I vostri messaggi

Condividi:

E. P. – Codroipo, 08/10 «L’Europa è una condanna a morte certa per l’Italia»

D. L. – Bari, 07/10 «Sento sempre più soffocante la presenza di una europa oppressiva e violenta verso i popoli»

G. D. M. – Londra, 07/10 «Aderisco con gioia e consapevolezza a questa iniziativa che si inserisce a pieno titolo nel quadro del cambiamento di cui abbiamo bisogno e della trasformazione che questo cambiamento necessita, per iniziare un percorso condiviso di nuova umanità e, come è stato detto, annunciare il cominciamento di un esodo che ci porti verso una liberazione interiore che ri-apra la porta della evoluzione e della condivisione cosciente del nostro destino di razza umana. Non sono in grado di poter dire in che modo potrò contribuire al successo di questa iniziativa ma certamente troverò il modo per dare anche il mio apporto, per quanto piccolo, a questo grande ed entusiasmante lavoro. Grazie!»

D. S. – Trapani, 07/10 «Liberiamo l’Italia dai tiranni che la gestiscono in disonore»

A. F. – Lanzarote, 07/10 «Un grazie a queste menti che poco a poco hanno cominciato a risvegliare le nostre coscienze….sopprimiamo quest’economia capitalistica e rimettiamo l’uomo al centro di tutto…in armonia con la nostra madre terra che non vogliamo smettere di maltrattare prima che sia troppo tardi.»

F. C. D. – Civitanova Marche, 07/10 «a 47 anni é la prima volta che mi muovo per politica. Anche se è più di vent’anni che faccio politica in ogni occasione sulla base filosofica e ideologica condivisa con i fondatori che ho conosciuto e sentito fin ora. Sostenendo con rigorosa stabilità d’animo l’osservazione e scoperta dei pricipi alle fondamenta dei processi e sistemi»

F. L. – Modena, 07/10 «Liberare l’Italia e l’Europa dalle oligarchie finanziarie è una necessità impellente e non più procrastinabile!»

A: E. – Scandale, 07/10 «LIBERTÈ EGALITÈ FRATERNITÈ
Dalla Francia vogliamo prendere solo questo motto, per una rivoluzione vera, forte e totale! Viva l’Italia sovrana! Viva la Costituzione sacra e inviolabile! Viva la vera democrazia! Viva il libero popolo italiano!»

F. T. – Milano, 07/10 «Concordo. Usciamo subito dalla UE e nazionalizziamo Banca D’Italia per riprendere la sovranità monetaria»

L. B. – Maggiora, 07/10 «Voglio tornare ad essere un cittadino ITALIANO, cosa che adesso non mi sento di essere!!!»

M. C. – Pontecagnano Faiano, 07/10 «uscire dalla UE per riacquistare la nostra sovranità ed attuare la nostra Costituzione»

P. D. D. – Foggia, 07/10 «Questa è l’Italia libera e democratica»

P. M. – Foligno, 07/10 «Aderisco per la vita dei miei figli e dei miei nipoti!»

R. V. – Giaveno, 07/10 «Con la speranza che nasca una nuova compagine politica antiglobalizzazione»

A. R. – Forlì, 07/10 «Anche le persone acculturate non conoscono niente della vera storia del nostro anche recente passato, e tantomeno le realtà economiche che stanno alla base della nostra attuale decadenza, voluta e perseguita da altri grazie alla disonestà ed incompetenza dei nostri pubblici amministratori e dei nostri politici. E’ possibile ancora diffondere corretta informazione e creare adesione popolare su temi purtroppo ignorati e trascurati dalle masse?»

A. M. – Rovito, 07/10 «condivido al 100 % analisi e programma. Grazie di cuore per l’ iniziativa»

S. P. – Catania, 07/10 «Trovo questa iniziativa di grande lucidità mentale, un appello a tutti i cittadini ad adunarsi e strutturarsi per vincere le oligarchie e riconquistare la vera sovranità»

M. K. – Roma, 06/10 «Per un nuovo rinascimento italiano ed europeo!»

D. D. A. – Fabrica di Roma, 06/10 «Tutto ciò che ho ascoltato da voi finora risponde al mio sentire. Vi ringrazio per l’impegno e per la coerenza che mostrate. Andiamo avanti a testa alta!!!»

C. G. – Cormano, 06/10 «Finalmente una manifestazione apartitica!»

M. P. – Catania, 06/10 «Condivido e faccio mie tutte le idee espresse sul manifesto e sostenute da tutti i promotori dell’iniziativa, alcuni dei quali (Marco Guzzi e Mauro Scardovelli, oltre che Byoblu) seguo da tempo assiduamente sui rispettivi canali di divulgazione cui mi sono iscritto in tempi non sospetti. Purtroppo non potrò essere fisicamente presente a Roma sabato prossimo, ma mi auguro di cuore che venga partecipata in massa»

G. C. – Galatone, 06/10 «Fuori dalla gabbia dell’euro per un’Italia libera e sovrana!»

C. B. – Monticello Conte Otto, 06/10 «Condivido la filosofia e ho bisogno di sentirmi parte si un gruppo che la pensa come me. Voglio una Italia migliore per le mie figlie»

C. M. – Foligno, 06/10 «Per ripristinare lo Stato Democratico e la Sovranità Monetaria. Per riportare al centro della politica e dell’economi il Pieno Sviluppo della Persona Umana. Per restituire alla nostra Costituzione il valore supremo nella gerarchia delle fonti. Per riportare l’etica sopra all’economia, e l’economia sopra alla finanza»

P. R. – Firenze, 06/10 «Aspettavo da tempo che l’Italia attraverso i suoi cittadini migliori si scuotesse da queste sabbie mobili in cui è caduta. Spero che si riesca a fare presto anche una televisione libera»

S. M. – Gandosso, 06/10 «È arrivato il momento di agire, guardare video e condividere mentalmente, ciò che i nostri intellettuali di riferimento diffondono da anni non è più sufficiente, ognuno di noi, che sente che sia la cosa giusta, deve dimostrarlo, ci vediamo a Roma il 12 ottobre»

R. S. – Rescaldina, 06/10 «Dobbiamo riprenderci IL NOSTRO PAESE…»

A. S. – Parabiago, 06/10 «Abbiamo il dovere di lasciare ai nostri figli un’Italia migliore, perlomeno dobbiamo tentare»

V. T. – Treviso, 06/10 «Finalmente! Da anni guardo i vostri video e ho sempre desiderato che vi uniste! Vi ringrazio profondamente, per il vostro atto, per la vostra saggezza ed umanità, poiché essa è un bene per noi tutti e per l’umanità»

F. B. – Treviso, 06/10 «Aderisco perché non sono più rappresentato dalla politica partitica. Mi riconosco profondamente nella carta costituzionale del 1948 ormai vilipesa e disattesa da tutto l’arco istituzionale. Voglio lottare perché essa sia attuata. Voglio lottare per il mio futuro, per il futuro delle prossime generazioni, un futuro di vera pace, prosperità, solidarietà dove non ci debba essere più chi viene lasciato indietro, solo di fronte ad ineguaglianze, ingiustizie e morte fisica e spirituale dell’individuo stesso»

M. S. – Palermo, 06/10 «Buon cammino a tutti noi»

F. Z. – Trieste, 06/10 «nuovo socialismo basato su valori verità etica, autenticamente cristiani, rifiuto del neoliberismo egoico, ladro di democrazia. Grazie a byoblu, all’informazione indipendente, la verità ci farà liberi»

A. R. – Ancona, 06/10 «Poche migliaia di persone al mondo cercano di mettere in catene virtuali tutto il resto.Riprendiamoci il nostro futuro»

N. M. – Roma, 06/10 «Lo svolgimento democratico all’interno di una nazione organizzata attraverso le piene funzioni e prerogative di uno Stato è precondizione vitale per una libertà autentica di popoli con l’obiettivo della cooperazione e dello sviluppo materiale e spirituale. Nessun modello economico può essere in contrasto con questo principio»

M. V. – Collecchio, 06/10 «Stanco di vivere in un mondo di Squali e poco “umano”…»

R. C. – Capranica, 06/10 «Io ci sarò, sento che il tempo sia arrivato, posso offrire tutta la collaborazione e la mia professionalità»

M. L. – Milano, 06/10 «Restare coesi e formare un fronte comune per difendere i diritti inalienabili dell’uomo e della nostra amata terra!»

M. S. – Salvaterra, 06/10 «Condivido e appoggio in pieno l’iniziativa
Spero di poter contribuire attivamente nel mio piccolo»

E. B. – Roma, 06/10 «aderisco alla vostra iniziativa, perché consapevole di ciò che sta avvenendo,e spero in un risveglio di massa.»

E. A. – Zagarolo, 06/10 «Sono e SARÒ con voi e a ROMA. Bisogna applicare e far applicare la Costituzione Italiana e liberarci/la da questo neo liberismo globalista, sovranazionalista, sfruttatore e criminale. CON I FATTI! BASTA PAROLE E FAVOLETTE MORALI»

R. R. – Cosenza, 06/10 «Mi piacciono le idee i principi e le personalità che aderiscono a questo movimento di molti di costoro ho letto i libri e visto ed ascoltato i video su youtube. In particolare condivido l’impostazione favorevole alla sovranità monetaria ed il pieno rispetto dell’art. 1 della costituzione sulla sovranità popolare. Per quanto riguarda l’analisi intellettuale ho letto i libri di Pietro Ratto su molte questione storiografiche ed ho cercato di approfondire le problematiche della cronologia di Fomenko. Infatti sono un grande appassionato di storia e fin da quando ero un bambino di 7 anni mi sono appassionato ala storia ed ho cominciato a leggere libri su di essa con avidità e passione e conosco abbastanza profondamente molte vicende storiche. Mi piace l’approccio critico del neoliberismo di Scardovelli e la sua impostazione non individualista e comunitaria ed anche ho ascoltato i suoi stupendi video sul potere e su varie problematiche psicologiche di cui sono un appassionato. Ho infine letto i libri di Enzo Pennetta e la sua impostazione fortemente antidarwiniana certamente collegata alla orrenda pratica neo-eugenetica sul controllo della popolazione e strettamente collegata all’impostazione neoliberale. Vorrei restare in contatto e vorrei partecipare a questo movimento appena nato. Purtroppo per inderogabili impegni non potrò partecipare con mio immenso dispiacere alla manifestazione del 12 ottobre. Ma alle prossime occasioni vorrei essere presente.ed in ogni caso partecipare a varie iniziative e sviluppare in Calabria le idee del movimento»

V. P. – Recco, 06/10 «Voglio manifestare contro le politiche economiche europee che hanno provocato il fallimento di tantissime famiglie, il degrado delle strutture pubbliche, una mancanza di investimenti nel sociale, nella prevenzione e nell’assistenza. anni di politica marchiata da collusione e corruzione hanno prodotto uno smantellamento pianificato di scuole, ospedali, sicurezza, infrastrutture, tutte realizzate con soldi pubblici e poi svendute a privati o private di manutenzione fino al degrado. I nostri giovani sono condizionati da una scuola che si è impoverita nei mezzi e nelle idee vengono sfruttati, sottopagati, costretti al precariato e all’incertezza. Vorrei offrire ai miei studenti un paese che sappia valorizzare, dove possano esserci pari opportunità e reali possibilità di un progetto di vita, dove si rispettino regole condivise come la Costituzione e sappia contenere le ingerenze dei vari gruppi bancari europei sull’economia italiana. La manifestazione di piazza di tante persone deve riuscire a scuotere le coscienze, solo uniti si può realizzare un cambiamento.»

M. G. – Modena, 06/10 «Ho già scritto ma sento il bisogno di dire di più..
Cercherò in tutti i modi di esserci, anche affrontando un spesa non da poco per me e rinunciando ad impegni importanti, perché questo evento è molto più importante! Bella la data: 12 ottobre, la scoperta dell’America, come data per scoprire noi stessi, la nostra forza e determinazione nel dare inizio ad un nuovo mondo, che rimette al centro l’UOMO e la sua DIGNITÀ, l’orgoglio di appartenere ad una Comunità di persone LIBERE da osceni e inaccettabili ricatti economici. Ci diranno che siamo degli illusi, che quello che chiediamo è da pazzi, che l’UE e la BCE ci proteggono, perché noi siamo un Paese fragile, pieno di gente corrotta, di evasori fiscali, incapace di tenere i conti in ordine, quindi ci vuole Qualcuno che ci metta in riga, per il nostro bene.. Orwell non avrebbe saputo immaginare di peggio.
Ma oggi, qui, vedo che siamo tanti, che abbiamo iniziato a pensare.. E come diceva il grande Lucio Dalla, il pensiero è come il mare, non lo puoi fermare, non lo puoi recintare..
Grazie a chi ha dato inizio a tutto questo.
Ora tocca a noi fare in modo che l’onda di questo mare si propaghi dappertutto, portando via le incrostazioni di bugie e falsità che ci hanno propinato per tenerci in questa prigione!
Sarà una battaglia difficile, cercheranno di fermarci in tutti i modi. Prepariamoci alla controffensiva dell’informazione di regime con le armi della cultura e della verità!
LIBERI-AMO la nostra ITALIA da chi non la ama per niente!.. Proteggiamo i valori dei nostri Padri Costituenti! Le formiche unite possono spostare un elefante! (proverbio africano)»

L. R. – Firenze, 05/10 «spero davvero che sia l’occasione di incontrare e sostenere persone che come me hanno voglia di andare avanti non ostante la confusione che blocca le intenzioni, i sogni e le aspettative di far tornare il mio paese il posto nel quale si sia felici di vivere»

E. M. – Veggiano, 05/10 «Finalmente l’evoluzione delle anime si fa sentire!»

A. S. – Firenze, 05/10 «Da troppo tempo i popoli europei stanno subendo le conseguenze di politiche economiche scellerate, basate su fredde leggi di bilancio che sono già costate molte vite e sacrifici (l’austerità fino a che prezzo..??) dobbiamo farci sentire tutti insieme, non possiamo più delegare!»

C. V. – Firenze, 05/10 «Sono felice di esserci per contribuire all’inizio di questa rinascita in cui spero da anni, e che rimetta al centro la dignità di ogni essere umano, la collaborazione e la gratuità, contro ogni forma di sfruttamento, mercificazione e spirito di individualismo e competizione sfrenata..»

A. P. – Busto Arsizio, 05/10 «L’unione fa la forza»

G. C. – Rivarolo di Torrile, 05/10 «Aderisco al vostro progetto perché mi trovo in esatta comunanza di spirito e di intenti»

S. C. – Torreano, 05/10 «Anche se non potrò essere presente alla manifestazione di Roma, aderisco pienamente agli ideali ed al manifesto di Liberiamo l’Italia»

M. C. – Roma, 05/10 «Non si può restare inerti mentre tentano di ucciderti»

A. P. – San Vittoria in Matenano, 05/10 «Sono in linea col pensiero filosofico e politico della manifestazione»

E. M. – Roma, 05/10 «Liberiamo l’Italia liberandoci dall’Europa: perchè la povertà offende anche chi non è povero e l’ingiustizia è intollerabile anche per chi non la subisce. Perché il dolore degli altri è anche il mio dolore…»

C. P. – Torino, 05/10 «Per un Italia libera da dettami provenienti da altri paesi europei che non vogliono far altro che rovinare il nostro paese per poi impossessarsi di tutti i suoi tesori,italiani compresi»

P. L. – Bolzano, 05/10 «Vorrei ricostruire un mondo di giusti tra i giusti e di pace nella fratellanza dei popoli»

M. D. – Genova, 05/10 «Nessun partito e tutti uniti perché la Costituzione italiana sia rispettata!»

A. C. – Genzano di Roma, 05/10 «Condivido tutto di questo intelligente programma e farò il possibile per essere anche fisicamente presente alle vostre iniziative. Grazie!»

M. C. – Dorno, 05/10 «Tutti insieme, per mantenere il cuore e la mente accesi, liberi e aperti alla Vita e alla Verità»

M. B. – Rho, 05/10 «Spero in un risveglio delle coscienze in senso positivo, umanista, solidale ed unitario. Confido che ognuno di noi accetti di aprire la propria mente ed abbia il desiderio di capire. Sono stanco di vedere l’inferno intorno a me quando si potrebbe vivere tutti in paradiso. Ad maiora!»

F. B. San Cesario sul Panaro, 05/10 «La ue (scritto in piccolo di proposito) ci sta vessando da oltre 25 anni adesso basta ITALEXIT»

G. B. – Scandicci, 05/10 «Voglio riprendermi la mia identità in uno Stato che riconosca i bisogni di tutti e in una Patria da difendere con confini e Costituzione precisamente applicati, basta accozzaglie di genere e popoli inserite in un frullatore chiamato EU e manovrato da estranei»

G. F. – Reggio Calabria, 05/10 «Da molti anni ho la consapevolezza di essere stato ingabbiato da questa “fantomatica” unione europea. Ognuno di noi ha il dovere di ribellarsi a questa “DITTATURA”.
TUTTI A ROMA IL 12 ottobre»

C. I. – Roma, 05/10 «Liberiamo l’Italia: dal neoliberismo, dai grandi poteri finanziari, dalla schiavitù del debito, dai vincoli contro i diritti costituzionali, dai trattati europei, dall’imbarbarimento culturale, dalle violazioni dei più elementari diritti umani, da dominazioni sovranazionali, dallo screditamento degli ideali, dalla personalizzazione della politica, dal mito dei mercati, dal condizionamento psicologico che impedisce di vedere soluzioni ovvie, dalla contrapposizione culturale fra partiti che non dovrebbero più esistere, dal populismo utilizzato come strumento di gatekeeping, dai falsi problemi che distolgono da quelli veri, dalla strumentalizzazione del problema dei migranti, da tutti i personaggi da circo che ora sono in parlamento, dalle alienazioni di beni pubblici e strategici, dal preconcetto che impedisce di capire che la politica prevale sull’economia che a sua volta prevale sulla finanza, dalla megacazzata di perseguire “crescita del PIL” e non sviluppo sociale. Ho dimenticato qualcosa?»

L. S. – Firenze, 05/10 «Aderisco totalmente al manifesto e alla presentazione della manifestazione del 12 che ho seguito su Byoblu. Cercherò in tutti i modi di essere a Roma per le 14»

C. P. – Morgano, 05/10 «E’ indispensabile uscire dalla trappola in cui ci hanno messo i poteri forti con la collaborazione di traditori italiani della nostra patria. Ciò non significa rinnegare la fratellanza con gli altri popoli, ma togliere la nostra adesione a questo tipo di contratto europeo che, di fatto, ci sta impoverendo, togliendo il futuro ai nostri figli, spingendo l’Italia, l’Europa ed altre nazioni verso l’autodistruzione e verso una, così, inevitabile altra guerra mondiale»

A. M. – Carugo, 05/10 «meglio 3 passi indietro che uno in avanti in questa follia capitalista»

A. P. – Napoli, 05/10 «Fuori dalla Matrix europea, guidati dai valori della Costituzione Italiana»

D. A. – Milano, 05/10 «Uscire e aiutare gli altri a uscire dalla caverna e smontare le verità che crediamo di avere conquistato con la competizione invece della collaborazione, il profitto invece della condivisione, l’arricchimento invece della solidarietà»

R. R. – Scandriglia, 05/10 «Parteciperò alla manifestazione»

D. M. – Ferrara, 05/10 «I motivi per cui aderisco sono troppi da elencare e non mi dilungo, per lo più, sono quelli che ricorrono nei video di byoblu e negli articoli di sovranità popolare»

G. C. – Pompei, 05/10 «siamo stufi di farci prendere in giro dai nostri politicanti al soldo del mercato della finanza e tutto il potentato globalista che ci vorrebbe vedere sempre più in ginocchio ad elemosinare per poter sopravvivere, vendiamo cara la pelle, e soprattutto riappropriamoci dalla nostra sovranità e monetaria ,popolare e cerchiamo di risvegliarci da questo incubo, anche se la fuoriuscita dal euro non sarà cosa facile spezziamo questo loop temporale che ci tiene in apnea da quasi un ventennio!! un in bocca al lupo a tutti noi»

F. G. – Grosseto, 05/10 «Da anni sentivo questa esigenza. Grazie di averla resa Concreta»

M. M. – Pisa, 05/10 «Sono stufa dello strangolamento praticato sulla nostra economia da banche speculative e politici a loro compiacenti»

S. M. – Nuvolera, 05/10 «Ci troviamo di fronte ad una profonda crisi antropologica dell’umanità, la rivoluzione in tal senso deve essere innanzitutto interiore e quando ciò inizia ad avvenire non si può che prendersene la responsabilità, unirsi ed allineare la propria urgenza di cambiamento gli uni agli altri per far si che una rinascita e una nuova ridefinizione del concetto di umanità sia possibile»

M. B. – Milano, 05/10 «Consapevole della necessità di una coesione e fratellanza tra i popoli e superando le difficoltà delle distanze sono felice di partecipare al corteo di uomini che reclamano la libertà, autonomia, e nuova umanità»

M. C. – Parma, 05/10 «Un piccolo gesto individuale… per un grande intento umanitario. Io, M. C., do sostegno e fiducia piena a chi da voce, mente e cuore alla nostra incombente rivoluzione umanistica! Liberiamo l’italia per liberare la nuova umanità!»

S. T. – Venezia, 05/10 « Emigrai all’estero, tornato per lottare.»

D. N. – Drapia, 05/10 «Un augurio per tutti noi umani per una felice rinascita»

D. C. – Castelleone, 05/10 «Sono pienamente d’accordo con le vostre idee, per un’onda che cerca di disfare tutto quello che va contro il popolo e le sue decisioni. Basta con questa politica truffaldina che vuole imporre e non ascolta. Basta europa così com’é. Bisogna cambiare finalmente!!!
Grazie per tutto quello che state facendo»

A. M. – Alba Adriatica, 04/10 «Aderisco perché sono ormai 3/4 anni che seguo i vari Amodeo, Bifarini, Grossi , Galloniecc ecc. grazie a Byoblu scoperta quasi casualmente ho iniziato a capire il meccanismo perfetto ed ho approfondito acquistando vari libri dei suddetti. Era ora di muoversi in massa e mancavano delle guide culturali e filosofiche. Nel mio piccolo cerco di fare proselitismo anche se il termine nn è adatto ….
E’ dura perché molta gente è piatta , senza più nerbo e speranza ma soprattutto intrisa dai media fino al midollo. Però il varco ha iniziato ad aprirsi sempre di più. E’ il momento di affondare il colpo e ricreare una nazione e soprattutto un sentimento popolare che prediliga prima di tutto una nuova cultura partecipativa. Ad majora.
Il 12 ci sarò !»

