendiamo già, se ci va bene. Diversamente o veniamo messi in stage o tirocini oppure veniamo pagati 6 euro netti all’ora. E poi essere pagati all’ora comporta che se il mio utente non c’è  la cooperativa non mi paga mica il mensile! Un mese può  essere a 400 un mese a 600 un mese a 800 euro. Peggio del lavoro a cottimo! Basta! Sono stufa di dare consigli a maestri di sostegno che non sanno dove mettere le mani con l’utenza e la differenza è  che loro si beccano 1400 e rotti euri al mese io se arrivo a 700 e molto e se mi va bene. Io non me la prendo con questi maestri, che hanno avuto la fortuna di poter fare il concorso  oppure di essere chiamati dalle graduatorie di esaurimento (nonostante non avessero il titolo per farlo), ma con il sistema, diversamente diventa una lotta tra i poveri ed è  quello che vorrebbero. Spero che cambi qualcosa per la mia terra la Sardegna e per la nostra Italia!»

E. A. – Crotone, 19/07 «La mia è una convinta adesione perché, per la prima volta vedo insieme tanti sovranisti a prescindere dalla loro ideologia. Le forze del bene che combattono insieme ed i luciferini che arretrano»

V. S. – Bussero, 19/07 «Per attuare la Costituzione repubblicana e antifascista del 1948, per la centralità dello Stato democratico, per la ricostruzione dell”Italia, per un nuovo grande partito di ispirazione socialista, per la riconquista della sovranità nazionale»

A. S. – Firenze, 19/07 «Amo la terra da cui sono stato originato e credo nell’onestà e vorrei solo avere e donare ai giovani una terra altrettanto bella di quella che ci fu donata dai nostri genitori»

M. R. – Terni, 19/07 «Usciamo dalla gabbia. Diamo valore umano a noi stessi. Basta con la finanza creativa e speculativa. All’interno degli stati uniti d’europa cambiamo il sistema economico. Basta con la logica del profitto basato su elementi non correlati tra costi e benefici. Un bene pubblico non puo’ generare profitto ad un privato. Io voglio che i miei risparmi possano essere investiti in titoli di stato senza dover pagare il conto titoli e tasse varie (stessi vantaggi che si hanno per i pir o se acquisto etf fondi comuni ecc..)»

F. F. – Osimo, 19/07 «È ora di dire basta ad un governo suddito della finanza internazionale che ha creato un unione europea per meglio gestire il controllo»

M. A. M. – Roma, 19/07 «Sosteniamo la piena attuazione della nostra costituzione»

C. D. M. – Amantea, 19/07 «Ho solo un desiderio: ITALIA LIBERA E SOVRANA»

B. D. F. – Como, 19/07 «USCIAMO DA QUESTA EUROPA AMMALATA. Sono d’accordo che l’Italia esca da questa Europa che è in mano a chi ci vuole annientare!»

G. C. F. – San Giovanni Rotondo, 19/07 «Per un’italia libera dall’usura e dal debito che opprime i popoli e le loro menti, contro la narrativa dominante del pensiero unico che vuole sempre meno diritti sociali»

G. F. – Torre del greco, 18/07 «Ci troviamo di fronte ad una scelta.
Vivere da Uomini liberi e riprenderci la nostra vita, permettendo ai nostri figli e le future generazioni di crescere e prosperare, o lasciare che i capricci di pochi ma potentissimi criminali distruggano la vita di miliardi di persone.
Gli uomini liberi non attendono autorizzazioni, ma agiscono con onore e responsabilità!»

E. O. – Forlimpopoli, 18/07 «Finalmente ho trovato un movimento che pone come primo ed unico punto nel suo programma politico l’uscita dall’unione europea ! Spero che si promuova al più presto un referendum popolare nazionale sull’Italexit!»

M. F. – Cesenatico, 18/07 «Affermiamo la Sovranità Popolare Dignità e lavoro per tutti»

S. C. – Forlì, 18/07 «Sostengo la manifestazione. Bene così avanti tutta. Approvo. Cordialmente»

L. P. – Masa, 18/07 «Liberiamo l’Italia dalla comunità europea. Liberiamo l’Italia dall’euro»

S. D. V. – Montforte D’Alpone, 17/07 «democrazia e applicazione della costituzione»

G. P. – Ovindoli, 18/07 «Aderisco perché dobbiamo riprenderci la nostra sovranità»

G. I. – Palermo, 18/07 «Sono stanco di vedere il mio paese un distaccamento per investitori finanziari senza scrupoli. Dobbiamo smetterla di sentirci un paese a sovranità limitata e pensare al nostro benessere come un obiettivo possibile. Distinti saluti.»