A. S. – Latina, 04/10 «Smascherare il falso e far emergere il vero, dare la sovranità a un Paese che ne è ormai privo da anni»

G. B. – Grotteria, 04/10 «Per provare a cambiare»

I. N. – Bologna, 04/10 «Voglio fare parte della nuova rinascita. Credo che gli italiani possono avere la passione e le capacità, spero di poter vedere una nuova era che fonda le radici in una etica profonda, che si basa sulla evoluzione delle coscienze»

A. T. – Padova, 04/10 «Condivido il pensiero e la filosofia degli organizzatori, contro il modello economico neoliberista»

E. M. – Vaprio d’Adda, 04/10 «Voglio credere che il buono dell’umanità possa creare un mondo migliore per noi e per i nostri figli»

M. F. – Bra, 04/10 «Appoggio appieno le idee del progetto»

M. G. – Bassano del Grappa, 04/10 «Carissimi Italiani, vorrei potere essere con voi il 12 ottobre, intendo fisicamente, ma sarò comunque con voi in prima fila a combattere per la liberazione del Nostro Paese.
Ci saranno sempre più manifestazioni civili di ribellione a questo stato di cose e sicuramente mi sarà data la possibilità di intervenire, partecipare, condividere. Fate memoria di questi ultimi tre verbi ..!!!..
Siamo tanti, siamo noi, siamo gli Italiani, quelli veri, che amano la propria Patria, che sventolano con orgoglio il Tricolore.
Diamo un segno tangibile della nostra presenza e del Nostro Amor Patrio.
Viva la Libertà, Viva l’Italia ..!!!..
Un cittadino Italiano»

R. M. – Torino, 04/10 «Mi sento come un patriota del nostro glorioso Risorgimento»

P. Z. – Campi Bisenzio, 04/10 «Sono convinto che così non si può più andare avanti. Serve un movimento che faccia capire a quante più persone possibile quello che i mass media non ci dicono. Spero per i miei figli che il cambiamento possa avvenire. Auguri»

F. N. – Lucca, 04/10 «L’accettazione del “Sogno Europeo”, in quanto sogno, presupponeva che fossimo addormentati. Lo siamo stati in molti e mi pare che troppi lo siano ancora. E’ ora di svegliarsi. Spero che questa manifestazione sia l’inizio di qualcosa di concreto, duraturo e unitario. In bocca al lupo a tutti noi»

A. R. – Bologna, 04/10 «Grazie!»

V. F. – Stradella, 04/10 «Dopo il buio uno spiraglio di luce, aspettavo da tempo che persone acculturare non propriamente avvinghiate al sistema apparissero all’orizzonte politico con un forte senso critico perché solo la critica e un po’ di umanità sociale ed “economica” come dite voi possiamo salvare i nostri figli»

G. M. – Genova, 04/10 «Sono ormai un po’ il là con gli anni. Spero sempre però che ci sia un nuovo inizio e questa manifestazione può esserlo»

L. S. – Varese, 04/10 «Aderisco perché, da troppi anni non sentendomi rappresentato politicamente, ho votato il “meno peggio”, rimanendo costantemente deluso e sentendo sempre una maggiore frustrazione. Ora sono commosso scoprendo che ci sono uomini coraggiosi, che tengono a me anche non conoscendomi, al punto da giocarsi totalmente in un mondo “pericoloso” capace di eliminare chi contrapponeva al potere. Ed io non posso che aderire e finalmente partecipare a qualcosa in cui credere veramente. “Liberare l’Italia”»

R. B. – Civitavecchia, 04/10 «Aderisco pienamente, ci vediamo il 12 ottobre a Roma. Grazie mille»

F. M. – Lurate Caccivio, 04/10 «Ben venga questo inizio di cammino per un vero e totale cambiamento umanitario,rimettiamo l’uomo al “centro della terra”,e che ci porti fuori definitivamente da questo profondo pozzo nero
in cui scelte volute scelleratamente da chi (speriamo un giorno vengano rese note le facce), ci sta scaraventando l’intera umanità.Buon cammino»

F. P. – Roma, 04/10 «Era giunto il momento di riunire certi menti in un solo pensatoio. Sono molto interessato a vedere quanti parteciperanno alla manifestazione. Io ci sarò. Iniziamo…»

G. G. – Galatone, 04/10 «Fuori dalla gabbia dell’euro per tornare ad essere sovrani!»

A. P. -Giugliano, 04/10 «Non perdiamo la speranza»

G. C. -Bari, 04/10 «Sognando un rinascimento italiano»

G. C. – Reggio Emilia, 04/10 «Bene, ottima iniziativa»

M. C. – Lodi, 04/10 «Aderisco alla raccolta firme per sostenere i principi inalienabili della libertà e democrazia»

A. T. – Cagliari, 04/10 «L’uomo al primo posto»

A. A. – Alessando, 04/10 «non vedo l’ora che inizi questa avventura che, sono sicuro, ci porterà molto lontano. Avanti tutta»

M. D. S. – Nardò, 04/10 «Aderisco con entusiasmo ed emozione ad un movimento che rappresenta e può dare voce ai sentimenti di paura, sofferenza, subordinazione e, per citare il titolo di un libro, di “Libertà dei servi” che l’omologazione, il consumismo, la “economi/banco-crazia” & co stanno seminando da decenni. Non mi sono mai iscritta ad alcun partito, non mi sono sentita rappresentata e non amo gli schieramenti e credo non abbiano più basi credibili su cui poggiare. Ma credo e spero ancora in un nuovo umanesimo!»

T. E. – Mercogliano, 04/10 «non sopporto la coercizione malcelata di questo sistema oligarchico, sono nata libera e così voglio morire»

N. A. – Coreglia Ligure, 04/10 «Plaudo all’iniziativa e conto di riuscire a venire a Roma per essere, anche fisicamente, con voi. Auguro a tutti che questo sia il primo passo su una strada di consapevolezza ed emancipazione»

D. S. – Perugia, 04/10 «Sono un ex attivista del M5S e candidato alle scorse 2 tornate elettorali comunali, deluso dalla svolta che da tempo il movimento ha preso e di cui, rispetto agli ideali originali, mi vergogno profondamente.
Spero che questo possa essere un nuovo inizio, insieme a tutti gli altri nuovi e vecchi movimenti partiti ed associazioni che hanno capito qual’è il nodo fondamentale dei problemi che la nostra specie ha e deve risolvere se vuole continuare a sopravvivere o almeno a non cancellare la vita sul nostro pianeta»

A. I. – Castelfranco di Sotto, 04/10 «riprendiamoci la nostra dignità»

M. C. C. – Bologna, 04/10 «Urge una rapida e impattante azione per evitare una vanificazione e distruzione totale di tutte le conquiste sociali fatte nel passato identificando soluzioni fattibili e concrete senza mettere gli individui l’uno contro gli altri inneggiando a fantomatiche identita ma razionalizzando le loro reali necessità casa reddito e convivenza»

C. D. E. – Napoli, 04/10 «E’ tempo di unirsi. Come una mano è delicata e indifesa quando è schiusa tanto è forte quando serra in maglio, Uniti si vince»

F. L – Formia, 04/10 «Per gli agricoltori italiani in ginocchio, per gli artigiani italiani in ginocchio, per i bambini di oggi che non verranno accompagnati nella scoperta del loro genio personale e delle loro magnifiche potenzialità, ma inseriti come pezzi di ingranaggio tutti uguali in un sistema ormai alienato alla vita stessa»

S. C. – Roma, 04/10 «La libertà dobbiamo conquistarla e difenderla noi stessi»

R. M. – Palermo, 04/10 «Finalmente si passa ad un’azione socio-politica culturale fuori dai dogmi precostituiti, fuori dagli “ismi” così perniciosi e denigranti l’intelletto umano, per la costituzione di un pensiero umano ed umanistico che ci permetta di fare un balzo avanti in senso etico, morale e culturale. E’ necessario, a questo punto, sganciarsi da quelle catene sub-culturali che ci hanno allontanato dalla vera natura dell’uomo: essere sociale e comunitario che non tollera la competizione e mette al primo posto la solidarietà, la collaborazione, la fratellanza all’interno del popolo-nazione e fra i popoli che, con le loro precipue differenze, creano bellezza e armonia»

C. M. – Rovereto, 04/10 «E’ doveroso per ogni cittadino, sostenere, chi con coraggio difende la verità. Grazie a tutti»

E. I. – Rovellasca, 04/10 «Interprete/Coreografa/Operatore Olistico/DISOCCUPATA (scusate il cinismo ma questa mia condizione è totalmente sintomatica della situazione social-politico-culturale in cui siamo intrappolati, e non solo in Italia).
Sono esausta di soffiare contro i mulini a vento da sola e ho grande desiderio di trovare persone affini con cui “sporcarsi le mani” ed essere il cambiamento autentico verso una comunità umanitaria e altruista»

A. C. – Pantelleria, 04/10 «Diamo voce ai popoli, prima che alle oligarchie liberiste»

R. P. – Sutton, 04/10 «Vorrei poter vivere in una società più umana sotto tutti i fronti. Vorrei vedere umanità nello Stato/politica, nell’economia, nel lavoro, nell’istruzione, nella sanità, nei rapporti con gli altri. Una società con meno disuguaglianze, meno egoista, centrata sulla collettività e non sull’individuo, dove gli Stati e le persone collaborino e non si azzannino a vicenda, dove la tecnologia e il progresso vengano utilizzati non per stravolgere la natura ma per migliorare la vita dei popoli, o meglio dove “migliorare” la vita dei popoli non voglia dire stravolgere la natura.
Il mondo odierno non ha senso!»

A. B. – Hamilton, 04/10 «Riscossa delle coscenze»

R. D. – Palaia, 04/10 «Uniti e consapevoli contro la menzogna ed il dispotismo. Difendiamo la nostra gilanica umanità»

T. C. – Amelia, 04/10 «Aderisco perché penso che sia giunto il tempo di unirsi in difesa dei diritti umani di tutti e non solo degli italiani e perché credo in una evoluzione pacifica nella libertà, nella verità, nel progresso sostenibile e nella solidarietà umana. Sono molto riconoscente a coloro che stanno “mettendo la faccia” in questa iniziativa, che, attendevo ormai quasi senza speranza e alla quale contribuirò come potrò, per sostenerla. Le forze luminose della riscossa sono finalmente all’opera»

A. I. – Monza, 04/10 «Grazie per quanto state facendo»

G. C. -Ravenna, 04/10 «credo sia il momento per iniziare a costruire un nuovo modello di società, nella quale la persona impara a vivere libera, sana e felice»

S. B. – Grosseto, 04/10 «Sono cittadino albanese che vivo da quasi 30 anni in Italia. Mi unisco a questa iniziativa. Mio appello è a tutti coloro che risiedono in Italia: Tutti uniti e senza distinzione di provenienza, ideologie o simpatie politiche per liberarsi da questa gabbia di dittatura economica e politica, perché non possibile che uno lavora tutto il mese e deve vivere con la paura di rimanere senza soldi fino al prossimo stipendio. Questo non è altro che la schiavitù moderna. Uniamo le nostre forze per una giusta causa»

D. D. A. – Mosciano Sant’Angelo, 04/10 «Sono pronto per attuare il nuovo umanesimo, da artefice. Tutte le persone consapevoli si debbono unire. Altruismo ed Etica e coretto metodo di comunicazione le parole d’ordine. Tutto può avere inizio soltanto da una ritrovata sovranità monetaria. Basta delegare privati a stampare (ovvero digitare) i nostri soldi, appropriarsene all’atto dell’emissione e prestarceli dietro interessi. Vogliamo opporci ad un potere di potenza inimmaginabile, ma questo non è il problema maggiore. Il problema maggiore è rappresentato dall’ignoranza e dall’inconsapevolezza del 99% degli esseri umani sulle cause che determinano le cicliche crisi, le guerre e la povertà nel mondo. Il lavoro principale che dobbiamo fare, e da cui si deve partire è diventare (ognuno di noi) antenne ricetrasmittenti di queste consapevolezze»

C. G. – Palermo, 04/10 «Trovo indispensabile per la sopravvivenza della nostra specie protestare ed agire a favore di una Umanità libera da qualunque Oligarchia pseudo-nazista o Neoliberale che ha come scopo il controllo su ogni singolo individuo, annientandone la capacità di pensare autonomamente e di agire di conseguenza ed inoltre di ridurre la nostra esistenza fino a farci divenire semplice bestiame d’allevamento»

F. C. – Agugliaro, 04/10 «Io sono disposto a contribuire, se ne vale la pena, con azioni, ma ho sempre visto solo parole da chi piace professare. O cambiate il modo di essere intellettuali o il vostro ottimismo è nullo. Quello che voglio dire, da anni, è che la gente normale è troppo lontana da questo mondo “informato”»

D. C. – Val di Zoldo, 04/10 «Liberiamoci! E liberiamo i nostri figli… Lo dobbiamo loro… Mamma di 3 creature fantastiche»

S. M. – Ferrara, 04/10 «Liberare l’Italia dalla gabbia europea è il primo passo per attuare la costituzione»

G. P. – Livorno, 04/10 «Aderisco all’iniziativa, pur non potendo aderire fisicamente alla manifestazione. Finalmente, nel nostro paese, si vedono segni di un risveglio delle coscienze; una primavera si annuncia dove intellettuali di varia provenienza, si uniscono al fine di offrire attraverso studio e dialogo una nuova e alternativa visione del mondo. Tutto questo in ascolto del popolo e delle classi meno agiate che più di tutti stanno subendo da anni la vessazione operata dal sistema liberista. Riscopriamo il valore della costituzione italiana che tutti ci unisce, fornendoci la ragione di uno sperato e auspicato orgoglio nazionale. Un sano nazionalismo che ci protegga dall’inganno malefico del cosmopolitismo asservito alla finanza mondiale, ma che sia aperto ad ogni popolo e nazione che abbia riscoperto i valori di solidarietà, rifiutando la competizione come strumento di sfruttamento e di divisione. Auguri di buon lavoro a tutti»

R. M. – Castello di Brianza, 04/10 «Spero in un mondo migliore per me ma soprattutto per i miei figli»

N. A. – Toronto, 04/10 «Liberiamo la nostra PATRIA dal giogo dei barbari»

A. M. -San Pietro Vernotico, 04/10 «Uniamoci per l’Italia e non facciamoci dividere»

G. E. – Roma, 04/10 «Liberiamoci e liberiamo l’Italia!»

B. C. – San Donato Milanese, 04/10 «Torniamo in piazza a contarci, a farci sentire per liberarci»

S. C. T. – Collesano, 04/10 «aderisco a questa iniziativa per liberare la Patria Italia dalle grinfie sataniche dei clan massonico-bancari, che usano i lacche’ dell’U.E. per umiliare i popoli, e le democrazie costituzionali. VIVA L’ITALIA»

F. R. – Piazza Armerina, 03/10 «Lunga vita alla Costituzione italiana del 1948 e alla sua integrale attuazione! Viva l’Italia libera dalla morsa dell’UE e dell’Euro»

C. G. – Brezzo di Bedero, 03/10 «Grazie per questa opportunità di cominciare a farci sentire. Dovranno seguirne altre, e non solo manifestazioni. Occorre fare, e presto»

O. D. O. -Benevento, 03/10 «Credo profondamente nei principi sanciti della Costituzione Italiana»

U. I. – San Severo, 03/10 «”Giuriamo far Libero/ Il suolo natio/ Uniti, per Dio,/ Chi vincer ci può!?” Dal nostro inno nazionale»

S. A. – Palermo, 03/10 «Non posso essere fisicamente presente, ma sono con tutti voi. Auguri per una ottima riuscita»

T. T. – Forlì, 03/10 «Liberiamo l’Italia»

M. S. – Porto Sant’Elpidio, 03/10 «Resistere!»

C. M. – Palermo, 03/10 «”Quando un governo non fa ciò che vuole il Popolo, va cacciato via anche con mazze e pietre” (cit. Sandro Pertini)»

C. F. – Napoli, 03/10 «Necessario, oltre a discussione e confronto tra consapevoli, comunicare ai cittadini per renderli consapevoli. Operazione che faccio come Giulietto da oltre 50 anni, ma molti, vicino a me e a Giulietto (Chiesa), hanno tradito. Oltre al confronto necessità organizzarsi per difenderci, è necessario un nuovo CLN, partiamo da qui per verificare se possa nascere un CLN. Un grazie enorme e un abbraccio fraterno»

A. C. – Spilimbergo, 03/10 «Riportiamo al centro della politica la figura dell uomo!»

R. S. – Rosta, 03/10 «Vorrei esser presente alla manifestazione ma impegni familiari me lo impediscono. Avrei voluto stringere la mano a Mauro Scardovelli e a Marco Guzzi, che seguo da anni by web. Spero di poterlo fare per ringraziarli di vero cuore del Cammino che stanno fieramente percorrendo in testa a quello che speriamo diventi un lungo corteo. Buona marcia e buona permanenza a tutti i partecipanti.»

F. R. – PN, 03/10 «L’Italia è il più bel paese del mondo e io sono orgoglioso di essere italiano! L’ Italia deve ridiventare uno stato identitario, svincolato dal giogo delle élite finanziarie, delle culture ultra europeiste e degli interessi sovranazionali. Il modo migliore per garantire la stabilità tra gli stati è quello di restituire agli stessi la propria identità, la propria cultura e la propria moneta. W l’Italia!»

C. P. Roma, 02/10 «Un grazie di cuore agli organizzatori per aver dato la grande possibilità agli italiani di rappresentare il loro dissenso nei confronti di chi vuole l’Italia un paese senza identità. Io sarò in piazza a sostenere l’anima della manifestazione, i patrioti che amano davvero il nostro bellissimo paese, ricordando gli italiani che diedero la vita in nome della costituzione»

G. F. – Roma, 02/10 «Vogliamo provare a uscire dal buco nero liberista? Vogliamo differenziarci dalle forze politiche contrarie a questa Ue e che salite al governo hanno strategicamente dimenticato le loro promesse anti europeiste e contro la mostruosità della moneta unica? E allora senza indugi lavoriamo per la promozione di una legge di iniziativa popolare -chiave per la modifica della carta cost.le – e poi avanti per il referendum per uscire dall’euroMonster»

S. B. – Como, 02/10 «Liberiamo l’Italia»

F. G. – Londra, 02/10 «Per una reale attuazione della Costituzione Repubblicana del 1948»

M. D. – Montichiari, 01/10 «Liberiamo l’Italia»

S. A. – Siena, 01/10 «E’ una iniziativa che condivido, così come ritengo indispensabile reagire a questa auto distruzione sociale ed economica della nostra bellissima Italia, quella che hanno difeso i nostri nonni.
E sono morti per difendere la nostra libertà.
Le guerre continuano ed i motivi sono sempre i soliti, ma mascherati.
Ne sa qualcosa la Grecia»

C. P. – Germania, 01/10 «Aderisco per la libertà del popolo italiano»

D. X. – Canale d’Agordo, 01/10 «Spero in un’Italia migliore»

G. S. – Campiglia Marittima, 01/10 «Parteciperò perché voglio la mia Italia libera dalle lobby finanziarie e dai burocrati di Bruxelles, voglio che l’Italia riprenda la sua sovranità. Voglio essere un uomo libero nella mia patria»

G. P. – Roma, 01/10 «A favore della tutela e della promozione di una comunità sociale cooperante e solidale. Soprattutto in ambito lavorativo e familiare nel rispetto dei principi della costituzione italiana, del buon senso e del buon costume. Per una politica inclusiva e “redentiva” basata sul mutuo soccorso tra esseri umani aventi pari dignità alla vita e allo sviluppo politico, sociale, economico e spirituale»

T. C. – Roma, 01/10 «Innamorato dei valori promossi dalla UniAleph che partecipa alla iniziativa!»

M. C. – Roma, 01/10 «uniti per uscire dall’incubo liberista»

B. D. C. – Pratola Peligna, 01/10 «Aderisco perché, come tanti, sono stanca di non avere un futuro per me e per mia figlia… Voglio vivere in un paese più equo e giusto»

A. S. – Grecia, 30/09 «Forza da Atene»

D. M. – Gaeta, 30/09 «ITALEXIT»

L. B. – Salerno, 30/09 «Liberiamo l’ITALIA»

G. A. – Castello d’Argile, 30/09 «Non tutto il popolo è pecora»

I. B. – Bergamo, 30/09 «Conoscenza, libertà e verità»

A. P. – Udine, 29/09 «bene, apprendo con interesse che si sta organizzando un fronte democratico, patriottico in opposizione a questo schifo che avanza su tutti i fronti. Alla manifestazione del 12 ottobre cercherò di esserci»

R. B. – Trieste, 28/09 «Voglio levare il potere a questi signore dall’alta finanza»

D. R. – Assisi, 27/09 «Avanti!»

D. G. – Savona, 26/09 «Senza sovranità nazionale non esiste democrazia»

E. D. B. – San Lorenzo Maggiore, 26/09 «Aderisco all’appello per il 12 ottobre in Roma cui spero prendere attivamente parte. Vorrei ritornare a vedere applicata la nostra amata Costituzione innanzitutto perché i miei figli vi si possano riconoscere e per il riscatto dall’orrendo dominio che ci opprime»

G. R. – San Lorenzo Maggiore, 26/09 «Aderisco all’appello e farò di tutto per essere a Roma il 12 ottobre insieme a tanti altri patrioti uniti sotto il tricolore italiano»

F. C. – Melfi, 26/9 «Grazie a tutti voi che state organizzando questa manifestazione. Aderisco convintamente a tutti i principi su cui è stata convocata: «LIBERIAMO L’ITALIA! Usciamo dalla gabbia della UE! Riprendiamoci la sovranità monetaria! Riconquistiamo la democrazia! Applichiamo la Costituzione del 1948! Lavoro e dignità per tutti!» In particolar modo, un grazie di cuore a Grossi, Scardovelli, Fusaro, Bifarini, Alterio, Guzzi, Ratto, Amodeo, Blondet, Galloni, Toscano, Sylos Labini, Borgognone, Cresti, Brandi e a tutti quelli che sicuramente dimentico. Così si fa! Tutti uniti per il bene del Paese. Mi auguro di vederli in prima fila il 12 ottobre, con il tricolore, e di vederli intervenire uno per uno dai microfoni! Io ci sarò. Ci vediamo il 12 ottobre!»

P. D. I. – L’Aquila, 26/09 «Facciamo sentire la nostra voce, non rimaniamo sempre in silenzio accettando tutto da questa dittatura mascherata da democrazia»

J. L. D. – Nizza, 26/09 «La stessa cosa succede oggi nel Regno Unito con la resistenza del Parlamento britanico al “Brexit” e al Primo Ministro Boris Johnson, e contro il desidero del popolo britanico. Questo non mi stupisce più! Buon coraggio a tutti!»

G. C. – Civitanova Marche, 26/09 «Parteciperò perché voglio distruggere questa unione europea ed uscire il prima possibile da questo incubo senza dimenticare che dovranno pagare tutti i traditori della nostra patria»

M. L. – Francia, 26/09 «Congratulazioni per questo atto di resistenza!»

R. C. – Francia, 25/09 «Viva l’Italia libera!»

V. L. – Francia, 25/09 «Per la sovranità di tutti i popoli!!!
Per la secessione al di fuori dell’UE di tutti gli Stati Membri!!!
Viva l’Italia e viva la Francia!!!»

L. T. – Roma, 25/09 «Qui si fa l’Italia o si muore!»

F. P. – Reggio Emilia, 25/09 «Sono d’accordo con le battaglie che portate avanti. Grazie davvero!!»

A. S. – Pievescola, 24/09 «uscire dall’europa significa uscire da una guerra civile»

M. P. – Sinalunga, 24/09 «Voglio un futuro diverso, per me e per tanti giovani come me che devono poter realizzare il futuro che sognano, senza catene, senza minacce e senza paure!»

D. J. – Roma, 24/09 «Facciamo tornare la tutela della politica (nella sua accezione più lata e nobile), del lavoro e dell’interesse nazionale al centro di ogni agenda o iniziativa..e per fare questo sforziamoci a unire tutte le forze/espressioni/aggregazioni esistenti nel Paese che spingono in questa direzione! Rifuggiamo da qualunque tendenza o tentazione a quel settarismo che ha storicamente rappresentato (e continua a rappresentare) un freno importante all’attuazione piena e fattiva della nostra meravigliosa Costituzione!»

M. Z. – Lonato del Garda, 24/09 «»Perché tutto il popolo italiano deve essere in piazza x dimostrare il dissenso x questi politici non votati dal popolo e dunque non ci rappresentano….

M. F. C. – Chivasso, 23/09 «Per un recupero della nostra dignità, calpestata e vituperata da politici corrotti, incapaci e servi delle elites europee e mondiali, nonché traditori del Popolo Italiano!»

L. P. – Genova, 23/09 «Uscire dalla NATO, uscire dall’Europa dei banchieri, dal Trattato di Aquisgrana; contro le élites clintoniane e trumpiane in Italia e nel mondo. Smascherare i massoni 5 stelle e gli ignobili pseudo-progressisti e buonisti del PD. Per un mondo libero, liberato e solidale. La Francia ai Francesi e l’Africa agli Africani! Ridare dignità ai popoli africani e a tutti popoli del mondo. Stop all’unipolarismo e al multipolarismo economico e politico dei grandi capitali a scapito dell’uomo e del pianeta. Basta con le falsità di un ecologismo ingannevole alla Greta Thunberg, strumentalizzato e manipolato dallo stesso sistema che produce il disastro mondiale! Stop alla geoingegeria clandestina, responsabile della manipolazione del clima e dei disastri indotti dall’uomo! Stop agli esperimenti nucleari sottomarini (di cui nessuno parla) e alla distruzione sistematica del pianeta»

F. B. – Pisa, 22/09 «Ci sono!»

M. R. – Montoro, 21/09 «Ritengo che non possiamo più far finta di nulla. Bisogna adoperarci con ogni mezzo per liberare il nostro Paese da questi finti politici, messi li per desovranizzare la Nazione e passare il potere a una cupola di burocrati non eletti. Liberiamo l’Italia!»

G. P. R. – Bergamo, 21/09 «SONO con voi e vi sostengo DI CUORE.
QUESTA è LA prima manifestazione della mia vita a cui partecipo»

R. Z. – Sava, 21/09 «Buongiorno, voglio comunicare l’adesione al programma per liberare l’Italia da ogni oppressione e ridare a questo meraviglioso paese un nuovo futuro, prospero e libero dagli inganni. Non sarà una passeggiata ma aderisco e parteciperò alla manifestazione a Roma. Grazie»

M. M. – Cerveteri, 21/09 «Aderisco a questa lodevole iniziativa perché è necessario far comprendere ai nostri connazionali che loro sono più importanti di ciò che esprimono oggi partiti e movimenti. Noi siamo popolo, la nostra volontà conta e non quello che tentano di farci credere. Scendiamo in piazza a dimostrare che ci devono ascoltare.
Noi siamo la maggioranza che vuole il bene comune e l’azione del buon senso. Un abbraccio a tutti»

G. B. – Lucca, 21/09 «Italexit hic et nunc»

S. G. – Faule, 21/09 «Vincere è possibile»

G. F. – Roma, 21/09 «Liberiamo il mondo!»

F. P. – Olbia, 20/09 «Sono con voi, mi commuovo solo al pensiero di tale grande evento e per il grande messaggio che ne scaturirà. Un caro saluto»

N. R. – Pomezia, 20/09 «Ciao, aderisco al vostro appello e cercherò di partecipare alla manifestazione anche se fin d’ora non garantisco perché purtroppo a causa dei nostri vigliacchi e ipocriti politici che da anni ci hanno ridotto alla miseria in collaborazione con datori di lavoro italiani mafiosi e senza scrupoli privi di ogni rispetto verso i loro stessi fratelli italiani, sono costretto a 51 anni a fare l’emigrante prima in Inghilterra e poi nella republicca d’irlanda per sopravvivere e dare un futuro di speranza alla mia famiglia. Grazie. Saluti»

V. S. – Castel Ritaldi, 20/09 «Andiamo avanti per un’Italia finalmente libera»

P. B. – Foligno, 19/09 «È da tempo che aspettavo questa iniziativa.
Farò di tutto per esserci. Un grazie di cuore a tutti gli organizzatori!»

G. D. – Foligno, 19/09 «Siamo vicini al punto di non ritorno! Ancora qualche anno e non potremo più bloccare la “glebalizzazione”, non potremo più contrastare il meccanismo economico sovranazionale che arricchisce pochi e impoverisce i più. Se questi signori si approprieranno delle leve anche nel nostro paese, chi oserà opporsi dovrà guardarsi le spalle…»

L. F. B. – Sant’Antonio di Susa, 19/09 «Felice di aderire»

L. F. – da Londra, 19/09 «Questa crisi indotta da una organizzazione criminale come la UE mi ha costretto ad emigrare per cercare fortune a Londra ormai da 12 anni. Mi sento scippato della semplice libertà di vivere dignitosamente “a casa mia” ed è per questo che appoggio e sostegno il vostro movimento e mi unirò a voi nella manifestazione del 12 Ottobre a Roma, liberiamo l’Italia!»

G. S. – Torino, 19/09 «Facciamo in modo che sempre più persone siano informate e diventino consapevoli della propria condizione e che questa gabbia vada tolta dalle nostre vite per riacquistare i nostri diritti di popolo contrapposti a quelli della finanza»

O. I. – Bolzano, 18/09 «Purtroppo non vedo più alcuna traccia di democrazia nel nostro governo che per la terza volta si rimpasta da solo, che va avanti a decreti legge anziché legiferare attraverso il parlamento, che cede la sua sovranità a una comunità europea che anziché diffondere e preservare i valori etici di solidarietà, dignità, purezza, legalità, guarda solo ai conti e allo spread..i nostri padri costituenti e tutti i martiri della Costituzione piangono nelle loro tombe…primo tra tutti…Calamandrei»

A. D. S. – Catania, 17/09 «E’ necessario agire in fretta per fermare l’inesorabile avanzata del potere schiavista e usuraio, dei mostri neri della finanza speculativa, uscendo subito dall’Europa e rifiutando l’Euro.
Impugniamo la costituzione e da popolo sovrano, poniamo le condizioni affinché venga rispettata e mai più tradita»

E. S. – Milano, 17/09 «Liberiamo l’Italia! Poiché essa non è niente di meno di quei paesi che ci vogliono affossare solo perché questi hanno paura di quello che l’Italia può e ha sempre potuto fare!»

E. T. – Pordenone, 17/09 «Amo la mia patria, è ora di finirla con questo teatrino!! Anche se vengo da lontano combatterò al vostro fianco per liberare la nostra Italia, nessuno deve permettersi di toccarcela e portarcela via!! Grazie per questa grandiosa iniziativa e opportunità che mi state dando, io sono dei vostri!! Il 12 Ottobre ci sarò, VIVA L’ITALIA!!!!!!!»

D. M. – Alghero, 17/09 «Uniti possiamo farcela»

C. C. – Monfalcone, 16/09 «La nostra Costituzione, ancora in vigore, dice che la Sovranità appartiene al popolo. Lentamente ma inesorabilmente negli ultimi 30 anni siamo stati privati sia della Sovranità come Stato sia della sovranità monetaria. E’ venuto il momento di dire basta!»

G. C. B. – Montalcino, 16/09 «Ritengo necessario avviare una organizzazione per affermare i principi del socialismo scientifico, sulla base del contesto mondiale odierno, partendo dalla ripresa della sovranità democratica sancita dalla costituzione»

I. A. S. – Como, 16/09 «Sono un’attivista dei movimenti per la vita indipendente delle persone con disabilità. Vita indipendente significa autodeterminazione: la voglio per me, per tutte le persone con disabilità, per tutti gli italiani e le italiane, e per l’Italia»

A. G. – Rieti, 16/09 «Togliamo le catene di Bruxelles. Ritornare alla sovranità nazionale, usciamo dall’euro e dall’Europa.»

F. C. – Scano di Montiferro, 16/09 «Sono convintamente con voi! Speriamo il popolo italiano si riprenda la sua sovranità»

C. T. – Svizzera, 16/09 «Sono nata e vivo in Svizzera ma ho il passaporto italiano…quindi sono italiana. Mi sento molto legata a questo paese bellissimo e voglio dare (per la prima volta, ho 48 anni!) il mio umile contributo per un Italia che può cambiare»

G. A . – Vicenza, 16/09 «Sono almeno 30 anni che aspetto una vera spinta socialista, purtroppo gli italiani invece che crescere sono caduti in basso sempre più. Conosco molte delle persone elencate all’inizio della lista, le loro posizioni politiche, i loro ideali, le loro professioni, e penso che altri si aggiungeranno per contribuire, aiutare, mettersi in gioco, almeno nel riportare in Italia ciò che i poteri forti ci hanno tolto con l’alto tradimento della Politica. Io ci sono»

R. A. – Acireale, 16/09 «Liberiamo l’Italia dalla svendita europeista. Diamo dignità ai cittadini e al voto che esprimono alle urne con preferenze che non sono quelle del governo attuale»

M. R. M. – Roma, 16/09 «Desidero unirmi a quanti credono nella ripresa del nostro amato paese per portare anche il mio contributo, se posso»

P. E. B. – Brignano Gera d’Adda, 16/09 «Aderisco alla Manifestazione perché sono un anticapitalista e sono un patriota»

P. R. – Acireale, 15/09 «Condivido l’iniziativa e spero di poter partecipare.
Vivo con la Sclerosi Multipla e ho difficoltà a spostarmi (ho la sedia a rotelle ma posso camminare con le stampelle, non molti passi). Farò il possibile per esserci se ci saranno amici coi quali viaggiare insieme (da Acireale) prendendo l’aereo a Catania. Un cordiale saluto»

M. T. P. – Castagneto Po, 15/09 «grazie di esistere»

R. D. E. – Roma, 15/09 «Dobbiamo tornare ad avere la nostra sovranità monetaria»

S. C. – Spoleto, 15/09 «Aderisco dopo avere subito l’ennesima delusione. Da inguaribile romantica e animata da un indomabile ottimismo continuo però a credere che insieme si può»

A. R. – Cesena, 14/09 «“Sono senza speranza” (Pasolini) ma è bene fare la cosa giusta»

S. B. – Savona, 14/09 «Mi pare che non ci sia altro da aggiungere, è tutto sotto i nostri occhi lo sfacelo»

A. R. G. – Terracina, 14/09 «Liberiamo l’Italia»

C. L. – Estero, 13/09 «Vivo in Portogallo perché non sopporto vedere come stanno riducendo la nostra bellissima penisola.
Convinto sovranista non liberista. Spero che “Liberiamo l’Italia” sia l’opportunità che l’Italia attendeva, ma sopratutto che nasca con l’obiettivo di riunificare tutte le forze sovraniste “vere” e non di facciata (per raccogliere voti da disinnescare) come hanno fatto M5S e Lega. Secondo me il programma da perseguire è semplicissimo:
Fuori dall’€ ma sopratutto fuori dal sistema di moneta a debito, finché non si muterà il paradigma economico, con queste due mosse, sarà impossibile riappropriarci dell’Italia e farla risorgere»

R. T. – Adelfia, 13/09 «Salviamo il futuro nostro e dei nostri figli. No schiavi»

M. P. – Cotignola, 13/09 «ITALEXIT»

G. V. – Santa Margherita Ligure, 13/09 «Bisogna manifestare per forza…ci stanno prendendo in giro…manifestare ogni giorno..Questi sono dei pazzi»

S. P. – Città di Castello, 13/09 «Sono con voi!!!»

D. G. – Roma, 12/09 «Continuiamo ad informare e presto il re sarà nudo»

A. I. – Taranto, 12/09 «Un sistema fondato sull’inganno prima o poi è destinato ad implodere. Fermarlo al più presto e cercare nuove soluzioni che mettano al centro il “fattore umano” permetterà di limitare i danni, salvare vite, evitare conflitti e dare a tutti una vita migliore»

E. P. – Ragusa, 12/09 «Aderisco perché non c’è futuro per gli italiani dentro l’Unione Europea, falsamente spacciata per europa»

I. E. – Pomezia, 12/09 «Finalmente una manifestazione seria e contro la politica degli ultimi anni»

N. E. – Prato, 12/09 «Stimo molto il Prof. Scardovelli, il Prof.Fusaro…. dobbiamo crescere e risvegliare quante più coscienze possibile»

A. B. L. – Sassari, 12/09 «Orgoglioso della mia Cara, Bella e Maestosa Madre Patria, non accetto imposizioni esterne dai confini italiani dei tiranni europei. Non si deve e non possiamo abbassare la testa. W L’ITALIA, W il Popolo Italiano. Non ci isoleremo e sopratutto non siamo isolati, abbiamo la ricchezza e le competenze per l’autodeterminazione. Parole squallide come quelle del dott. Cacciari e dei suoi compari non vorrei più sentirle. A Voi tutti dell’organizzazione un caloroso abbraccio. Vi stimo immensamente. W LA LIBERTA’»

I. F. – Castagnole Piemonte, 12/09 «Aderisco alla richiesta di Libertà dell’Italia dagli schiavisti UE (Francia, Germania, Bruxelles, Euro, Banche, Soros) per far tornare l’Italia libera e sovrana, capace di decidere per se stessa e per il bene degli italiani, firmo anche nella speranza di liberarci dagli americani, con le loro basi militari e soprattutto dal PD, un’associazione mafiosa che ha ridotto l’Italia ad un’ameba incapace di reagire»

S. S. – Cicciano, 12/09 «Mi piace il vostro progetto che è confacente al mio. Non sapendo della vostra esistenza mi ero avvicinato, turandomi il naso, alla Lega di Salvini. Sono pronto ad abiurare per un motivo semplicissimo, la Lega è diventata terra di conquista di trombati della vecchia nomenclatura pronti a salire sul carro dei vincitori…»

M. D. B. – Trento, 12/09 «Via dalla UE, via dall’Euro, via dal liberismo: no globalizzazione»

R. C. – Rimini, 11/09 «Sono con voi in tutto non arrendetevi»

C. M. – Ladispoli, 11/09 «L’euro è in crimine…!!! Dobbiamo uscirne, e recuperare la nostra SOVRANITÀ, per poterci salvare dal disastro UE…!!!»

D. P. – Reggio Emilia, 11/09 «Viva l’Italia e gli italiani liberi e consapevoli!»

A. M. – Milano, 11/09 «io e mio marito ci saremo per il 12 Ottobre a Roma. Spero che sia l’inizio per poter uscire dalla gabbia europa»

C. P. – Terracina, 11/09 «ADERISCO ALL’INIZIATIVA PER LIBERARE L’ITALIA DAL GIOGO EUROPEO»

John Sweeney – London, 11/09 «Solidarietà fratelli e sorelle»

C. L. – Milano, 11/09 «Riprendiamoci la sovranità monetaria con una banca di Stato che emette moneta di Stato con la quale finanzia l’economia reale.
Riprendiamoci la sovranità legislativa con l’uscita dalla UE e la possibilità di scrivere le nostre leggi a casa nostra.
Riprendiamoci la sovranità territoriale, togliendo le basi militari straniere dal territorio Italiano e decidendo chi possa entrare in Italia, chi no e chi espellere»

A. M. – Pontinia, 11/09 «Pronto a scendere in piazza per la libertà»

M. O. – Palermo, 11/09 «SI, ADERISCO ANCHE IO»

S. C. – Palazzolo sull’Oglio, 11/09 «Aderisco per Italexit»

Associazione sindacale Difesa Lavoratori Nordest – Dolo, 11/09 «L’associazione sindacale Difesa LAVORATORI nordest di DOLO Venezia, aderisce all’appello del Comitato del 12 ottobre come LIBERAZIONE NAZIONALE, serve un sindacato libero, a favore dei lavoratori, senza dogmi o ideologie, ma di azione, pensiero, e di lotta sindacale radicalmente frontale al sistema oramai asservito alle logiche del neoliberismo di stampo anglosassone. Italia, colonia periferica dell’Impero, deve sciogliere le sue catene, e sfruttare la sua posizione geografica di ponte verso le altre realtà emergenti, ad est come coi popoli del Brics. Italia, svincolata dai lacci dell’austerity imposti dal dominio finanziario di WALL STREET e dalle logiche di neoschiavismo che ci stanno facendo andare indietro di 100 anni come diritti, e con nuova carne da macello a basso costo e senza coscienza di classe e di diritti. SU LA TESTA ITALIA, ARDITI, NON GENDARMI, GUERRIERI, NON MARTIRI!»

G. G. – Torino, 10/09 «Aderisco all’iniziativa. Sono ormai troppi anni che subiamo politiche monetarie indirizzate a deindustrializzare e mortificare il nostro Paese»

L. G. – Roma, 10/09 «Traditi egualmente, egualmente spogliati, risorgeremo al tempo stesso dalle nostre sventure; chè mai ha durato lungamente l’opera delle iniquità, nè sono eterne le usurpazioni»
Cit. Francesco II delle Due Sicilie»

M. G. – Giussago, 10/09 «Uniti per la libertà»

P. A. – Chiavari, 10/09 «Ringrazio tutti gli organizzatori per l’impegno che mettono nel cercare di dare voce agli italiani inascoltati.
Aderisco e firmo l’appello e farò di tutto per esserci al prossimo appuntamento del 12 ottobre prossimo. Buon lavoro e non ci mollate!!!»

G. C. – Vicenza, 10/09 «Italexit»

C. Z. – Vicenza, 10/09 «Italexit»

S. D. C. – Benevento, 10/09 «Aderisco all’appello poiché prevale in me il sentimento che vive colui che è sistematicamente preso in giro ed illuso con finte promesse di riscatto economico e sociale. Aderisco quindi con l’auspicio che al più presto e senza ritardo l’Italia sia restituita agli Italiani, alla loro sacra Costituzione ed ai connessi principi di cooperazione e solidarietà tra gli individui, di controllo statale delle politiche monetarie e creditizie, di assistenza sociale e delle classi più povere. Sono pronto a lottare civilmente per rivendicare, con la forza della perseveranza e della comunicazione, il diritto di ripudiare i falsi miti della falsa europa mutuati interamente dal credo liberista improntato alla forte competitività, alla stabilità dei prezzi ed alla bassa inflazione sì da generare alti profitti ad esclusivo beneficio delle oligarchie capitalistiche ed a scapito del tasso di occupazione»

P. S. – Genova, 10/09 «Difendiamo questa povera Patria tradita!!!!!»

A. M. – Torino, 10/09 «Liberiamo L’Italia Dal Vincolo Esterno, e Dalla Gabbia Salariale Che Si Chiama €uro; Attuando la Costituzione art 11/139/01.
È il Tricolore»

A. P. – Busto Arsizio, 10/09 «Riprendiamoci il nostro futuro, contro la schiavitù dell’euro e delle regole europee»

P. B. – Lodi, 09/09 «Riprendiamoci la nostra sovranità monetaria, politica ed economica. Mai più schiavi di commissari europei votati da nessuno»

N. S. – Prevalle, 09/09 «Liberiamo l’Italia»

R. C. – Camerata Nuova, 09/09 «Firmo per poterci riprendere una identità di popolo, per ritornare sovrani della nostra monete e di conseguenza del nostro futuro»

R. A. – Milano, 09/09 «Voglio un’Italia libera»

A. M. – Roma, 09/09 «Aderisco alla manifestazione. Rivoglio la sovranità dell’Italia»

G. M. – San Candido, 09/09 «sono stanco di vedere il mio bellissimo paese decadere giorno dopo giorno. Non posso più rimanere impassibile di fronte a tutto questo!»

M. M. – Legnano, 09/09 «vi stimo tantissimo, dirò di voi a tutti»

E. S. – San Pietro Clarenza, 09/09 «Grande iniziativa per smuovere le coscienze degli italiani»

C. L. – Roncadelle, 09/09 «Liberiamola!!!!!»

L. A. – Perugia, 09/09 «condivido il percorso da voi intrapreso,la politica attuale non rappresenta più il popolo»

M. D. V. – Caselle Torinese, 09/09 «Spero che sia il primo passo di un percorso che consenta di informare e sensibilizzare più persone possibile!»