G. B. – Borgorose, 18/07 «aderisco perché credo che è arrivato il momento di uscire da questo stato di menzogna che ci rende schiavi di un sistema finanziario, e per ridare all’Italia l’importanza che merita»

B. C. – San Donato Milanese, 18/07 «Liberiamoci, con l’aiuto della nostra Costituzione, dal ricatto e dal giogo esercitati dalle èlite finanziarie, in cui ci siamo trovati inconsapelvolmente»

C. B. 18/07 «Abbiamo bisogno di una Italia Unita, pronta a difendersi dagli attacchi di chi ci vuole come un popolo suddito, ignorante e belante!!!!»

G. B. 18/07 «Aderisco per liberare l’Italia dagli atteggiamenti  traditori passati e presenti. Quelli presenti sono quelli che inneggiano che bisogna cedere all’Europa per riprenderci. Riprenderci??? cosa??? ancora tutto il danno fatto da loro e da altri loro simili che, beffa delle beffe, ricevono stipendi o pensioni pagati con le nostre tasse e con i nostri sacrifici ??? NO, NO BASTA !!! liberiamo l’Italia e mandiamoli in esilio!!!»

M. I. – Cerreto Guidi, 18/07 «E’ la prima manifestazione coerentemente sovranista in Italia e forse in Europa.
Massima apertura democratica e dialogo con tutti, nel solco però della Costituzione del 48»

C. C. – Catania, 18/07 «Sono nata in uno Stato SOVRANO.. RIVOGLIO la stessa cosa per i miei FIGLI. RIVOGLIO il mio TRICOLORE VERDE BIANCO ROSSO sventolare di nuovo SOVRANO E LIBERO DA CATENE»

S. C. – Trevignano romano, 18/07 «Aderisco perché credo sia arrivato il momento di prendere in mano la responsabilità del nostro destino, come singoli e come comunità di Italiani»

T. C. – Arzachena, 18/07 «Aderisco! Anche subito fuori da questa Europa!»

D. M. – Cassino, 18/07 «Sono per il denaro di proprietà del popolo!!»

G. D. – Salerno, 18/07 «Usciamo dalla gabbia Europea…»

W. O. – Codroipo, 18/07 «No euro»

V. A. – Eboli, 18/07 «Fuori dall’eurozona e dal cambio fisso»

S. P. – Lecce, 18/07 «Sono molto interessata in quanto io amo la mia Nazione, L’ITALIA, e vorrei tornare ad un ‘Italia libera e Sovrana»

M. L. F. – Milano, 18/07 «per un comitato nazionale di liberazione dal nazi-neoliberismo»

M. S. – Sassari, 18/07 «SOVRANITÀ MONETARIA/ATTUARE LA COSTITUZIONE
No nazi-neoliberismo; No banche private; Si al bene pubblico in tutti i settori»

E. F. – Napoli, 18/07 «Studio per diventare ingegnere-architetto e vorrei che, in futuro, le conoscenze che sto acquisendo con tanta fatica e passione, insieme alle mie capacità, andassero a beneficio del paese in cui sono nata e che amo, l’Italia. Per questo aderisco alla manifestazione “Liberiamo l’Italia”»

P. M. – San Severino Marche, 18/07 «Credo che sia giunto il momento di fare qualcosa contro una classe politica corrotta ed incapace che non ha assolutamente a cuore il “bene comune”…. Spero che molte persone capiscano la necessità di lottare per riappropriarci della nostra vita, delle nostre speranze e del nostro futuro che ci sono stati rubati.
Grazie della vostra iniziativa a cui cercherò di dare tutto il mio sostegno»