E. S. – Udine, 09/09 «Speranzoso sul risveglio del Italia e degli Italiani»

D. S. – Villa San Giovanni, 09/09 «Ciao sono un ragazzo stufo di questo Paese, il M5s era l’ultima speranza per questo Paese purtroppo non potrò esserci a Roma. Ma volevo segnalarvi di una cosa di cui non parla nessuno, se domani mattina ci sarà un terremoto al Sud nelle regioni con alto rischio sismico, ci sarà una strage peggio di una guerra, le case ecc non sono antisismiche»

R. F. – Montalbano Jonico, 09/09 «Il futuro lo devono decidere i cittadini non le multinazionali. Il presente lo possiamo cambiare solo noi»

A. B. – Cossato, 09/09 «Aderisco nella speranza che ancora l’Italia possa rinascere»

M. C. – Salerno, 09/09 «Stufo dei nostri politici con le loro promesse illusorie.
Stufo della UE dittatoriale che ci perseguita con i suoi ricatti.
VOTO SUBITO! ITALEXIT SUBITO!»

F. C. – Londra, 09/09 «Salve! E’ ora che l’Italia si liberi dalle catene dell’unione europea, siamo un grande popolo dobbiamo alzare la testa e farci valere. Abbiamo bisogno di riprenderci la nostra sovranita’ e al piu’ presto!! Vivo all’estero e soffro nel vedere la lenta decadenza della mia nazione. Ce la faremmo. Viva l’Italia»

S. P. – Bergamo, 09/09 «Usciamo prima possibile da questa “Gabbia” chiamata Unione europea!»

M. V. – Monte Compatri, 09/09 «Sono un patriota, amo la mia terra, la mia costituzione, e voglio la completa sovranità del mio stato sul suolo italiano, compresa la sovranità monetaria e banca d’Italia dipendente dal Tesoro!
FUORI DA EURO, EUROPA, E NATO! W l’ITALIA, W GLI ITALIANI! IL VENTO STA CAMBIANDO!»

R. P. – Gagliano del Capo, 08/09 «mi sono rotto di questi 4 imbecilli analfabeti Criminali»

A. S. – Fino Mornasco, 08/09 «Per ridare al Popolo la Sovranità che le è stata usurpata dai poteri finanziari»

P. B. – Montelupo Fiorentino, 08/09 «Viviamo in un mondo alla rovescia perché abbiamo abdicato alla nostra sovranità monetaria e di cittadini»

A. P. – Modena, 08/09 «Uscire dalla UE e riconquistare la sovranità monetaria ed energetica penso sia l’unico modo per migliorare le condizioni dei popoli europei che purtroppo sono martoriati dalle politiche fatte da burocrati votati da NESSUNO compiacenti al sistema finanziario. Occorre processare e condannare i mandanti e i burattini di questo scempio sociale!!!»

P. L. – Roma, 08/09 «Per far nascere una nuova consapevolezza»

M. C. – Roma, 08/09 «La sovranità appartiene al popolo»

M. C. – Forlì, 08/09 «È ora che ci riprediamo la sovranità monetaria e politica che ci hanno tolto con la UE e l’euro..mettiamo insieme tutti i movimenti sovranisti per restaurare la Costituzione Italiana.Tutti insieme per raggiungere lo scopo vitale di salvare l’Italia e gli Italiani!»

G. P. – Brescia, 08/09 «Firmo e parteciperò alla manifestazione perchè sono fermamente convinto in quei valori e in quel futuro che oggi al nostro paese e alla gente del nostro paese sembrano essere negati.
Voglio anche ringraziare tutti i promotori di questo progetto per tutte le energie che stanno impiegando e per il coraggio che dimostrano con le loro parole e azioni, grazie di cuore»

M. G. D. C. – Benevento, 08/09 «Aderisco alla manifestazione per restituire al popolo la sua sovranità»

L. R. – Varese, 08/09 «E’ IL momento di agire»

E. R. – Bergamo, 08/08 «Liberiamo l Italia dal neo liberismo»

M. D. – Firenze, 07/09 «Basta!!! Non se ne può più di questo schifo di europa. Facciamolo por i nostri figli»

C. D. A. – Spoleto, 07/09 «Basta sopravvivere. #italexit per tornare a vivere»

I. M. – Civitaquana, 07/09 «Sono Ilenia Marganella vivo a Civitaquana e studio giurisprudenza aderisco perché il tradire l’anima di un paese è torto troppo grande per restare inerti»

D. C. – Mantova, 07/09 «Aderisco perché è ora di uscire dall’angolo e riprenderci la nostra centralità, perché è ora di rialzare la testa e difendere la nostra libertà e i nostri diritti fondamentali, perché un’Italia e un mondo radicalmente diversi e migliori sono possibili e perché ne va della nostra dignità come cittadini e come persone»

C. S. – Mantova, 07/09 «Liberiamo l’Italia Contro questo governo scellerato.
Liberiamo l’Italia dalla stretta dell’europa e dall’elite finanziaria. Voglio un Italia che difende i suoi confini e il suo popolo. Non voglio più politici che svendono il nostro paese per i loro interessi»

G. R. – Roma, 07/09 «Aderisco alla manifestazione Liberiamo l’Italia organizzata x il 12 ottobre a Roma perché mi sta a cuore il bene dell’Italia e la qualità di vita di noi italiani. Voglio manifestare il mio disappunto nei riguardi di questo paradigma di governo politico/economico che, a mio avviso, si pone in contrasto con principi etici umani e con diritti costituzionali in cui credo»

S. V. – Conegliano, 06/09 «Italexit!!!! Siamo consci che saranno sacrifici, ma ormai è l’unica alternativa possibile. Siamo disposti e pronti ad affrontare tutto ciò che comporterà questa scelta e questi prossimi sacrifici. Liberi a casa nostra!!!!»

L. M. – Santa Maria Rossa, 06/09 «é ora di cambiare le cose»

L. R. S. – Fragagnano, 06/09 «Condivido in tutto il vostro pensiero, perché è da sempre il mio pensiero, e le vostre iniziative. Sono contenta che finalmente in Italia ci siete voi e portate avanti questa mobilitazione per il bene dell’Italia e anche di tutte le altre nazioni europee. Però per chi non può andare a Roma sarebbe bello se ogni paese e città d’Italia, insieme a Roma, in contemporanea si facesse la manifestazione. Comunque spero che a Roma per la manifestazione siano numerosi per far vedere quanto il popolo italiano non ne può più di questi politici traditori della propria patria e della tirannia dell’Ue contro le nazioni europee anche perché l’Ue è schiava del nuovo (vecchio)(dis-)ordine mondiale e degli speculatori finanziari, la nostra rovina, dell’Europa e del mondo »

L. G. – Roma, 05/09 «L’Italia chiamò!»

S. P. Milano, 05/09 «Per la nostra Italia libera»

S. Z. – Cadeo, 05/09 «La Ue è la legge della jungla, il più forte vince e chi ne fa le spese sono i popoli. Liberiamoci da questa gabbia liberista e applichiamo la costituzione»

A. C. – Milano, 05/09 «Sono disgustata e stanca di questa situazione e non posso più permettere che questi traditori della NOSTRA amatissima Italia continuino a svenderci agli interessi finanziari stranieri. Abbiamo il dovere ed il diritto di fare di tutto perché questo non avvenga»

A. B. – Pavia, 04/09 «Non abbiamo votato questo governo. Al voto subito»

M. L. – Lucca, 04/09 «Il PD e la sinistra governano da 50 anni senza essere stati eletti dal popolo! BASTA!»

G. R. – Salerno, 04/09 «L’Italia va liberata da partiti che sono al Governo NON VOTATI dagli Italiani»

M. T. – Mussolente, 04/09 «Penso sia ora di mobilitarsi in massa per contrastare questo sistema che ci corrode lentamente giorno dopo giorno.
Ancora grazie»

G. P. – Milano, 04/09 «No governo inciucio pd m5s. VOTIAMO adesso invece che tra 6 mesi quando l’Italia sarà completamente rovinata da questi incompetenti ignoranti litigiosi fin da ora»

R. D. – Ludwgsburg, 04/09 «Sono emigrante ma amo tantissimo l’Italia..vorrei rivederla splendere in tutta la sua bellezza eliminando tutto sto’ marciume che la sta rovinando»

L. G. – Osio Sotto, 04/09 «Ripristiniamo la democrazia basta con governi oligarchici il presidente della Repubblica onori il suo mandato garantendo la tutela della costituzione per la sovranità del popolo a cui è dato il mandato del voto»

M. V. S. – Brugherio, 04/09 «Fateci votare. Questa non è democrazia»

I. T. – Pisa, 03/09 «Dopo centinaia di anni è sempre vero: “Ahi serva Italia di dolore ostello, non donna di provincia ma bordello”. La democrazia è infestata ed utilizzata a scopi nefandi, dobbiamo fare qualcosa adesso prima che sia troppo tardi»

G. B. – Benevento, 03/09 «Ho vissuto professionalmente attraverso i decenni profondendo, come tanti colleghi, sforzi quotidiani, unitamente alla mia famiglia, dal mattino presto sino, tante volte, a tarda sera. Con l’esordio dell’euro e delle tecnocrazie imperanti sotto il velo della falsa europa (non a caso uso la “e” al minuscolo) ho visto proliferare finte regole che alcuno rispetta ed a solo beneficio dei colletti bianchi (banche e finanza) e progressivamente stringersi, intorno alla piccola impresa familiare, il cappio dell’usura travestita da tassazione soffocante, da stretta creditizia e da persecuzione burocratica. Attualmente avviare ex novo un’attività artigianale o piccolo imprenditoriale è divenuto pressocchè impossibile solo a considerare che il semplice proseguirla per chi, come me, l’ha svolta da sempre, credo di poter affermare senza tema di smentita con dignità ed onore, richiede sacrifici, stenti e rinunce a fronte di un enorme mole di lavoro e di profitti inversamente proporzionali. Non era questo il futuro che la fiducia nella Costituzione Italiana faceva sognare negli anni settanta. Mai avrei immaginato, neppure nel peggiore degli incubi, che gli altissimi principi in essa sacramentati di solidarietà sociale, di piena occupazione, di retribuzione dignitosa, di libera iniziativa privata e di accesso al credito, di sanità ed istruzione gratuita garantita dallo Stato a tutti i cittadini, di limitazione della circolazione dei capitali potessero esseri barattati con la mercificazione dell’individuo ridotto a consumatore deeticizzato, ad arruolato nell’esercito di riserva in atto di prece per ricevere un lavoro precario, flessibile, mal pagato in nome della stabilità dei prezzi e della bassa inflazione e, quindi, in nome della massimizzazione del profitto capitalistico. Non posso accettare che quanto noi Italiani abbiamo costruito e realizzato sino all’incombere di entità sovranazionali inseritesi nel circuito economico con l’inganno di trattati illeggibili e con l’ausilio compiacente di falsi professori e di patetici finti imprenditori, sia ora offerto alla bramosia dei mercati pronti a comprare persino le vestigia dell’antichità ed a monetizzare i beni essenziali e quelli comuni.
Per queste ragioni e per molte altre che desidero rivendicare, aderisco all’appello per la liberazione dell’Italia attraverso la vivificazione della Costituzione quale fonte legislativa gerarchicamente non sottordinata a qualsivoglia altra»

L. A. – Senigallia, 03/09 «Viva l’Italia»

M. L. P.- Barrafranca, 03/09 «Possiamo salvarci e salvare i nostri figli soltanto combattendo contro il mostro senza volto che antepone il profitto e il potere di pochi al benessere collettivo. L’uomo come fine non come mezzo! Salvando la Costituzione salveremo noi stessi!»

S. Z. – Bra, 02/09 «Liberiamoci dalle catene e da personaggi che andrebbero rovesciati giù dalle loro torri di avorio……e magari ripagarli mettendoli ad esempio a fare i “raider ” con un contratto di precarietà a vita, offrendogli inoltre abitazione in una di quelle periferie degradate, dove la convivenza tra culture diverse è sempre più difficile. D’altronde come diceva qualcuno “è così noioso fare sempre lo stesso mestiere …,,,”»

F. M. – Recanati, 02/09 «Viva L’Italia viva il popolo sovrano»

D. B. – Mulazzano, 02/09 «Buongiorno, ho 28 anni e, anche se per poco tempo, ho potuto vivere la vita prima dell’ingresso dell’euro, toccando con mano i vantaggi dati dalla nostra amata Lira. Aderisco e condivido questa iniziativa di “Liberiamol’Italia” per molte ragioni, ma la prima è che non possiamo più attendere la riconquista della nostra Sovranità Nazionale applicando la Nostra Costituzione! Grazie per l’iniziativa, un caro saluto»

M. B. – Cesena, 02/09 «Fuori dal neoliberismo. Applichiamo la costituzione e riprendiamoci la sovranità popolare»

A. M. A. – Pescara, 02/09 «È ora di liberarsi degli usurpatori»

M. G. – Sassari, 02/09 «Aderisco con convinta riflessione alla proposta di Liberiamo l’Italia»

R. M. – Bari, 01/09 «Sono stufo di vedere sempre gli stessi personaggi che ci prendono in giro da 60 anni, pagati profumatamente, senza l’obbligo della peoduttività, impuniti e autotutelati da ogni sorta di ladrocinio e compromissione di illegalità, non amano la nazione, non amano il popolo, non amano se stessi
Chi male fa, male aspetti!!!
Vogliamo i galantuomini, non i FARABUTTI»

A. S. – Marta, 01/09 «Liberiamo l’Italia da sta feccia e liberiamola dall’ue»

G. M. – Vetralla, 01/09 «Siamo italiani. … Bisogna vantarcene… Ci vogliono far credere che non siano capaci di gestire perchè più bravi ad approfittare delle occasioni per rubare, per fregare… Adesso però sono le elite che vogliono rubarci l Italia…»

O. P. – Vigevano, 01/09 «W l’Italia W la Costituzione. Ho aderito con entusiasmo da subito perché ritengo un dovere fondamentale difendere l’Italia e applicare la nostra Costituzione come inizio della liberazione del paese dalle catene imposte dall’UE per un avanzamento e miglioramento sociale e di vita!!»

L. M. – Bologna, 01/09 «È l’ora di liberare l’Italia dal giogo dell’UE»

A. O. – Rieti, 01/09 «Tutti insieme sotto l’unica bandiera senza la quale tutte le altre bandiere sono ornamenti inutili»

E. P. – Cervignano del Friuli, 01/09 «È giunta l’ora di muoversi e lottare. Liberiamo l’Italia una volta per tutte!!»

M. D. – Roma, 01/09 «Io firmo per appoggiare al 100% la manifestazione del 12 ottobre e tutto ciò che verrà per liberare la nostra povera patria, un ringraziamento per questa iniziativa, un saluto»

F. C. – Bolognetta, 01/09 «Liberiamo l’Italia. Dominazioni straniere ne abbiamo avuto già fin troppe.»

L. M. – Pescara, 01/09 «È ora di far valere la sovranità»

A. P. – Napoli, 01/09 «Riprendiamoci il nostro destino e con esso quello del nostro Paese»

M. M. – Gorizia, 31/08 «la sovranità appartiene al popolo!»

L. P. – Rignano sull’Arno, 31/08 «Combatto la mia battaglia contro la ue e l’euro a partire dal 2010. Ho girato l’Italia, in lungo e in largo, organizzando piccoli meeting per informare le persone. Nel 2011 ho accettato di costituire un partito politico anti euro-ue (Lista Si) . Oltre a me ne facevano parte Nino Galloni e Paola Musu. Purtroppo l’iniziativa morì per defezione della stessa Paola Musu. Ho partecipato alle politiche del 2013, candidata nel listino della Toscana di Io Amo l’Italia, che purtroppo non ha superato la soglia di sbarramento. Da allora, pur essendomi ritirata dall’attività politica, ho continuato a svolgere attività divulgativa attraverso social e un mio blog personale. Sento la necessità di essere coinvolta in una azione politica che abbia un programma che condivido.
Le cose per me importanti sono:
– protezione dell’identità nazionale;
– autonomia politica ed economica, ovvero tornare uno Stato libero e sovrano, recedendo tout court dai trattai europei;
– politiche economiche di carattere sociale e statalista: Tutti gli assets principali e di interesse pubblico debbono tornare nelle mani dello Stato e da esso essere gestiti. Riconoscimento dell’iniziativa privata purchè non sia in conflitto con gli interessi pubblici e della generalità;
– Riforma del sistema bancario: nazionalizzazione di BDI, di CDP e reintroduzione della separazione bancaria;
– Riforma del sistema fiscale, e del codice penale.
– Abrogazione delle riforme della Costituzione dell”anno 2001 (titolo V, Coreco, ecc.) :
– Abrogazione dei Senatori a vita
– Elezione diretta dei Presidenti della Repubblica, del Consiglio , di Camera e Senato, rimanendo però nell’ambito di una Repubblica Parlamentare;
– Riforma della legge elettorale: sistema proporzionale semplice, senza alcun sbarramento e con preferenze, no a listini chiusi. . In linea col principio costituzionale che anche le minoranze debbono avere rappresentatività.
(Ce ne sarebbero altre ma non voglio tediare. )
Per tutti questi motivi , e in sostentamento del principio di libertà e autonomia , ritengo di sottoscrivere l’appello e aderirvi.
In fede.
D.ssa Lorella Presotto»

A. T. – Salerno, 31/08 «Basta soprusi da Governi non votati»

B. F. – Genova, 31/08 «Non si può più sperare…bisogna agire. Questo rappresenta un buon inizio»

L. I. – Roma, 31/08 «Uniti. Contarsi per contare»

S. M. – Ripa Teatina, 31/08 «Fuori dall”euro e dall’UE. Andiamo a prenderli salviamoli da noi»

L. C. – Bologna, 31/08 «Uscire subito dall’Europa e dall’euro»

R. D. – 30/08 «Liberiamo l’Italia dal vincolo europeo!!!»

A. R. B. – Castelfranco Emilia, 30/08 «Aderisco all’Appello, perché mi sento ITALIANA. Dopo anni di pessimismo, paura e senso di impotenza per quanto sta accadendo, gli ultimi dei quali senza Tv ma spesi alla ricerca di conoscenza (che molti del comitato promotore attraverso la rete hanno contribuito a darmi), mi si è fatta strada la certezza che solo noi possiamo, seppur lentamente, cambiare le cose. GRAZIE per il grande sforzo di aver riunito e coordinato le anime e le intelligenze migliori tese al medesimo scopo»

D. P. – Roma, 30/08 «Basta euro… Riprendiamoci il nostro paese!!!»

G. T. – Trebisacce, 30/08 «Aderisco alla manifestazione contro Ue, euro e Nato»

A. B. – Venezia, 30/08 «fuori dall’ue e in galera i magistrati rossi»

T. V. – Firenze, 30/08 «Identità delle origini, senso della patria, per una Europa unita di popoli indipendenti, dal Portogallo alla kamchacta, nel condominio più grande del Mondo, in pace. Senza guerre, senza il Dominio dei BANCHIERI. Liberiamo l’Italia dell’euro. NO BCE S.p.A»

G. S. – Monreale, 30/08 «Sono stanco delle prese in giro di questa politica che sopprime la libertà e i diritti della nostra bellissima ITALIA!!!»

F. S. – Roma, 30/08 «Riprendiamoci la nostra sovranità di popolo italiano, riprendiamoci la nostra identità»

A. V. – Guidonia, 30/08 «ITALEXIT. Speriamo che dopo il 31 Ottobre 2019 con la BREXIT, anche a noi venga in mente di Uscire dall’europa con ITALEXIT E SI FORMI UN PARTITO CON QUESTO NOME»

P. D. – Chieti, 30/08 «Non possono esistere organi sovranazionali!»

L. C. – Spinea, 30/08 «Vogliamo andare al voto, riprendiamoci la sovranità nazionale»

D. M. – Bassano del Grappa, 30/08 «Spero che il popolo si SVEGLI»

C. B. – Perugia, 30/08 «In una qualsiasi società o si sta alla pari o è meglio uscire, l’ Italia ha saldato ampliamente il suo debito, ci stanno facendo pagare interessi illegittimi, a questo punto meglio uscire se in una società europea ci stiamo per ingrassare i mercati, meglio soli che male accompagnati, e con l’Africa ci accordiamo benissimo da soli»

E. V. – Milano, 30/08 «Dobbiamo uscire da questo incubo, tornare alla nostra moneta, fuori da questo sistema DITTATORIALE»

P. P. – Poggibonsi, 30/08 «Sempre stata contraria all’entrata nella UE. E ancor di più nell’Euro. Ho sempre pensato che sarebbe stata la rovina per noi artigiani. Il globalismo uccide tutte le piccole imprese. Tutti presi dall’entusiasmo mi guardavano come fossi impazzita. In questi anni il 95% delle piccole imprese ceramiche ha chiuso. Compresa la mia»

A. M. A. – Firenze, 30/08 «Italexit. Ogni vero cittadino e tenuto ad esserci. La repubblica non può più tollerare altre coltellate. Ogni giorno che passa la repubblica creata per far il bene dei cittadini muore, sacrilegio dopo sacrilegio»

L. T. – Roma, 30/08 «È arrivata l ora di farci sentire per bene. Uniti dall’Amore x questa penisola e per il popolo italico»

D. T. – Roma, 29/08 «Vorrei ridare vita e dignità alla nostra Patria»

M. T. – 29/08 «Voglio un paese libero»

F. D. – Scandale, 29/08 «Aderisco, perché in una società sempre più liberista se non si tiene conto degli ultimi, dei bambini e di chi è meno fortunato, vuol dire che il popolo non può più delegare nessuno a rappresentarlo»

F. D. – Scandale, 29/08 «Aderisco, perché in una società sempre più liberista se non si tiene conto degli ultimi, dei bambini e di chi è meno fortunato, vuol dire che il popolo non può più delegare nessuno a rappresentarlo»

F. C. – Prato, 29/08 «Ecco qua, siamo giunti al momento della verità. Purtroppo siamo un popolo che si fa influenzare dai media.
Alcuni partiti ebbero la sfaccitudine di tirar di mezzo lo slogan #NOEURO #ITAEXIT.
È adesso che fine hanno fatto? Il vero nemico della nostra nazione è la BCE. Finché non ci sarà in un futuro un Premier con i contromaroni che prenda è ristampo la nostra moneta. Ricordatevi una cosa :IL MIRACOLO ITALIANO»

A. P. – Livorno, 29/08 «Aderisco perché non voglio che l’Italia e gli italiani diventino solo un Paese e dei cittadini da spolpare, sacrificati agli interessi dei soliti noti. Aderisco perché a decidere dell’Italia devono essere SOLO gli italiani. Aderisco perché l’Italia potrà sperare di tornare a crescere solo riappropriandosi della propria sovranità in tutti i campi, magari anche un po’ meglio di com’è sempre stato e non ubbidendo e sottomettendosi a regole e decisioni imposte da organismi i cui interessi vanno in direzioni diametralmente opposte alle nostre! Aderisco perché non voglio che questo Paese sia ridotto ad una colonia di sudditi da masticare, succhiare e sputare quando non più utili a chi decide. Aderisco perché per me l’unica strada per arrivare a tutto questo, per poter sperare in un futuro migliore, è solo l’uscita dal sistema dell’euro! L’Europa unita va bene, ma non partendo dall’unione monetaria, ma soprattutto non finalizzata solo ed esclusivamente a quello! Probabilmente questa strada ci costerà molto, ma meglio così che continuare ad andare verso una fine certa e garantita!»

A. R. – Palermo, 29/08 «Italia agli italiani»

A. L. – Palermo, 29/08 «L’Italia è la nostra e di nessun altro»

R. S. – Livorno, 29/08 «Liberiamo l’Italia – Italia al voto»

D. P. – La Spezia, 29/08 «L’uscita dall’Europa è ormai la nostra unica speranza»

P. M. C. – San Giovanni Teatino, 29/08 «Ottima iniziativa, ho sempre sperato che qualcuno la prendesse, spero vivamente di poter venire. Sono favorevole alla nascita di un soggetto politico ideologicamente neutro in modo da coinvolgere più persone possibile. Le ideologie ci hanno sempre diviso, ora è il momento di sentirci uniti e lottare insieme per riprenderci l’Italia e attuare quella società basata sui valori espressi nella nostra Costituzione»

E. G. – Pistoia, 29/08 «Credo nello Stato sociale, nella sovranità dei popoli, nella preservazione delle loro identità, nella difesa e aiuto dei più deboli. Tutto ciò può essere fatto semplicemente seguendo i dettami costituzionali. Bisogna smettere di compiacere organismi che niente hanno a che vedere con il nostro Paese (UE e USA in primis) e che hanno contribuito ad affamare i popoli, alimentare scontri sociali e che fanno gli interessi esclusivamente della finanza e di quell’1% di popolazione mondiale che detiene il 99% della ricchezza mondiale»

C. A. – San Vito di Leguzzano, 29/08 «Liberiamo l’Italia. Al voto subito!»

G. B. – Santa Vittoria d’Alba, 29/08 «Per un Paese normale. Occorre ristabilire la Costituzione del ’48»

E. O. – Belluno, 29/08 «Ritornare ai valori Costituzionali, per applicarli con una nuova consapevolezza, affinché dall’Italia parta una nuova rivoluzione culturale che si arricchisca dei colori di tutti i popoli del mondo. Vi Ringrazio. Emanuele»

M. C. – Maiolo, 29/08 «Liberiamo l’Italia, TUTTI DOBBIAMO FARE QUALCOSA PER QUESTO PAESE MERAVIGLIOSO, IO CI SARÒ .SPERO DI INCONTRARE TANTA GENTE NO PER POLITICA MA PERCHÉ ABBIAMO BISOGNO DI RISCATTARE LA NOSTRA COSTITUZIONE CHE È IMPORTANTISSIMA PER LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA ED ELEVARCI AD UN MONDO MIGLIORE. PER FORTUNA CI SONO UOMINI E DONNE CHE PORTANO IL LORO CONTRIBUTO … IO SONO UNA DI LORO!!»

D. V. – Cagliari, 29/08 «Aderire alla chiamata per salvare la patria! Sono con voi, per l’Italia patria nostra!»

M. O. – Palermo, 29/08 «Ribelliamoci»

D. M. – Maiolo, 29/08 «Non è più possibile proseguire in questo modo, in questa grande dittatura…si svegli la coscienza comune ! Diamoci da fare!»

O. M. – Cagliari, 29/08 «Ripristiniamo la Democrazia. Riprendiamoci la sovranità monetaria! E riprendiamoci il diritto di decidere sul nostro corpo!»

C. B. – Canada, 29/08 «Liberare L’Italia e salvare la sua civiltà. Invito altri patrioti Italiani all’estero a firmare e partecipare»

L. C. – Bitritto, 28/08 «Moneta Sovrana»

P. C. – Verona, 28/08 «Sono dovuto andare a lavorare all’ estero dopo che negli ultimi 20 l’Italia é stata svenduta e distrutta dai vari governi filo europei e pro €»

E. C. – Lombardia, 28/08 «L’obiettivo è l’autonomia e l’indipendenza dell’Italia rispetto a tutto ciò che la sta minacciando sempre più rendendo il Popolo Italiano succube di potenze straniere legate all’economia, alla finanza e a quanto di meno democratico vi sia…» NO al governo massoPd/ Pentafala 5StelleKemio/Vaccini, e, adesso ESPIANTO ORGANI OBBLIGATORIO/ silenzio/assenso .E mille altri abominii»

G. G. – Lucca, 28/08 «SUBITO AL VOTO. CHE RABBIA!!!!»

M. C. M. – Vallelaghi, 28/08 «Liberiamo l’Italia dalla dittatura finanziaria e restituiamo al popolo italiano la democrazia e la libertà!»

S. S. – Montopoli in Val d’Arno, 28/08 «Liberiamo l’Italia. È arrivato il momento di far sentire la voce di noi piccoli ma orgogliosi cittadini italiani. Da circa un anno seguo e stimo il lavoro e il pensiero di queste grandi persone: Scardovelli, Guzzi, Ratto, Fusaro, Grossi, Amodeo, Botta, Galloni.
Peccato non ci sia Malvezzi. Grazie a tutti voi per questa iniziativa. Ci vediamo a Roma il 12 ottobre.»

A. T. – Treviso, 28/08 «Stiamo  entrando in uno dei periodi più bui della nostra storia. Per fermare questa deriva voluta da poteri forti esterni al nostro Paese e da marionette locali (Conte) é necessario riuscire a portare almeno 1 milione di persone a Roma. Io ci sono»

V. V. – Limbiate, 28/08 «Sono certo che questo sarà il punto di partenza per un nuovo movimento dei cittadini, vero, fatto di persone che hanno veramente a cuore il futuro della nostra Italia e anche il futuro del mondo intero».

M. F. – Brescia, 28/08 «Italexit. Aderisco perché da tempo ho capito che nessuna delle forze politiche di questo paese ha come intento quello di fare il bene dell’Italia ma semplicemente svendere e sembrare il Paese alle élite finanziarie. Nessuno farà nulla di concreto per noi cittadini e quindi se Maometto non va alla montagna è la montagna che va da Maometto. Siamo noi che dobbiamo muoverci e farci sentire in modo pacifico e democratico, scendendo in piazza e chiedere l’unica cosa possibile ossia l’Italexit. Vi ringrazio per il Vs impegno a far da catalizzatore per tanti che la pensano allo stesso modo»

C. M. – Campobasso, 27/08 «C’è poco da parlare, è l’ora di AGIRE»

A. C. – Grottammare, 27/08 «Non si può restare a guardare la distruzione dell’Italia»

N. S. – Alberobello, 27/08 «Vi ringrazio per il lavoro che state facendo continuate nella direzione giusta»

M. S. – Dubai, 27/08 «Sono anni che fuori dall’Italia, sono stanco di vedere la mia povera Nazione in mano a degli incapaci. Ho dovuto investire all’estero per diventare qualcuno perché in Italia essere giovani vuol dire essere stupidi. Aspetto che la mia Italia si Rialzi ed abbia le palle di farlo. Fuori dalle palle gli inciuci…»

W. P. – Gagliano del Capo, 27/08 «Sono disperato insieme a migliaia di 50enni a 290 Euro mensili di Invalidità Civile da 7 anni, separato con due figlie lontane, che la miopia della magistratura piddina e neofemminista del Foro di Lecce corrotto, ha danneggiato, privilegiando la madre in tutto e per tutto, speravo nel Governo Giallo Verde tornando a votare, mi ritrovo nuovamente ad essere tradito dagli eventi, dagli inciuci e concordo completamente come da tempo scrivo sul mio profilo, che l’ Italia è una Colonia, e da Aldo Moro ed Enrico Mattei, ma forse anche da prima, vedi il Canale di Suez, in Italia non si può realizzare una politica per gli italiani. Bisogna dire basta!»

F. B. – Milano, 27/08 «Accetto con piacere ed entusiasmo»

L. M. – Benevento, 27/08 «Aderisco a “Liberiamo l’Italia”  perché la nostra Nazione possa riappropriarsi di valori che le sono propri e dei quali, oggi, appare defraudata da un’oligarchia finanziaria che agisce in spregio del Bene Comune. Aderisco affinché  al popolo italiano siano restituite: Identità, Dignità, Giustizia Sociale, Eticità. Aderisco affinché possa rinascere una coscienza civile che trovi il suo cardine nelle radici storiche che hanno reso grande il nostro Paese. Aderisco affinché  possa rinascere la Costituzione oggi compromessa nella sua intima essenza. Aderisco perché sono convinta che la coscienza civile, i veri valori condivisi e difesi possano rendere questo mondo più fraterno e più giusto e preparare la via alla Vera Pace estranea  ai diktat ed ai compromessi»

F. C. – Corciano, 27/08 «Indipendenza. Per vedere le cause poste nel passato si osservano gli effetti del presente. Per vedere gli effetti del futuro bisogna mettere le cause. Creazione di valore, salute, pace e umanesimo»

D. B. – Ciampino, 27/08 «12 ottobre italiaexit. Gli italiani devono decidere quale governo rappresentarci non la UE. Siamo un popolo sovrano giusto! Basta con i stipendi portati all’estero dai stranieri mentre i nostri negozi chiudono. W i mini bot»

C. P. – Roma, 27/08 «Parteciperò perché sono un sovranista»

C. D. G. – Colle Sannita, 27/08 «Difendiamo il sangue dei nostri nonni ,andati a morire per la nostra patria, ITALIA , “il giardino del mondo “. Rendiamola libera dalla falsa Europa e dall’ invasione Franco-Tedesca»

A. T. -Giffoni Sei Casali, 26/08 «Sposo i principi di questa iniziativa poichè sono dell’opinione che, il nostro paese debba liberarsi dal mortifero giogo del tecnocapitalismo di Bruxelles»

G. T. – Caserta, 26=8 «Riprendiamoci quello che è nostro perché ciò che è nostro è di tutti al dì là delle fedi politiche. Via da NATO, via dall’ Unione Europea, via dall’Eurozona. Ripristino dei diritti sindacali, sociali e politici smantellati dagli anni 2000 in poi in esecuzione di un disegno geopolitico globalista»

F. M. – Bagheria, 26/08 «Compreso il “cosa”, se questo sarà il “come” sarò lieto di partecipare e unirmi a voi»

M. R. – Roma, 26/08 «Mi piace il riferimento alla Costituzione, la migliore del mondo, che attende di essere applicata»

G. A. – Torino, 26/08 «Voglio tornare a far parte di una grande ITALIA non umiliata….»

E. R. – Roma, 26/08 «Riprendiamoci la sovranità»

D. A. – Roma, 25/08 «Aderisco per dare il mio contributo ad Italexit»

N. G. – Benevento, 25/08 «Aderisco alla iniziativa di Liberiamo l’Italia per le seguenti sintetiche, principali ragioni. Perché sia ridata nuova vita ed attuazione alla nostra Costituzione indegnamente mortificata (costantemente, tuttora e con odiosa pervicacia), col concorso criminale di individui investiti delle massime funzioni istituzionali, ad opera del cartello finanziario cosmopolita che agisce al di sopra dei Popoli e dei Parlamenti con lo scopo di annullarne l’identità e mercificare il cittadino sì da ridurlo a consumatore deeticizzato e perseguendo, sotto il vessillo della stabilità dei prezzi e della bassa inflazione, fini di egoistica accumulazione capitalistica in ciò affrancato da ogni regola e dai limiti che le Costituzioni democratiche, e tra queste la nostra, pongono alla iniziativa privata onde sia esercitata nel rispetto del superiore interesse pubblico.
Perché sia rivendicata alla prevalente, quando non esclusiva, proprietà dello Stato e quindi della collettività dei cittadini la gestione e la conduzione dei beni e dei servizi che investono il superiore interesse nazionale e così a dire per il credito, per le infrastrutture strategiche, per i beni e servizi essenziali quali energia, acqua, trasporti, sanità, scuola, giustizia e previdenza. Perché, nella medesima ottica, sia innanzitutto rivendicata la proprietà della moneta in capo a coloro i quali, soli, ad essa conferiscono valore, vale a dire ai cittadini; tanto nel solco della lucida analisi condotta – ancor prima che la moneta cosiddetta euro stringesse il cappio intorno al collo dei popoli soffocandoli nell’usura – dal professor Giacinto Auriti al quale si deve la teoria del valore indotto della moneta.
Ringrazio, in particolare, Mauro Scardovelli, Maurizio Blondet, Marco Guzzi, Nino Galloni, Pietro Ratto, Guido Grossi, Tiziana Alterio, Ilaria Bifarini, Diego Fusaro, Francesco Amodeo da ciascuno dei quali ho attinto ed attingo forza e motivazioni a conforto dell’auspicato, ambito riscatto dei condivisi ideali di pace e giustizia sociale.»

M. G. – Roma, 25/08 «Italexit e sovranità monetaria
concordia e cooperazione tra i popoli
valorizzazione dell’ intelligenza e dei valori morali»

C. P. – Perugia, 25/08 «Finalmente! Aspettavo da tanto, non potranno fermarci!»

D. G. – Roma, 25/08 «W l’Italia libera sovrana e possibilmente con una repubblica presidenziale. E io capo del CSM»

R. P. – Bologna, 25/08 «Stanchi……Avviliti………..Affaticati…….Annoiati……
Sopraffatti…….. Impoveriti…………Ridicolizzati……
Minacciati………..Strumentalizzati…….. Divisi………
Nevrotizzati……..Dissonanti………Vampirizzati……
Imbavagliati…….. Colpevolizzati……..Sfruttati…..
Espropriati……….Incatenati……….Asserviti :
* I T A L I A N I *»

D. D. C. – Roccatederighi, 25/08 «Decisamente è ora che i cittadini, almeno quelli consapevoli del disegno criminale che sta dietro la fondazione della UE, scendano in piazza, quanto meno per imporre il tema della sovranità dell’Italia nella discussione pubblica. Più tempo passa, meno facile diventa rompere le catene che ci stanno strozzando. La situazione economica, sociale ed anche culturale del nostro Paese va velocemente deteriorandosi. Quello che ci si prospetta è il destino greco»

V. A. – Melito di Napoli, 25/08 «condivido pienamente le idee che sottendono al movimento di liberazione del paese»

V. C. – Cerveteri, 25/08 «Perché l’Italia è bella!!!»

C. C. – Guardea, 25/08 «Rivoglio la mia Italia. Rivoglio la mia Sovranità, fuori dai vincoli dettati dall’Ue..l’Italia deve tornare una Nazione e come Sovrani i propri cittadini..»

D. P. – Roma, 25/08 «ItalEXIT. Desidero partecipare per condividere di persona le opinioni giuste e NON dette dai mass media»

D. G. – Vicenza, 25/08 «Difendiamo i nostri valori»

D. N. – Roma, 25/08 «Aderisco perché penso che l’Italia debba essere considerata sovrana non solo dagli italiani ma anche dal resto dell’Europa e di conseguenza l’Europa deve sapere che l’Italia e’ una nazione importante anche per ciò che coltiva e che non deve sprecare. L’Italia può e deve uscire dalla crisi, basta con i sacrifici dettati dall’Europa, che guarda solo ai ricchi, il mondo è fatto da ricchi e poveri e il diritto di vivere dignitosamente è anche dei poveri. Diritto di lavoro per tutti…punto!»

M. G. – Milano, 25/08 «L’aquilone si alza con il vento contrario!»

L. O. – Verona, 25/08 «Finalmente gli italiani si uniscono in una sola voce, non un partito ma un “tornato”, il popolo italiano»

G. G. – Castiglione C., 25/08 «Grazie per questa iniziativa! Credo non servano a molto i botta e risposta su web ma sia il momento giusto di “metterci la faccia”. Un movimento senza colori ma con un unica bandiera : un grande scopo! Non potrò essere a Roma, ma ci saranno altre piazze in giro per l’Italia»

L. M. – Udine, 25/08 «Basta schiavitù»

B. D. – Roma, 25/08 «Per un governo che tuteli l’interesse nazionale e non quello della finanza internazionale»

A. G. – Avvezzo, 25/08 «Per la necessità di elezioni immediate che diano voce al popolo sovrano contro questo buco della nostra Costituzione!»

A. L. – Bari, 25/08 «Finalmente. Era ora. Finalmente una manifestazione finalizzata alla liberazione dell’Italia. Un nuovo, vero, 25 aprile»

G. L. – Piacenza, 25/08 «Italexit now!!! Voglio che il mio paese torni ad essere libero, ricco e sovrano»

D. B. – Legnano, 25/08 «Fuori subito a qualsiasi prezzo, dalla dittatura Francotedesca europea!»

F. C. – Bergamo, 25/08 «Lo so che non faccio il mio interesse egoistico, aderendo a questo appello: sono pensionato e come tale incatenato a un reddito fisso mentre l’uscita dall’euro porterebbe a una inflazione più alta di quella fornitami da mamma Europa. Ma troppo grande è lo scandalo da cui mi sento oltraggiato, dopo una vita di lavoro (e contrasti), nel vedere capovolti tutti gli ideali di libertà e progresso per cui ci siamo battuti fino a qualche lustro fa. L’Europa unita ci è stata presentata (poco chiaramente per la verità) come un sogno, e come tale l’abbiamo accolta sognata e sperata. Era bello sentirsi Europei uniti e solidali. Ma se è vero che islamizzazione, africanizzazione, disoccupazione, tassazione selvaggia sono le strade maestre per diventare europei, io mi chiedo “A che pro introdurre questi cambiamenti/ distruggendo un mondo che già esisteva e non aveva problemi per continuare a farlo?”. Italexit, non abbiamo paura!»

G. G. – Cologno Monzese, 25/08 «Diamo un futuro ai nostri figli»

C. G. – Castelfranco di Sopra, 24/08 «Via subito dalla schiavitù europea. Hanno già fatto chiudere 1/4 delle nostre aziende! Ora basta!»

S. G. – Casciana terme Lari, 24/08 «Desidero dare il mio contributo affinché venga Liberata la mia Patria dai traditori»

S. C. – Firenze, 24/08 «Condivido da sempre, questi obbiettivi che l’Italia deve perseguire il prima possibile. Dobbiamo liberarci dalla schiavitù franco-tedesca come ha fatto la GB! Basta UE basta euro, riprendiamoci la nostra sovranità e la nostra libertà»

M. S. – Roma, 24/08 «Il 12 ottobre prossimo ci sarò per liberare l’Italia e il Popolo italiano autoctono dal cappio dell’euro, della UE e della Nato. Fosse la vorta bona che er Popolo italiano (autoctono) s’è svejato! Dovrà essere una manifestazione talmente imponente che i cosiddetti gilet gialli francesi in confronto ci fanno un baffo!»

U. M. – Brescia, 24/08 «contro il globalismo liberista e il nichilismo libertario il primo passo è l’uscita dall’UE e dall’euro. PERSEVERANZA! riconquistare IDENTITA’ SOVRANITA’ SOCIALITA’»

C. V. – Civitavecchia, 24/08 «L’euro è una moneta coloniale come il franco cfa. Il debito pubblico è la truffa del secolo. L’unione europea è stata creata e finanziata dalla cia, è un’associazione criminale a tutti gli effetti»

R. M. – Olgiate Olona, 24/08 «Solo il popolo può fermare l’oppressione dell’oligarchia della finanza globalista. Nonostante non creda nelle manifestazioni e non posso permettermi la trasferta è possibile che partecipi perché occorre dare un primo segnale forte che il popolo si sta attivando. Ma a questa manifestazione andrebbero fatte seguire altre azioni incalzanti, altrimenti facciamo la figura del popolino ignorante che al sistema sta solo facendo il solletico»

A. M. – Germania, 24/08 «mi chiamo Alessandro Montanari (Milano) e sono emigrato in Germania nel ottobre 2014. Se in Italia fosse attuato il cammino verso l’italexit io tornerei il giorno dopo!!!!! Ecco perché sarò a Roma il 12 ottobre. Vorrei che il mio nome fosse incluso nella lista dei sostenitori perché da adesso mi darò da fare per portare a conoscenza di questo evento al maggiore numero di persone. LIBERIAMO L’ITALIA!!!!!»

F. M. – Cosenza, 24/08 «Io sono anni che combatto e spero che il mio paese torni alla sovranità monetaria.
Ho conosciuto un paese diverso, una vita diversa. Mai ricca per carità. Ma non andavo a fare la spesa con la calcolatrice e soprattutto lavoravo nel mio paesello. Sono stata costretta ad andare via. In ambienti dove io, adesso, non sono né carne né pesce. Vivo con l’ansia del fine mese e di non riuscire a far studiare i miei figli. Ho eliminato tutto ciò che potevo eliminare. Sto male e non riesco a curarmi come dovrei. Vado avanti con palliativi e anche la bolletta per me diventa un macigno, un ostacolo insormontabile. Al lavoro devo andare ogni mese con il cappello in mano a chiedere di essere pagata, di avere i miei soldi. Mi pagano a pezzi. Per avere lo stipendio di un mese ci metto un mese. E poi devo ricominciare. Sono anni che vivo così. Anzi che non vivo. Speravo nel movimento, che fosse davvero il governo del cambiamento. Non è cambiato nulla. O meglio, quello che deve cambiare per rendere il popolo sovrano in tutto e per tutto, non è stato minimamente considerato. Sia Reddito di cittadinanza che decreto dignità, tutte misure che nel contesto in cui siamo, lasciano il tempo che trovano. Al primo cambio di guardia possono essere modificati perché lo chiede l’europa. Dare da mangiare a un prigioniero, se gli dai solo la minestra o gli dai un pranzo da mille e una notte, è sempre un pranzo consumato in prigione. Io, mo, voglio mangiare pane raffermo, ma voglio mangiarmelo da persone libera. Voglio uscire da questo sistema che in venti e passa anni ha creato solo più poveri e disuguaglianza sociale. Il mio paese d’origine è praticamente morto. Non ha strade non ha scuole, ospedali. Se vai al pronto soccorso non ti possono medicare perché non hanno garze, cerotti alcol. Nessuno ci crede e io invito tutti a venire a vedere. Se viene Satana e mi dice “vendimi l’anima che ti porto fuori dall’euro”, io gliela vendo.»