L. B. – Verbania, 18/07 «Vi sostengo poiché come cittadina ho bisogno di essere rappresentata da un governo che tuteli la mia serenità. Ho bisogno di un governo che rappresenti la mia dignità di essere umano. Ho bisogno che il governo smetta di strumentalizzare il mio incrollabile ottimismo. Vi sostengo perché siete le prime parole sensate che sento da più di vent’anni»

R. M. – Graz, 18/07 «Per far sentire la nostra voce coi mezzi civile, per far capire a chi ci governa che non hanno più il nostro consenso e la nostra approvazione. Per riprenderci quello che ci è stato tolto: la stabilità lavorativa ed economica, la libertà di stare vicini a casa nostra, di scegliere validi prodotti sani e locali. Recuperare la dignità, mediante il lavoro equamente pagato, la possibilità di avere famiglia e figli dove si è cresciuti. Infine, per un’equità tra Nord e Sud»

V. E. – Sant’Andrea Frius 18/07 «Liberiamo l’Italia, usciamo da questa UE. Liberare l’Italia significa cambiare paradigma, uscire dal liberismo per riaprire la stagione del popolo sovrano, moneta sovrana e liberi di essere nazione libera tra le nazioni e i popoli, di non assoggettarci più ai poteri forti trasnazionali e delle lobby massoniche della finanza globale. Per una confederazione tra popoli liberi dei confini statuali italici.
Sardi per la libertà dal colonialismo e militarismo italico e NATO»

L. P. – Roma, 18/07 «non voglio più vivere in una colonia»

I. Z. – Ossi, 18/07 «Spero che questo appello venga ascoltato da chi ha ancora a cuore le sorti di questo Paese. Facciamoci sentire!»

A. H. – Londra, 17/07 «Happy to put my name to the group Liberiamolitalia. As a Brexiter, I give my solidarity and support to liberiamolitalia and all European citizens fighting to liberate their nation’s from the democracy-usurping, growth-destroying EU.»

G. S. – Assemini, 17/07 «Fervente sostenitore dell exIT.»

M. M. Pittsburg, 17/07 «Sono quasi 12 anni che sono emigrato. Voglio che l’Italia esca dalla Gabbia per poter un giorno tornare!»

V. O. – Lecce, 17/07 «Uscita dall’UE (e dall’euro ovviamente) e attuazione della costituzione repubblicana, come UNICI due punti di programma, sono le condizioni essenziali per riunire sotto lo stesso partito persone consapevoli, che hanno storie e culture politiche diverse, con una finalità comune di liberazione nazionale.
Condivido l’iniziativa e promuovo la manifestazione del 12 ottobre. Non ci si può nascondere la difficoltà di strutturare e rafforzare un tale partito, contro tutto il capillare sistema di potere eurofilo, tuttavia ritengo che la principale precondizione per evitare un ulteriore fallimento sia la costituzione di un adeguato comitato di garanzia di altissimo profilo, chiaramente impostato per impedire infiltrazioni al vertice e conseguenti tentazioni a trasformarlo nell’ennesimo partito/movimento eterodiretto.
Se il messaggio passa, un tale partito (che ad oggi avrebbe almeno il 10% dei consensi) avrebbe da subito il grande merito di aprire un dibattito pubblico sui temi di reale interesse in grado di superare l’ambito ristretto della platea dei (pochi) veri sovranisti consapevoli»

L. L. – Canale, 17/07 «Io sottoscritto L. L. aderisco all’appello da voi lanciato al fine di liberare il nostro Paese dalla schiavitù della finanza speculativa ripristinando completamente la Costituzione Italiana del 1948 (abolendone il pareggio di bilancio) riappropiandoci in tal modo di ogni sovranità ceduta in toto o in parte ad organismi sovranazionali che non fanno gli interessi e il bene del nostro Paese.
Vi ringrazio per il vostro impegno e spero di prendere parte alla manifestazione del 12 ottobre. Cordialmente.»

A. B. – Roma, 17/07 «Sono un giovane laureato in architettura e credo profondamente nei valori culturali e costituzionali dell’Italia.
Desidero un’Italia “libera” e un’Europa dei popoli, dove i diversi usi e costumi siano un valore aggiunto e non qualcosa da combattere in nome dell’omologazione e della globalizzazione»

A. B. – Viterbo, 16/07 «Firmo l’appello per la liberazione dal dominio della finanza internazionale e per la attuazione della costituzione italiana»