P. M. – Milano, 24/08 «Sono sovranista e voglio firmare l’appello per liberare l’Italia dal giogo dell’Europa»

R. Z. – Casoria, 24/08 «Uniti x chiedere una società diversa»

V. L. – Torino, 24/08 «Il mio desiderio è uscire dall’euro e dall’Europa
per tornare un popolo, una nazione, e uscire dalla galera Franco Tedesca»

F. T. – Mérignac, 23/08 «Aderisco poiché sono convinto che é giunto il momento di reagire alla dittatura di questa Unione Europea che non riconosco e non accetto!!!!»

G. L. M. – Busalla, 23/08 «Ragazzi non facciamo scherzi…. io ho già prenotato il treno… (speriamo non piova!!!!)»

A. S. – Roma, 23/08 «Spero che come in molti casi, il tutto non si esaurisca alla prima problematica organizzativa. Ho sempre dubbi, ma qualcosa si può e si deve fare. Sarebbe bello che la manifestazione possa essere veramente libera da simboli di partito e magari in caso di corteo, in testa potrebbero esserci i nostri figli… D’altronde lo facciamo per loro. Coraggio!»

M. D. P. – Lusiana, 23/08 «SCIOPEROOOOOOOO: serve dire altro?»

F. P. – Amsterdam, 23/08 «L’uomo è schiavo dentro di sé, ogni forma esterna di oppressione è una manifestazione di questa condizione più profonda. Liberare l’Italia significa liberare sé stessi e voglio essere parte di questa iniziativa»

E. A. – Olevano romano, 23/08 «Il tricolore sopra ogni cosa»

M. G. P. – Pove del Grappa, 22/08 «È tempo di muoversi davvero e fare qualcosa di concreto»

A. V. – Napoli, 22/08 «Data l’evoluzione della situazione, e la probabile presenza di un governo dalle caratteristiche fortemente involutive il processo di convergenza, dove possibile e salve le reciproche e legittime differenze, è utile ed opportuno»

M. C. – Sicilia, 22/08 «liberiamo la nostra bella Italia, da tutte le opere malvagie»

M. C. – Ravenna, 22/08 «Oltre destra e sinistra, per unire il popolo italiano»

S. G. – Città di Castello, 22/08 «Liberare Italia dalle lobby e da tutti i partiti magna magna….voglio un partito Etico»

C. E. B. – Villanova Mondovì, 20/08 «Mai sudditi. Italiani uniti per decidere a casa nostra. sovranità monetaria, controllare i confini, decidere pienamente il nostro progetto economico di Paese senza interventi esterni.
Fuori dall’euro in modo chiaro e netto, Uscire dall’euro non significa uscire dall’Europa.»

V. M. – Verghereto, 20/08 «Perché sono un convinto sovranista»

B. L. – Roma, 20/08 «W l’Italia sovranista»

E. G. – Treviso, 20/08 «L’idea che abbiamo di società viene dopo la possibilità di attuarla. Non c’è politica senza libertà, non c’è libertà senza sovranità, non c’è sovranità senza moneta propria. SOVRANISTI (VERI…) DI TUTTI ITALIA, INITEVI! W L’ITALIA LIBERA E INDIPENDENTE !»

I. P. – Rimini, 20/08 «Per una economia keynesiana, contro l’ordoliberismo, contro il globalismo del turbocapitalismo, per un’Italia sovrana che aiuti e protegga i cittadini italiani prima di tutti e il proprio territorio/ambiente, per seguire il senso originale della nostra Costituzione repubblicana, amica dei popoli e loro nazioni ma in condizioni di parità, senza vincoli inscindibili, populista nel senso di privilegiare il popolo e non le caste o le famiglie di banchieri, finanzieri speculativi o “amiche dei soliti”.»

V. Z. – Arco, 20/08 «Penso sia ora di un taglio netto a quello che è stata la politica italiana degli ultimi 25 anni.
L’unica maniera per riprenderci la sovranità popolare è attraverso una protesta, forte e coesa che parta dal basso»

M. M. – Torino, 19/08 «Con grande entusiasmo parteciperò alla manifestazione»

R. A. – Roma, 19/08 «Siamo stanchi di essere sudditi dell’Europa (Germania). È ora di ritornare ad appropriarsi della nostra nazione per renderla di nuovo grande. Viva l’Italia, viva la lira!»

A. C. – Termoli, 19/08 «Urge la creazione di un movimento politico che si batta per la proprietà popolare della moneta, la nazionalizzazione degli asset strategici del Paese in ossequio all’art. 43 della Costituzione, una riforma del mercato del lavoro con la riduzione dell’orario di lavoro per tutti e l’introduzione di salari minimi e medi per ogni categoria professionale. Una economia non più basata sul profitto, ma sul rispetto dell’ambiente e dei diritti sociali. Abolizione del pareggio di bilancio in Costituzione e ripudio dei trattati che avallano politiche di austerità e limitano l’intervento statale dell’economia. Un contenitore politico Keynesiano, di stampo socialista.
Bisogna iniziare a creare contatti sui territori e stipulare un programma politico»

M. S. – Varese, 19/08 «Basta austerità per un futuro migliore!»

D. L. – Gavorrano, 19/08 «Uniamoci»

P. P. – Taranto, 19/08 «Sono estremamente felice per questo evento e voglio poterci partecipare, perchè ritengo che oggi, i diritti e le libertà fondamentali stiano venendo meno, a cominciare dall’economia, fino al diritto all’inviolabilità del proprio corpo, messo sotto i piedi dalla legge 119 sulle vaccinazioni mutliple obbligatorie di massa, vigente dal Luglio 2017. Con questo evento, spero di poter costituire comunità resistente alle politiche economiche e sanitarie globaliste, che sempre più mettono in pericolo lo stato sociale e la democrazia. Sono convinto che servano giornate come questa per costiuire spirito comunitario e spingere i singoli ad informare sempre più persone»

G. L. – Bologna, 19/08 «Perché aderisco?? Ho lavorato 20 anni in una azienda storica operante nel settore del lusso, fiore all’occhiello di Bologna. L’azienda ha chiuso definitivamente nel 2016 dopo essere stata sfruttata in qualsiasi modo, da multinazionali francesi prima, cinesi poi. Nessuno e dico nessuno, si è materialmente occupato di noi divenuti precari a 40 anni. Non credo più a nessun gruppo politico!!! Ma non smetto nel mio piccolo di lottare contro queste ingiustizie»

G. O. – Potenza, 19/08 «L’attuale Ue è un sistema sostanzialmente autocratico, che limitando la sovranità monetaria, blocca letalmente la possibilità democratica di riuscire ad agire politicamente verso obiettivi di democrazia sostanziale»

F. B. – Bergamo, 19/08 «Salviamo l’Italia. Viva l’ Italia, Viva l’ Italia, Viva l’ Italia»

S. D. – Chieti, 19/08 «Credo si tratti di un evento di inestimabile importanza. Ogni libero cittadino che veda nell’informazione senza censure né filtri e, soprattutto, scevra di qualsivoglia ideologia un’occasione per conoscere, comprendere e liberarsi di una visione distorta e miope delle dinamiche socio-politiche che riguardano il nostro Paese e l’UE da almeno cinquant’anni a questa parte, dovrebbe parteciparvi e far partecipare»

L. C. – Reggio Emilia, 19/08 «la speranza per un nuovo rinascimento italiano non verrà mai meno!»

G. C. – Cerro Maggiore, 18/08 «Liberare l’Italia. Mi unisco ai firmatari dell’appello per liberare l’Italia per ridare dignità a ogni cittadino e riottenere diritti usurpati»

E. M. – San Giuliano Terme, 18/08 «Liberiamo l’Italia. Non possiamo più accettare, supinamente, ciò che arriva dall’alto. Basta, dobbiamo liberare la nostra Italia»

G. T. – Vicenza, 18/08 «Bisogna esserci in centinaia di migliaia a far sentire la voce chiara e forte. Questa manifestazione cade a pennello e se ne sentiva il bisogno per il popolo ribelle che ama e desidera un’ Italia libera da catene, dalla Ue e indipendente, protagonista del proprio destino»

G. M-H – Cambridge, 18/08 «L’Italia deve uscire dalla UE. Non c’è più tempo. Questa UE sta distruggendo i paesi del Sud Europa. Bisogna uscire subito e organizzare una grande cooperazione tra Italia, Grecia, Spagna Portogallo e, forse, Francia affinchè l’Europa rinasca e si riappropri della sua millenaria cultura contribuendo a migliorare il mondo»

S. A. – Napoli, 18/08 «Liberare l’Italia con qualsiasi mezzo dall’europa dei farisei dai collaborazionisti franco-tedesci»

G. A. – Ghiffa, 18/08 «Grazie per questa iniziativa nobile, affinche si crei nuova consapevolezza del cammino di degrado sociale che il liberismo sfrenato ci sta imponendo. Per la riconquista della democrazia, delle sovranità popolare e per staccarci da questa folle unione europea di tenocrati e lobbies finanziarie. Keynes e i suoi insegnamenti, la nostra nobile costituzione ci aiuterebbero a realizzare una società migliore»

D. D. – Macerata, 18/08 «Partecipare a questo evento è un obbligo. È da molto tempo che seguo l’informazione alternativa e sono convinto che solo uscendo da questa gabbia (in cui siamo tutti caduti), riusciremo a salvarci e salvare L’Italia. Era il più bel paese del mondo, che tutti ci invidiavano e adesso solo caos! Abbiamo bisogno di riprendere i valori di un tempo!
Sarò presente!»

A. N. – Castelvetrano, 17/08 «No al neoliberismo, sì all’indipendenza. Un’Italia che sposi programmi nazionalisti e socialisti»

M. G. G. – Genova, 17/08 «Aderisco perché qualsiasi tentativo, pur con gli eventuali limiti, di porre un freno a questo sistema vessatorio é benvenuto»

G. S. – Roma, 16/08 «era ora!»

F. N. – Valle di Maddaloni, 15/08 «Aderisco per liberare l’Italia dagli oligarchi euroinomani.»

E. D. R. – Schio, 15/08 «Dobbiamo liberarci dalla gabbia dell’Unione Europea e del liberismo. Dobbiamo mandare a casa tutti quei politici a cui non interessa niente degli italiani. Ridiamo dignità a questo paese.»

G. S. – Napoli, 15/08 «Ridiamo dignità a questo paese»

P. F. – Perugia, 15/08 «Per liberare l’ Italia dai trattati di Maastricht e Lisbona, quindi dalla gabbia dell’U.E. e dall’ euro»

F. A. – Roma, 15/08 «Il gruppo di Scardovelli Guzzi Grossi e altri mi sembra l’ultima speranza del paese. Sono con voi»

D. M. – Villacidro, 15/08 «Carissimi condivido la vostra iniziativa, ritengo doveroso recuperare la sovranità nazionale e ripristinare la legalità costituzionale. Da diverso tempo sottolineo questa esigenza sui miei due blog: ilpetulante.it e primoarticolo.it»

S. P. – Roma, 15/08 «Tradito da Lega ed M5S per motivi diversi, la Lega il popolo, facendo cadere il governo ed M5S se stesso, tra le altre cose votando la Von Der Leyen. Ho realizzato che le promesse dichiarate, una volta arrivati al governo erano solo fumo negli occhi e che il governo del cambiamento avrebbe cambiato le piccole cose, ma non le cose che contano veramente per risollevare l’Italia»

S. – Roma, 15/08 «Siamo in democrazia e pretendo sia rispettata! Si vince nelle urne con i voti del popolo e non con gli INCIUCI e i giochini di palazzo tra politicanti. Voglio votare ad ottobre.»

D. E. – San Giovanni Teatino, 14/08 «Liberiamo l’Italia Per portare al livello degli altri stati europei (del nord) le nostre infrastrutture ed i servizi..»

A. S. – Roma, 14/08 «c’è bisogno di una massiccia espressione popolare»

F. P. – Roma, 14/08 «sono uno studente di scienze economiche, innamorato della libertà e con tanta voglia di poter vedere questa bellissima nazione risorgere!»

M. A. – Friedrichshafen, 14/08 «Italia libera e sovrana, esempio per gli altri paesi UE. Lasciare la malunione europea voluta dagli USA con lo scopo di favorire il capitale a scapito dei popoli, perchè solo cosi possiamo tornare a stampare moneta quando oggi siamo costretti a prenderla in prestito dai mercati finanziari!»

A. C. – La Spezia, 14/08 «Sogno un Italia sovrana, libera da catene UE»

A. A. – Corigliano Rossano, 14/08 «L’onda è già Mare, solo che ancora non lo sa (Cit. S. Brizzi)»

L. F. – Jesi, 14/08 «Hanno provato a far credere anche a me che la Costituzione andava cambiata, non ci sono cascato. La sua forse unica lacuna? Introdurre in concetto di sovranità di politica monetaria, spiegando, come vedo in altro giusto commento, che il popolo è sovrano sulla sua moneta, che la moneta gli appartiene e che non è quindi debito.. non so de dico bene…»

F. M. – Modena, 14/08 «L’aspetto da anni e spero non sia troppo tardi, anche se io sono ormai a “fine corsa”»

G. B. – Torino, 14/08 «dico solo era ora, e cercherò di essere a Roma per la manifestazione»

C. I. – Napoli, 14/08 «Liberiamo, liberiamo I da nemici interni ed esterni. Fuori dalla gabbia europea»

M. B. – Milano, 14/08 «Promuovo a gran voce la manifestazione, È ORA CHE TUTTI QUANTI, di qualsiasi fede politica essi siano, uomini o donne, settentrionali e meridionali, si sveglino dal torpore cronico in cui ci stanno lentamente e irrimediabilmente inducendo.
È MAI POSSIBILE CHE UN GOVERNO OMBRA, FATTO DI POCHI UOMINI, POSSIEDA IL 95% DELLE RICCHEZZE DEL PIANETA? E CHE CI TENGA SCHIAVI? NO… NON LO È, SE TUTTI A GRAN VOCE, INSIEME, CI TOGLIAMO LE CATENE E LOTTIAMO FINO ALLA FINE»

D. T. – Schio, 14/08 «Aderisco per unirmi al coro di coloro che hanno raggiunto la consapevolezza che questa Europa ultra liberista porterà alla rovina l’uomo e il pianeta»

S. B. – La Spezia, 14/08 «Importante testimoniare l’importanza decisiva del messaggio costituzionale. W la Costituzione, W l’Italia»

A. S. – Pisa, 13/08 «Per la Costituzione Italiana»

M. C. – Bergamo, 13/08 «Nella costituzione della Repubblica Italiana è stata condensata la saggezza delle menti migliori reduci due conflitti mondiali: facciamone tesoro riprendendoci e applicando quelle verità per il bene comune»

R. N. – Napoli, 13/08 «Finalmente l’opportunità per creare un vero movimento sovranista, dopo che chi aveva promesso il “cambiamento” si è piegato al volere dei nemici dellaNazione.
Il 12 ottobre l’Italia chiamò.
ITALIA, NAZIONE, RIVOLUZIONE»

P. C. – Montpellier, 13/08 «Purtroppo non potrò partecipare alla manifestazione. Ho preso la decisione di emigrare in Francia per potermi mantenere e creare la mia società, peccato non poterlo fare a casa mia. Non ho niente contro la Francia, ma a casa propria si sta meglio! L’Italia deve ritrovare la sua autonomia  basta autoflagellarsi, non abbiamo bisogno della badante (Francia Germania) possiamo fare da soli e meglio, come abbiamo sempre fatto prima dell’euro e di questa farsa che é la comunità Europea. Ogni volta che ritorno in Italia trovo un’atmosfera sempre più arida, la gente é depressa, triste e aggressiva. Vorrei ritrovare solidarietà, dignità, umanità, rispetto, compassione come una volta quando non avevamo paura di osare ed eravamo famosi ANCHE per il nostro ottimismo e generosità. Vi rigrazio per la vostra iniziativa apolitica e popolare»

J. D. – Bergamo, 13/08 «Aderisco per riconsegnare l’Italia alla sua Costituzione, negata dal liberismo dei Trattati UE»

E. S. – Castel San Pietro Terme, 13/08 «Italexit subito!!! Ho votato, alle ultime elezioni, per uno dei partiti che avevano promesso un referendum per l’uscita dall’euro, ora, deluso, non mi rimane che appoggiare chiunque sostenga l’Italexit»

P. L. C. – Carnago, 13/08 «Facciamo presto»

C. P. – Mantova, 13/08 «Io non potrò partecipare fisicamente, ma sarò con voi. Condivido il vostro pensiero. L’Italia è a un bivio. Uscita immediata da UE»

F. A. – Dogliani, 13/08 «Affinché la Repubblica Italiana possa effettivamente disciplinare, coordinare e controllare il credito (art. 47)»

L. A. B. – Perugia, 13/08 «Speriamo che questo sia il primo tassello per la creazione di un movimento per l’uscita dell’Italia dall’Unione Europea e dall’Euro»

M. D. – Roma, 13/08 «L’Italexit è l’unica soluzione per iniziare a riprenderci i nostri diritti, il nostro futuro e le nostre speranze.»

M. D. B. – Magnano, 13/08 «Di chi è la proprietà della moneta all’atto dell’emissione? Avete tutta la mia stima e il mio appoggio»

E. M. – Roma, 13/08 «Italexit: dignità e futuro per l’Italia»

S. G. A. – Messina, 13/08 «Quello che ieri sono stati i motivi di riuscita di un movimento scomposto e disorganizzato dentro e fuori oggi può e deve diventare il grido pacifico e civile di rivolta a tutte le innaturali e inique richieste di una classe di occulti gestori del nostro destino! Troppi i collusi evidenti che hanno svenduto il popolo italiano ed ancora “impunemente” sono ancora presenti a cercare di turlupinare ancora ed ancora il proprio popolo! Gentaglia immonda, avida e senza alcuna morale e onore! Leggeremo sui libri di scuola dei nostri pronipoti le vostre storie nel capitolo intitolato “La barbarie del fine ed inizio secolo” : Prodi-Bersani-Renzi-D’Alema-PD tutto!! Avete venduto e smerciato in cambio di poche monete la vera anima italiana quella che vi giudicherà e condannerà!»

G. D. – San Cataldo, 13/08 «usciamo da questa schifo d’europa, non ne posso più di questi politici ladroni che pensano solo x loro…»

M. Z. – Orzinuovi, 13/08 «sovranità popolare e monetaria per il bene dell’Italia»

R. D. – Gioia dei Marsi, 13/08 «Io lavoro a 4 euro l’ora, ricevendo uno stipendio di 600 euro mensili da una vita, con la complicità di tutte le organizzazioni di categoria, mentre i padroni vanno in giro con Maserati da 200.000 euro.Tutta la Marsica è in queste condizioni»

A. D. S. – Gioia dei Marsi, 13/08 «Non ne posso più di questi partiti sciacalli.
Liberiamo L’Italia….»

T. M. – Sansepolcro, 13/08 «Voglio un paese libero democratico sovrano dove ci sia rispetto lavoro dignità e cooperazione.. Basta con lo sfruttamento del neoliberismo.. E voglio libertà di scelta vaccinale… In un sistema dove la sanità sia gratuita e pubblica. Voglio una scuola pubblica.. Senza imposizioni sull’identità di genere!.. Ma che serva a ritrovare l’identità personale con la consapevolezza della propria opinione!!!»

A. C. – Campi Bisenzio, 13/08 «L’Italia deve uscire dall’EURO. Basta! Riprendiamocci la dignita` ritornando ad essere una nazione sovrana e potremo ritornare ad esse una delle prime nelle potenze economiche»

G. V. – Santa Croce camerina, 13/08 «W l’italia. Per essere liberi bisogna lottare sempre mai credere di aver raggiunto la meta»

S. P. – Santa Marinella, 13/08 «Dobbiamo essere uniti almeno su un punto, quello di mettere in atto i valori della costituzione»

R. C. – Roma, 13/08 «Per gli italiani e non per i mercati»

A. V. – Ivra, 13/08 «Aderisco perché spero vivamente nella nascita di un movimento/partito ITALEXIT»

C. M. – Fragagnano, 13/08 «LIBERAZIONE DALL’UE. Ora o mai più, se non respingiamo l’insostenibile diktat dell’eurotroika sarà la fine. Lottare si deve!»

G. A. – La Spezia, 13/08 «Italia fuori dalla Europa»

E. G. – Panama, 13/08 «Spero di cuore che riusciate a liberare il mio amato Paese per poter considerare di tornarci a vivere. Grazie di cuore per il Vs. Impegno»

A. S. – San Vittore Olona, 13/08 «Uscire dalla comunità Europea, perché siamo stati truffati, da organizzazioni criminali tipo (bildelberg) ecc ecc.»

G. M. – Milano, 12/08 «Aderisco perché ritengo doveroso uscire fuori dall’euro e riprenderci la nostra sovranità monetaria»

E. C. – Siracusa, 12/08 «Aderisco con forza alla manifestazione del 12 Ottobre perché grazie l’oligarchia europeista, ci è stata tolta la possibilità di decidere e di agire per il bene della nostra nazione»

A. M. – Inzago, 12/08 «Aderisco a questo progetto, perchè questa Europa non corrisponde a ciò che era stato promesso, bensì è l’Europa della finanza e dei signori del Bilderberg. Desidero che il nostro Paese venga liberato da questo potere oligarchico»

E. G. – Roma, 12/08 «Italexit per il futuro dei nostri figli!»

D. C. – Roma, 12/08 «Liberazione. L’unico modo per tornare a splendere ed essere di nuovo un faro di Civiltà per il mondo intero è di recuperare la nostra indipendenza attraverso l’integrale e letterale applicazione della Costituzione del 1948»

R. T. – Viterbo, 12/08 «Manifestazione del 12 ottobre, io ci sarò. Una manifestazione che necessariamente deve dimostrare la voglia di tutti gli italiani onesti di voler cambiare questo modo di fare politica che ha ridotto il Paese ad un letamaio e dove i responsabili della classe dirigente continuano a prenderci in giro con le solite parole e con il solito modo di fare che ha imposto sacrifici e miseria alla gente e tanti privilegi a loro che, a quanto pare, non vogliono mollare. Io ci sarò, voglio contribuire con il mio modesto sostegno a questo sentimento di cambiamento, visto che è stata progettata da soggetti che, per il loro alto pensiero, hanno il diritto di ricevere la fiducia e la partecipazione di tutti coloro che sono veramente stufi dell’imbroglio colossale che ci ha gravemente penalizzati in tutti i campi del nostro vivere. Viva l’Italia, viva la Costituzione, viva gli italiani che vogliono lottare per riprendersi tutto il bene a loro sottratto negli ultimi decenni.»

R. R. – Mirano,12/08 «Perché la politica davvero torni al servizio della comunità e che l’Italia torni a essere un paese equo e forte in Europa»

A. B. – Venezia, 12/08 «Tornare alla legalità costituzionale. Le cessioni di sovranità sono incostituzionali e la costruzione europeista, cioè l’implementazione della dittatura neoliberista, è pura eversione. E’ tempo che ne prendano atto i cittadini ma soprattutto la magistratura!!!»

F. V. – Torino, 12/08 «Aderisco. Sono stufa di essere presa per i fondelli da gente che non mantiene ciò che promette! Stufa di ritrovarmi ogni 3per2 disoccupata e sentirmi dire che a 49 anni sono vecchia per il mondo del lavoro! Stufa di vedere che altri decidono della mia salute e di quella di mia figlia! Stufa di avere una moneta che non vale una cippa! Stufa di spendere per vivere più di quanto mi fanno guadagnare per sostentarmi!! SONO STUFA!»

R. M. – Roma, 12/08 «L’Italia è afflitta da una cultura monolitica e neoliberista che impedisce ai cittadini di sapere che un’altra economia si può. Auspico che questo Comitato si faccia strumento di conoscenza per far sì che gli italiani si riapproprino della democrazia che gli è stata sottratta con la privatizzazione dello Stato e della BC indipendente»

V. R. – Pollenza, 12/08 «Riprendiamoci la scuola, facendo studiare la Costituzione e educazione civica, (diritti e doveri). Lottare per i nostri figli e nipoti e fermare questo declino verso la schiavitù. Tutte le nazioni devono rispettare le costituzioni di tutti (come i dieci comandamenti), le nazioni e i suoi popoli sono sovrani. Basta terrorizzare e schiavizzare i popoli con la finanza speculativa globalizzata, (non riuscendoci con le guerre mondiali)»

G. C. – Fiano Romano, 12/08 «PERCHE’ NON SE NE PUO’ PIU’ DEL TUMORE SINISTROIDE E DELL’EUROPAAAA»

A. N. – Avezzano, 12/08 «Basta con chi vuole rovinare l’Italia»

A. F. – Medolla, 12/08 «Sono d’accordo per questa giusta manifestazione»

A. F. – Follonica, 11/08 «Amo il mio Paese. Salviamo il Paese più bello del mondo, il nostro!!!! L’Italia risorga!!!»

R. A. – Casatenovo, 11/08 «Basta mercati, basta austerity, basta speculazioni, basta spread. Riprendiamoci una vita degna e umana»

S. P. – Mortegliano, 11/08 «Condivido il vostro programma. Grazie»

O. G. – Sansepolcro, 10/08 «Dobbiamo riconquistare la sovranità monetaria e quella politica con la liberazione dai molti vincoli internazionali sui quali mai il popolo italiano è stato chiamato a pronunciarsi. Dobbiamo riconquistare ed attuare il dettato della nostra costituzione. Riconquistare il valore del lavoro e ridare alla politica il ruolo di gestione della vita sociale e capacità di controllo ed indirizzo della finanza»

C. C. – Genova, 10/08 «Sono per il ritorno alla moneta sovrana senza se senza ma»

S. S. – Forlì, 10/08 «Voglio vivere felice»

G. T. – Firenze, 10/08 «Liberiamo l’Italia. Mai arrendersi»

D. C. – Mugello, 10/08 «Avanti tutta. C’è un immenso bisogno di persone competenti ed oneste»

S. D. L. U. – Nespolo, 10/08 «La salvezza è nell’Italia dei Comuni, nei borghi e nei villaggi resilienti, nella produzione del nostro cibo nel territorio stesso, nella prevenzione di tutte le malattie fisiche e interiori con la Medicina Naturale alla portata di tutti: la Vita a contatto quotidiano con la Natura. Sull’Appennino, nelle zone più povere apparentemente più abbandonate dalle Istituzioni, che sono ormai infiltrate e asservite ai Poteri Forti, è già presente ciò che serve per risollevare la nostra Patria e la Civiltà tutta. Il Nuovo Rinascimento dell’Uomo Naturale è già qui!»

M. R. – Torino, 10/08 «Un giorno inizi a cercare per caso delle risposte. Una di queste è la conferma che l’Unione fa la forza. Credo che l’Unione di persone consapevoli e colte possa aiutare gli italiani ad evolvere verso un futuro più equo»

A. Z. – Bari, 09/08 «ITALEXIT. Basta essere schiavi delle lobby dell’UE!»

A. D. L. – Avellino, 09/08 «Sono nato Italiano e voglio essere un libero e fiero cittadino italiano non europeo»

R. S. – Merano, 09/08 «#Italexit, #ItaliaSovrana, #NoUE, #No€»

G. A. – Dubendorf, 08/08 «quella he stiamo vivendo oggi, cosi tirannia e antidemocratica, è esattamente l’UE che avevano in mente i suoi padri fondatori»

S. P. – Ferrara, 08/08 «BISOGNA RIPENSARE IL CAPITALISMO»

S. P. – Ferrara, 08/08 «Parteciperò con grande entusiasmo!»

D. S. – Torino, 08/08 «Buon giorno, c’è bisogno di agire, e un appello è sempre un modo di coinvolgere. Grazie buon lavoro»

P. F. – Brescia, 07/08 «Aderisco alla manifestazione perché credo nella filosofia d’Interesse Nazionale e nella nazionalizzazione delle nostre ricchezze»

M. O. – Milano, 07/08 «Chiedo solo più umanità e giustizia sociale»

G. M. – Vasto, 07/08 «W l’Italia. Grazie a tutti gli organizzatori e a tutti i partecipanti»

N. F. – Alghero, 07/08 «aderisco, è necessario!»

P. M. – San Clemente, 07/08 «Da molto tempo aspetto che si possano muovere migliaia (magari milioni….sic.) di Italiani, che finalmente pretendono ciò che gli è dovuto….la costituzione, sovranità monetaria e nazionale, l’informazione vera e il contributo degli Italiani informati alla crescita di tutto il paese come naturale e normale …. eliminando per sempre realtà spaventose e grottesche come il mes, la bce e il fmi, la troika, la trilaterale, il bilderberg e come si preferisce chiamarle. Queste mafie immonde non possono esistere dopo quello che le guerre ci hanno insegnato e le leggi che sono state scritte dopo quegli eventi, creati dai genitori degli stessi di ora…..»

S. Z. – Castrovillari, 06/08 «Ho deciso di aderire alla manifestazione del 12 ottobre, ”Liberiamo l’Italia”, consapevole dell’insostenibilità (1) del neoliberismo economico e (2) del processo di costituzione di un polo imperiale (sotto il patrocinio USA) europeo. L’Unione Europea è un progetto di destra, nel senso ben delineato da Ernest Mandel: la Ue è Reagan in Europa. Ci tengo nel sottolineare che la rottura col polo imperiale europeo non deve esulare da alcuni principi importanti: – La Nato-Exit: la fuoriuscita dall’Alleanza Atlantica, di cui la Ue è l’ala civile.
– Washington rimane (per ora) il nemico principale, Bruxelles è – analizzando i rapporti di forza in campo – una emanazione dell’imperialismo americano-sionista.
– La prossima Sollevazione Popolare deve appellarsi ad una alternativa di società non capitalista, senza nessuna concessione al conservatorismo populista. Sulla base di questi presupposti (anti-imperialismo radicale, anti-capitalismo, ma anche antifascismo) sono disposto a confrontarmi con compagni ed amici di diverso orientamento»

A. M. U. – Calvisano, 06/08 «Attuare la Costituzione ed eliminare il Neoliberismo. Salvare l’Italia ed il mondo»

R. M. – Roma, 06/08 «Perché non si può accettare un declino ineluttabile»

F. B. – Milano, 06/08 «No allo stato parallelo delle banche. Riprendiamoci la democrazia per trasformarla da formale a reale e avanzare verso la nazione umana universale!»

G. L. Z. – Sorradile, 06/08 «Non potrò presenziare in prima persona ma idealmente sono con voi»

V. C. – Genova, 06/08 «Sono con voi per manifestare la mia voglia di liberazione da tutte le catene politiche economiche e burocratiche che rendono servo il nostro paese da poteri oligarchi esterni sono per il recupero della nostra sovranità monetaria e popolare»

L. N. – Trento, 06/08 «Aderisco con molto piacere»

G. G. – Napoli, 06/08 «Aderisco al vostro progetto ed al vostro appello perchè credo che ci sia bisogno di preservare la nostra identità, la nostra indipendenza, c’è un bisogno di rivalutare questa nazione e questa gente e non si può perdere più tempo, bisogna svegliare il popolo e rendere tutti partecipi, farli uscire dalla loro zona di conforto o dalla loro frustrazione, depressione, trasformare tutto questo in AZIONE! Aderisco perchè credo che questo sia il vero MOVIMENTO che il paese ha bisogno per rinascere! A presto!»

D. S. – Catania, 06/08 «Manifestare è uno dei pochi modi per provare a fermare il declino»

E. M. – Roma, 06/08 «Liberiamo l’Italia con la giusta informazione. Ci vediamo il 12 ottobre»

R. P. – Moncucco T.se, 06/08 «Condivido l’appello “Liberiamo l’Italia”»

A. B. – Spagna, 06/08 «I padri fondatori della costituzione italiana ci hanno lasciato un grande responsabilità, mai compiuta fino in fondo, a causa degli innumerevoli gioghi al quale il popolo italiano è stato sottomesso dal 1948 in poi. Ciò che fu al tempo liberazione divenne occupazione. Ciò che si pensava ventanni fa fosse prosperità divenne austerity e dissoluzione delle conquiste sociali. È giunto il momento tutti insieme come comunità di dire basta e far si che le parole che ritroviamo nel testo costituzionale abbiano un senso ed un futuro. Il nostro»

C. L. – Bologna, 05/08 «Riacquistiamo la nostra dignità di italiani attraverso la consapevolezza che la libertà è prima una conquista interiore»

M. L. – Milano, 05/08 «Perchè per me l’uscita dall’Europa è la precondizione a tutto .. appoggerò qualsiasi movimento o partito che ha nel suo ideale questo fondamentale messaggio!! E quindi penso proprio che il 12 ottobre saró con voi a Roma!!»

M. B. – Brescia, 05/08 «Aderisco fermamente all’iniziativa in oggetto»

A. C. – Casatenovo, 05/08 «Liberazione vera. Dopo tre quarti di secolo, tre generazioni, dalla sconfitta nella II guerra mondiale, solo attenuata dal successo della resistenza partigiana, il nostro glorioso Paese merita l’indipendenza vera dall’ingerenza anglosionista che ne condiziona qualsiasi politica, economica, interna, estera.
Visto anche il precipitare delle geopolitiche verso un imminente olocausto nucleare è giunta l’ora di rivendicare la nostra indipendenza, la nostra neutralità e il nostro ripudio della guerra sancito in Costituzione»

P. D. P. – Avezzano, 05/08 «Finalmente qualcosa di buono. Grazie per darci la possibilità di manifestare concretamente il nostro dissenso»

G. D. M. – Roma, 05/08 «Aderisco e parteciperò alla nanifrstazione. Veltroni, Napolitano, Monti, D’Alema, Andreatta, Violante, Amato, Ciampi, Renzi, Alfano, Lorenzin, Mattarella, Berlusconi……Bilderberg, Trilaterale, G.P. Morgan, sono sufficienti come motivazioni?»

V. B. – Pisa, 05/08 «Liberiamo l’Italia dal neoliberismo.
Fuori dall’€ per cambiare modello socio-economico: il contenimento dei prezzi (deflazione) porta solo miseria e azzeramento del welfare.
Via dall’Unione Europea per ristabilire contatti pacifici con gli altri Paesi europei, e ristabilire il primato della Costituzione come fonte primaria del Diritto»

A. C. – Sarzana, 04/08 «Condivido pienamente il progetto, grazie per quello che fate, io ci sono e ci sarò»

S. F. – Pinerolo, 04/08 «ADERISCO! È tutto possibile!»

P. F. – Castiglione della Pescaia, 04/08 «Moneta nostra. Siamo noi che diamo valore a questa Moneta e deve essere nostra PUNTO»

C. L. – Latisana, 04/08 «Aderisco a liberiamo l’Italia, perché non è l’Italia che desidero. Sogno un Italia libera, sovrana e rispettata in tutto il mondo, dove la società viene al primo posto»

O. C. – La Spezia, 03/08 «La forza che unisce uomini liberi alfine si palesi: nel rispetto dei Padri Costituenti, dei Principi, di tutti i Cittadini Italiani. Grazie ai Promotori»

D. S. – Latisana, 03/08 «LIBERIAMO l’ Italia. Riprendiamoci la nostra sovranità e non solo monetaria»

M. G. – Collegno, 03/08 «a favore dei figli e nipoti. Grazie a tutti»

G. B. – Montalcino, 03/08 «aderisco a questa iniziativa e alle lotte per riconquistare la sovranità perduta, quale condizione per la ripresa delle lotte per l’emancipazione dei lavoratori»

R. M. – Bari, 02/08 «Le ragioni della politica governino le ragioni dell’economia»

N. S. – Chieti, 02/08 «Se dobbiamo fallire, preferisco fallire da libero che da schiavo di un altro paese»

M. D. – San Giovanni Rotondo, 02/08 «Conndivido in pieno i valori e i principi di liberiamolitalia»

D. T. – Lecce, 02/08 «La Repubblica siamo NOI»

G. M. – Roma, 02/08 «Parteciperò perchè non si puó rimanere immobili e passivi di fronte alla dittatura dell’Europa dei banchieri e delle multinazionali che ormai comandano a bacchetta tutti i Governi che ne fanno parte e che ci hanno portato allo svilimento economico e psicologico in cui ci troviamo. Via da questa Europa subito!»

L. S. – Latina, 02/08 «Voglio una Europa dei popoli e non dei turbocapitalisti»

A. I. – Macherio, 02/08 «Aderisco perché sono sovranista e tradiziionalista»

L. D. R – Isernia, 01/08 «Amo il mio paese, e non tollero la brutta fine a cui l’hanno destinata le diaboliche élites minimaliste, con l’avallo del PD servo traditore ed indecente, nemico di sempre dell’Italia e degli italiani»

L. Z. – Milano, 01/08 «Vorrei un’Italia sovrana democratica e “giusta” fuori dalla crisi e prospera»

S. M. – Viareggio, 01/08 «che sia il germoglio che permetta alle presenti e future generazioni di vivere in un paese libero e giusto»

G. T. – Forlì, 01/08 «Gruppo Bilderberg, Trilaterale, Black Rock: l’euro è la loro moneta, non la nostra!»

B. R. M. – Busto Arsizio, 31/07 «Aderisco all’appello per salvare l’Italia e difendere i valori in cui crediamo, come i diritti sanciti dalla nostra Costituzione»

G. P. – Roma, 31/07 «Aderisco all’appello per la manifestazione del 12 ottobre, condividendone lo spirito e i contenuti»

F. G. – Verona, 31/07 «Verso l’ uscita e oltre!!!»

M. A. – Milano, 31/07 «Sono a favore della vostra iniziativa e l’appoggio con la mia firma e la condivisione tra i miei amici.
Grazie»

L. F. – Milano, 31/07 «Per recuperare la dignità millenaria che ci stanno togliendo!»

F. R. – Milano, 31/07 «Diventiamo un popolo sovrano e lottiamo per i nostri diritti sanciti dalla nostra costituzione già nella sua origine»

F. U. – Acri, 31/07 «Stanco dei sopprusi subiti dal nostro paese. E per lasciare qualcosa di meglio hai nostti figli e non ritrovarmi tra molti anni alla fine in un letto vecchio e con il rimorso di non aver combattuto»

L. C. – Salò, 31/07 «Per i nostri figli e per chi ha combattuto per l’italia»

G. O. – Varzo 31/07 «Aderisco perchè sono un Patriotta, perché amo la mia Nazione da ex servitore dello Stato. La nostra Patria non deve assolutissimamente perdere la sua identità con tutte le sue tradizioni,cultura, e Storia. Non votiamo per diventare la succursale di un Europa priva di identità e in mano a Lobbisti senza scrupoli.»

A. R. – Bologna 31/07 «Liberiamo l’Italia»

L. A. S. – Vanzago, 31/07 «Saró Orgoglioso di Partecipare a questa pagina di Storia»

M. L. Trezzano sul Naviglio, 30/07 «L’unione fa la forza e solo uniti si può vincere!»

A. M. – Roma, 30/07 «Grazie per aver rimesso al centro il valore della bandiera italiana»

M. S. – Milano, 29/07 «Aderisco alla iniziativa in quanto credo l’Italia debba risollevarsi ed essere liberata dal giogo posto da forze globaliste organizzate che le stanno togliendo potere e dignità. Sono liberale, ma in questo momento il cosiddetto “neoliberismo” viene usato disumanamente, anche per la insipienza dei nostri governanti, come uno strumento di annientamento e dominio del popolo italiano. Credo sia necessaria una unità nazionale, al di là degli schieramenti politici, ed una nuova resistenza come ai tempi della lotta per l’indipendenza o contro il fascismo. Sperando che questa volta i valori democratici non vengano traditi»

S. B. – Cagliari, 29/07 «Liberiamo l’Italia dalle troppe cose contrarie al libero vivere civile: Dalla falsa informazione, dagli spin doctors, dalla finanza che controlla la politica e i governi, dall’ignoranza diffusa, dalla povertà diffusa, dalla malasanità ecc. ecc.»

A. V. – Roma, 28/07 «Liberare l’Italia dalla dittatura europeista e riaffermare la SOVRANITA’ POPOLARE. ITALEXIT SUBITO»

M. L. F. – Assisi, 28/07 «Aderisco all’appello sperando che la manifestazione del 12 ottobre costituisca un’evento forte e decisivo per iniziare a cambiare davvero le cose»

A. S. – Milano, 28/07 «Avanti così. Grande iniziativa, ora o mai più»

L. R. – Venezia, 27/07 «L’unione europea non centra assolutamente niente con la Costituzione della nostra Repubblica, anzi è in totale contrasto con i suoi valori. La u.e. , strumento dei grandi poteri finanziari, è una minaccia per la democrazia e per la dignità umana che la nostra meravigliosa Costituzione difende. La nostra Costituzione promuove il Lavoro che contribuisce allo sviluppo materiale o spirituale della Repubblica; la nostra Costituzione mette al centro gli interessi e il benessere della collettività, non quello dei “mercati”‘. La nostra Costituzione sancisce il controllo dello Stato sull’economia, e non viceversa. Occorre abbattere il mostro ue, attuare la Costituzione del 1948, marciare uniti verso questo traguardo, questa è una Causa Giusta e le Cause Giuste a prescindere da ogni tipo di condizione vanno portate avanti»

L. D. – Modena, 27/07 «È il movimento che aspettavo»

E. Z. – Piazzola sul Brenta, 27/07 «Grazie a voi tutti intellettuali che mettete a disposizione delle persone la Vs conoscenza e il Vs impegno, affinché insieme si possa migliorare il mondo in cui viviamo»

V. C. – Bologna, 26/07 «Il popolo deve riprendersi il suo potere che la politica economica ordoliberista, con la complicità delle istituzioni gli ha tolto.
Bisogna che alzi la propria voce anche contro quelle forze politiche che si erano candidate a questo scopo ed invece si sono adeguate al gioco.
L’uscita dalla UE e dall’euro è prioritaria rispetto a qualsiasi manovra politica – economica che, in una situazione, attuale non potrebbe essere fatta in autonomia e che quindi vanno in pieno accordo e nella stessa direzione del massacro che stiamo subendo»

C. P. – La Spezia, 26/07 «Credere nella costruzione italiana»

F. C. – Sorso, 26/07 «Per un’Italia Sovrana e Popolare, Fuori dall’UE. Da più di due anni ho abbracciato la causa anti-UE ed anti-Euro vedendo in che stato l’Italia sta versando.
È tempo di rialzare la testa, contrastare la retorica eurista, liberista e liberale per riaffermare la centralità della questione sociale e di quella nazionale nella nostra Patria che taluni, anche inconsciamente, vogliono distruggere. Avanti fino alla Vittoria ricercando l’unità di tutti coloro vogliano finalmente un’Italia Libera e Sociale»

P. D. – Ascoli Piceno, 25/07 «E ora di darsi da fare, se va male ne faremo una dietro l’altra, abbasso i traditori della patria! Ce la faremo a costo di farne mille di manifestazioni»

G. M. – Viterbo, 25/07 «Sostengo con forza i temi proposti dal comitato liberiamo l italia»

B. S. – Caserta, 25/07 «è tempo di riprenderci la sovranità nazionale e quella monetaria»

E. V. – San Pietro in Cariano, 25/07 «Arriverà il tempo, ed è questo»

J. B. – Pratola Peligna, 25/07 «Sono d’accordo dobbiamo liberare l’italia Dalle regole europee e riprenderci la nostra sovranità»

F. R. – Mesagne, 25/07 «SOVRANITÀ E LIBERAZIONE»

D. P. – Roma, 25/07 «Voglio che i nostri figli e i nostri nipoti possano vivere in un paese libero!!!»

S. T. – Livorno, 25/07 «Non sopporto che altri paesi vogliano dettare legge nella mia nazione»

M. F. P. – Roma, 25/07 «Perche’ Amo la mia terra, gli Italiani, la vita vissuta alla massima espressione, odio l’illegalita’ E ogni forma di abuso di potere che leda la dignita’ Umana»

M. A. P. – Caronno Pertusella, 25/07 «Non si può continuare così. Non è giusto vivere in un paese dove si è fortunati se si ha un lavoro che consenta giusto di pagare le bollette e nient’altro e questo solo se si è tra i fortunati…»

G. T. – Arona, 24/07 «Liberiamo l’Italia. Insieme si può.»

D. Q. – Arezzo, 24/07 «Dopo anni di soprusi Speravo in un governo del cambiamento. Nonostante l’attesa vedo che nulla cambia ed è per questo che voglio aderire e manifestare contro l’Unione Europea e l’austerity. Riprendiamoci la nostra SOVRANITÀ»

D. B. – Sarezzo, 24/07 «Liberiamo l’Italia dal Cartello Finanziario Globale»

A. A. – Milano, 24/07 «Facciamoci vedere, facciamoci sentire!»

A. F. – Noale, 24/07 «Aderisco pienamente a questa iniziativa per liberare l’Italia dal neoliberismo imposto, da un Europa costituita sotto gli artigli di questo capitalismo imperialista che come unico scopo ha la sottrazione della sovranità.
grazie di cuore a tutti coloro che impegnano il proprio tempo e la propria vita con degli ideali a favore di un popolo che spesso non ne riconosce lo sforzo»

F. G. – ;anziana, 24/07 «Nel nome di Dante, Garibaldi, Gramsci, non vissuti invano»

D. D.A – Pareto, 24/07 «mi considero un divulgatore, ho collaborato con il blog Byoblu facendo interviste a varie personalità nel campo educativo ed è appena uscito un mio libro sulla condizione della scuola italiana intitolato “Un libro di scuola” quindi, voglio cambiare il mio Paese perchè torni ad essere il centro culturale d’Europa e del Mediterraneo»

D. C. – Taranto, 23/07 «Patria o morte»

S. P. – Palermo, 23/07 «…vogliamo vivere. Il motivo è più che sufficente»

I. G. – Cagliari, 23/07 «Sarò con voi contro la dittatura del pensiero unico; grazie per avermi dato motivo di sperare in una Italia nuovamente libera e forse anche felice.»

G. A. – Rivalta di Torino, 23/07 «Aderisco in quanto è il momento della presa di coscienza da parte di tutti che siamo un grande paese denigrato ad arte dall’interno e dall’esterno per creare nelle masse la convinzione dell’italiano inetto, sprecone, indifferente ma se ci si soffermasse alle azioni dei denigratori, soprattutto esteri, si potrebbe notare che tutti, e sottolineo tutti, vogliono vestire italiano, mangiare italiano, arredare italiano, avere le nostre bellezze, avere i nostri “cervelli”, venire in italia etc.etc.ma soprattutto vivere all’italiana. Quindi? Qualcosa nella narrazione stride»

G. A. – Rivalta di Torino, 23/07 «Aderisco in quanto è il momento della presa di coscienza da parte di tutti che siamo un grande paese denigrato ad arte dall’interno e dall’esterno per creare nelle masse la convinzione dell’italiano inetto, sprecone, indifferente ma se ci si soffermasse alle azioni dei denigratori, soprattutto esteri, si potrebbe notare che tutti, e sottolineo tutti, vogliono vestire italiano, mangiare italiano, arredare italiano, avere le nostre bellezze, avere i nostri “cervelli”, venire in italia etc.etc.ma soprattutto vivere all’italiana. Quindi? Qualcosa nella narrazione stride»

L. U. – Sommariva del Bosco, 23/07 «Ottimo! Ci sarò. Per me, per la mia famiglia, per la mia gente, per l’Italia. Basta imposizioni a scapito dei cittadini. Siamo noi i responsabili del cambiamento. Attuiamo la costituzione, riprendiamoci i nostri diritti!»

A. A. – Roma, 23/07 «La politica non ha nulla a che fare con la vita vissuta, con le difficoltà cuotidiane, con le reali necessità di un paese, di un popolo, di una comunità, di una nazione. L’unico motivo per cui ho aderito è aver letto che alla manifestazione sono assolutamente vietate bandiere di partito.»

E. R. – Firenza, 23/07 «Liberiamo l’Italia. Insieme si può»

A. B. – Torino, 23/07 «LIBERIAMOCI DALLA SCHIAVITU’ DEL CAPITALISMO»

I. S. – Milano, 23/07 «Non abbiamo molto tempo. Serve la partecipazione di tutti gli Italiani che ancora hanno fiducia nelle proprie capacità e che vogliono spezzare le catene neo liberiste, per una Italia libera e sovrana»

A. Z. – Santa Maria di Sala, 23/07 «La sovranità appartiene al Popolo. Credo che abbiamo il diritto sancito dalla Costituzione di riprendere ciò che è nostro ma che ci hanno sottratto, la libertà di decidere come vogliamo vivere, da essere umani liberi come madre Natura ci ha creati.
Questo non è possibile dentro l’unione europea fatta da un gruppo di banchieri con la complicità dei politici di turno.
Sovranità nazionale questo è ciò che voglio!»

G. C. – Bielawa, 23/07 «La speranza che esiste una possibilità reale per rialzare la testa e farci valere per quello che siamo ossia un popolo antico con cultura, storia,valori e anche errori però con il diritto di poter decidere il nostro futuro e quello dei nostri figli»

S. V. – Chialamberto, 23/07 «Contro il folle credo neoliberista e mondialista dell’UE. Per evitare ai nostri figli la catastrofe»

P. R. – Policoro, 23/07 «La costituzione è sacra e va difesa»

M. F. – Genova, 23/07 «È ora di liberare il Paese da logge e corporazioni per rinnovare democrazia e Stato di diritto alla luce della Costituzione del ’48 e dei diritti umani»

G. G. – Monza, 23/07 «fuori dalla moneta euro straniera e presa a prestitto»

U. C. – Roma, 23/07 «Fuori dall’UE per riprendere in mano il nostro futuro»

O. M. – Torino, 23/07 «Condivido a pieno la vostra iniziativa»

S. Z. Fiumicino, 22/07 «LIBERIAMO L’ITALIA DAL GIOGO UE»

F. G. – Bagnacavallo, 22/07 «Credo nel nostro straordinario paese»

M. M. – Cesena, 22/07 «riprendiamoci il nostro paese denigrato e depredato da troppi anni!!!»

L. B. – Tavagnacco, 22/07 «Basta anche con la moneta unica. E l’euro ce lo teniamo? Pare che l’appello non ne parli esplicitamente. Bisogna uscire dalla moneta unica, altrimenti che sovranità sarebbe?»

S. N. – Troina, 22/07 «Wiva L’Italia vaffanculo L’Europa»

S. S. – Martano, 22/07 «La costituzione del 48 è stati completamente sovvertita dalle riforme e soprattutto dall’applicazione dei trattati europei che sono ispirati dal liberalismo e quindi proprio da ciò che i costituenti hanno combattuto. Sono già attivo politicamente essendo socio e militante del Fronte Sovranista Italiano, il partito che ha come scopo quello di riportare al centro dell’ordinamento giuridico la costituzione del 48 e di conseguenza il recesso dai trattati europei»

C. Q. – Amatrice, 22/07 «E’ ora di procedere unitariamente per il ripristino della Moneta senza debito ed il rilancio dell’economia Nazionale fuori dalla gabbia UE»

V. B. – Pratomaggiore, 22/07 «Lottare uniti si può vincere»

F. T. – Udine, 22/07 «Per un nuovo Risorgimento»

R. B. – Firenze, 22/07 «Vorrei aderire al vostro movimento e mettermi a disposizione per qualsiasi collaborazione in provincia di Firenze.
Sono un imprenditore con 40 anni di esperienza e ho doti organizzative e di leadership che a questo punto della mia vita vorrei mettere a disposizione del mio Paese»

L. P. C. – 22/07 «Avanti tutta contro le oligarchie eurocratiche senza se e senza ma»

E. C. – Roma, 21/07 «Gli italiani non possono più continuare così … povertà, disoccupazione, crollo della domanda interna e conseguente crollo della produzione industriale, fallimenti e svendite a ripetizione delle nostre imprese, mancanza cronica di fondi da parte dello Stato, delle Regioni e dei Comuni anche per l’ordinaria amministrazione. E tutto questo perché? Perché abbiamo rinunciato alla nostra SOVRANITA’ MONETARIA e aderito all’Eurotruffa basata sul sistema Euro – BCE, accettando dei Trattati palesemente incostituzionali perché interessati esclusivamente al pareggio di bilancio e del tutto disinteressati rispetto al diritto al lavoro, alla piena occupazione e alla giusta retribuzione. E’ arrivato il momento di dire BASTA a questo piano criminoso attuato dalle autorità europee che invece di pensare al benessere dei popoli si occupano unicamente di fare gli interessi delle élite finanziarie ed economiche europee e mondiali ….»

M. F. P. – Roma, 21/07 «Aderisco senza riserve a questa iniziativa con il cuore pieno di gioia perche’ la ritengo indispensabile per ripristinare uno stato di salute al popolo Italiano che stimo e rispetto, di cui orgogliosamente faccio parte»

M. F. – Alleghe, 21/07 «Tornare alle Sovranità monetaria e politica»

L. M. – Napoli, 21/07 «Uscire dalla gabbia europea»

P. C. – Bologna, 21/07 «Dignita’, lavoro e servizi per tutti. Ritorno in Italia di una economia mista»

F. M. – Parma, 21/07 «Perché aderisco a questa iniziativa?
Sono stanco di essere schiavo di questi cialtroni che attraverso giornali e TV Hanno fatto il lavaggio del cervello alla gente poi abbiamo una costituzione, qualcuno mi deve spiegare perché viene calpestata e perché la magistratura non fa il suo dovere arrestando per alto tradimento chi ha giurato fedeltà a questo stato. E basta con questi trattati capestro fatti per arricchire i soliti personaggi»

G. D. M. – Roma, 21/07 «Era ora che qualcuno organizzasse una manifestazione contro il tiranno»

M. M. – Roma, 21/07 «LIBERAZIONE ITALIANA DAL REGIME FINANZIARIO. Ormai è chiaro che non si possono più proseguire queste follie europee, un sistema nato insostenibile e che ha già da tempo mostrato tutte le sue asimmetrie e le sue inegualianze. Che ci rimangano Germania e Francia in questo bel sistema che hanno creato. Italexit subito»

E. S. – Spello, 21/07 «Per l’Italia e il nostri figli…»

D. S. – Torino, 21/07 «Voglio cambiare tutto e cancellare l’Europa, non le nazioni. Sono pronto a cooperare in tutto»

M. B. – Centa Sa Nicolò, 21/07 «Credo che sia necessario tornare ai valori della Costituzione del ’48 e liberarsi soprattutto dalla psudo-sinistra che ammorba la vita sociale e politica del nostro Paese. Grazie per questa, e altre simili iniziative»

C. D. – Albignasego, 21/07 «Art.1 La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione»

F. S. – Macerata, 21/07 «Liberiamoci dal quarto reich Unione europea prima che possimo. E’ assolutamente fondamentale per l’Italia riacquistare tutte le sovranità cedute all’UE, di cui la più importante è quella monetaria per poter studiare ed implementare un “nuovo piano Marshall” con una nuova moneta libera dal debito, anzi a credito per i cittadini e dar così corso pieno ai dettati costituzionali circa il lavoro e la piena occupazione. A mio avviso solo con queste premesse, possiamo assicurare alle future generazioni prosperità e benessere collettivi in cui i principi e valori di solidarietà ed equità sociale possano di nuovo affermarsi e consolidarsi.
La mia passione è sempre stata la macro economia e mi definisco un post-keynesiano. Mi metto anche a disposizione dei promotori per incarichi sociali da concordare in prossimi incontri»

P. C. – Trieste, 20/07 «Mai come ora sento tanta oppressione e mancanza di libertà, serenità e giustizia!»

C. C. – Thiene, 20/07 «Menti libere ed altruistiche propongono questa manifestazione: il suo successo o meno, determinerà la sopravvivenza del popolo Italiano! Ci vogliono eliminare! Fisicamente!»

G. T. – S. Lucia di Piave, 20/07 «Senza chiedermi nulla mi hanno messo in questa gabbia chiamata UE dicendomi che tutto sarebbe stato più bello. Ora conscio dell”inganno cercherò di piegare queste sbarre, non per me stesso ma per i miei figli e nipoti»

U. A. C. – Lucera, 20/07 «Riprendiamoci la sovranità nazionale e lavoriamo con efficacia ed efficienza per lo sviluppo economico e sociale di questo Paese»

G. Z. – Benevento, 20/07 «Fuori dall’euro»

F. C. – Bolognetta, 20/07 «È meglio un giorno da leone che cento da conigli. Da conigli ne abbiamo già vissuto ben più dei 100 giorni»

D. T. – Roma, 20/07 «Spero veramente che tutti uniti si riesca ad uscire da questa Europa che ci umilia ed uccide ogni giorno sempre di più
Grazie per questa iniziativa»

C. R. S. – Palermo, 20/07 «Ritengo necessario che cittadini dei più diversi orientamenti politici, culturali e religiosi convergano verso alcuni principi di fondo, come al fondamento necessario per la rinascita della nostra Patria: essi sono la sovranità politica e monetaria, che conseguono logicamente al rispetto della nostra Costituzione»

M. F. – Narni, 20/07 «Spero che non sia troppo tardi per riprenderci la nostra ITALIA»

A. B. – Ancona, 20/07 «Unire le forze che intendono battersi per una Italia sovrana ai sensi della Costituzione del ’48, fuori da questa UE iperliberista dominata dal capitale finanziario e fuori dalla Nato che ci porta alla Guerra»

S. F. – Firenze, 20/07 «Per tutti quei ragazzi, morti a vent’anni, non solo nell’ultima guerra, ma in tutte le guerre per liberare e unire l’Italia, dobbiamo combattere con ogni mezzo possibile, è un DOVERE verso di loro e verso i nostri figli. ViVA l’ITALIA»

R. Z. – Padova, 20/07 «Liberiamo l’Italia da questa dittatura finanziaria»

A. G. – Pontinia, 20/07 «Ad onore e rispetto della nostra costituzione»

G. D. M. – Milano, 20/07 «L’Italia deve tornare ad essere indipendente e neutrale rispetto ai potentati economici mondiali: Stati Uniti, Russia, Cina e il blocco franco-tedesco. La situazione geopolitica attuale lo consente.
Per il futuro dei nostri figli ed i sacrificio dei nostri padri e nonni … difendiamo la nostra patria e la nostra cultura»

L. G. – Latina, 20/07 «Aderisco perché sono stanco di sentirmi ripetere che dobbiamo fare i compiti a casa nonostante siamo l’unico Paese con avanzo primario, praticamente da sempre; aderisco perché sono stanco di essere trattato da cittadino di serie C da un’europa che permette sforamenti a francia e germania e fa le pulci a noi per uno zero/virgola; aderisco perché quest’europa ha ucciso la speranza ai nostri figli; aderisco perché stanco di essere ricattato dallo spread; aderisco perché il Popolo italiano sta pagando un prezzo troppo alto sotto forma di povertà e disoccupazione; aderisco perché si permette all’alta finanza di arricchirsi sempre più a scapito dei Popoli che si impoveriscono ancora di più; aderisco perché non sopporto che una manciata di persone possa detenere quanto detengono 4 miliardi di persone; aderisco perché condivido ogni punto della vostra battaglia; aderisco perché…»

V. L. – Torino, 20/07 «e’ tempo!!!»

G. C. – Roma, 20/07 «Basta con i partiti tradizionali e movimenti del presunto cambiamento, i cittadini devono scendere in piazza a rappresentare sé stessi e salvare il Paese dal giogo europeo»

M. G. – Savoia di Lucania, 20/07 «Meglio un giorno da leoni che ecc. ecc.»

L. P. C. – Valenza, 20/07 «Avanti tutta contro la gabbia eurista!»

G. A. G. – Putignano, 20/07 «Il futuro dell’Italia dipende da noi»

L. C. – Brugherio, 20/07 «semplicemente ITALEXIT»

T. P. – Roma, 20/07 «Attiviamoci e riprendiamoci il nostro bel paese, focalizziamo il nostro obiettivo e perseguiamolo!!»

M. P. – Teramo, 20/07 «Tutt insieme si»

D. G. – Savona, 20/07 «Plaudo all’iniziativa, ne auspico il miglior successo e cercherò di contribuirvi»

R. S. – Roma, 20/07 «Aderisco alla Manifestazione come patriota per l’autoderminazione dei popoli. Patria o Muerte!»

S. P. -Terzo di Aquileia, 20/07 «Ritengo che abbiamo sopportato troppo a lungo le angherie di questa orribile unione europea. Viva l’ITALIA»

M. R. – Cattolica, 20/07 «Per un Italia ispirata ai principi della nostra Costituzione, per un Italia in cui nessuno deve rimanere indietro, per un Italia dove gli italiani e l’interesse nazionale siano al primo posto»

G. R. – Monza, 20/07 «Aderisco all’uscita dall’UE in quanto è evidente che il sistema è congegnato e usato per sfruttare alcuni paesi a favore di altri: noi siamo i più sfruttati!
Mi fanno specie e schifo diversi “connazionali” venduti al sistema»

G. L. – Padova, 20/07 «Sostengo la costituzione italiana»

G. S. – Sassari, 20/07 «O liberiamo l’Italia subito con i fatti o noi e i nostri figli moriremo schiavi»

C. C. – Perugia, 20/07 «L’Italia deve uscire da UE, BCE, EURO, NATO ed ONU. Lo Stato Democratico Italiano deve tornare ad essere Sovrano, “superiorem non recognoscens”»

M. C. – Roma, 20/07 «L’ITALIA è sempre stata invisa al resto dell’Europa…per le sue ricchezze naturali,per la cultura e per il saper vivere in serenità. Poi le vicissitudini del secolo scorso ci hanno fatto precipitare in un vortice negativo dal quale noi italiani sembriamo non volerci liberare. Le istituzioni internazionali nate per soggiogare i migliori affondando le loro caratteristiche in un mare di ricatti finanziari ed economici,hanno creato una rete di protezione ai vincitori dell’asse franco tedesco formatosi dopo gli anni 60. Noi non siamo stati capaci di portare nei consessi internazionali una classe politica credibile,attiva e correttamente attenta ai bisogni dells nostra nazione. Chi oggi ci rappresenta ancora si vende alle forze che ci vogliono annullare…per un tozzo di pane e un briciolo di ricchezza..dimenticando lo scopo della propria missione. Sta a noi ribaltare questo penoso squilibrio cpn una azione forte e decisa che sia fatta a salvaguardia dell’Italia innanzitutto e poi anche di tutte le altre nazioni che vogliono uscire da queste catene europee nate per il benessere di pochi a discapito della vivibilità della maggioranza delle nazioni che partecipano alle istituzioni europee solo per esserne schiavizzate»

M. F. – Genova, 20/07 «C’è bisogno di più lavoro e non di propaganda, bisogna toglierci il “sogno “ europeo se no si fa la fine della Grecia»

D. S. – Mestre, 20/07 «Riconquistiamola nostra libertà e dignità!»

M. B. – Porpetto, 20/07 «Uscire al più presto possibile dall’euro»

I. G. – Este, 20/07 «Ottima iniziativa! Vogliamo ritornare ad essere uno Stato Sovrano»

A. D. – Castelfranco Veneto, 20/07 «Uscita dalla dittatura finanziaria dell’UE»

M. B. – Ancona, 20/07 «E stato versato sangue per la nostra libertà non lo dobbiamo scordare»

B. I. – Monsummano Terme, 20/07 «Ripristinare la piena sovranità nazionale,monetaria e sociale»

G. Q. – Bologna, 19/07 «Siamo sotto una dominazione massonica finanziaria, occorre fare qualcosa per liberarci dalle catene»

C. M. – Lecco, 19/07 «ritorno alla Sovranità Monetaria. Non ha nessun “colore” politico. è trasversale»

G. N. G. – Barberino Tavernelle, 19/07 «Parteciperò perché mai come ora c’è bisogno di patrioti in stile gilet jeunes! Ero convintamente un 5 stelle, ma hanno tradito, ci vuole un soggetto politico nuovo intransigente ed oltranzista, spero venga fuori da questa manifestazione»

ANONIMO, 19/07 «Appoggio la manifestazione augurandoci che ci sia una svolta positiva per noi e per le future generazioni. Sono stanca del precariato, sono stanca che la nostra professione venga nella realtà  demansionata e svalutata. La legge Iori non ha portato a nessun cambiamento, anzi siamo ancora sottoscacco da privati (cooperative sociali, che di sociale non hanno neanche l’unghia) che offrono lavori delicati in comunità madre bambino o in servizi scolastici ed extra scolastici e territoriali ad un prezzo ridicolo! Volevano mettere il reddito minimo di 9 euro lordi, noi li prendiamo già, se ci va bene. Diversamente o veniamo messi in stage o tirocini oppure veniamo pagati 6 euro netti all’ora. E poi essere pagati all’ora comporta che se il mio utente non c’è  la cooperativa non mi paga mica il mensile! Un mese può  essere a 400 un mese a 600 un mese a 800 euro. Peggio del lavoro a cottimo! Basta! Sono stufa di dare consigli a maestri di sostegno che non sanno dove mettere le mani con l’utenza e la differenza è  che loro si beccano 1400 e rotti euri al mese io se arrivo a 700 e molto e se mi va bene. Io non me la prendo con questi maestri, che hanno avuto la fortuna di poter fare il concorso  oppure di essere chiamati dalle graduatorie di esaurimento (nonostante non avessero il titolo per farlo), ma con il sistema, diversamente diventa una lotta tra i poveri ed è  quello che vorrebbero. Spero che cambi qualcosa per la mia terra la Sardegna e per la nostra Italia!»

E. A. – Crotone, 19/07 «La mia è una convinta adesione perché, per la prima volta vedo insieme tanti sovranisti a prescindere dalla loro ideologia. Le forze del bene che combattono insieme ed i luciferini che arretrano»

V. S. – Bussero, 19/07 «Per attuare la Costituzione repubblicana e antifascista del 1948, per la centralità dello Stato democratico, per la ricostruzione dell”Italia, per un nuovo grande partito di ispirazione socialista, per la riconquista della sovranità nazionale»

A. S. – Firenze, 19/07 «Amo la terra da cui sono stato originato e credo nell’onestà e vorrei solo avere e donare ai giovani una terra altrettanto bella di quella che ci fu donata dai nostri genitori»

M. R. – Terni, 19/07 «Usciamo dalla gabbia. Diamo valore umano a noi stessi. Basta con la finanza creativa e speculativa. All’interno degli stati uniti d’europa cambiamo il sistema economico. Basta con la logica del profitto basato su elementi non correlati tra costi e benefici. Un bene pubblico non puo’ generare profitto ad un privato. Io voglio che i miei risparmi possano essere investiti in titoli di stato senza dover pagare il conto titoli e tasse varie (stessi vantaggi che si hanno per i pir o se acquisto etf fondi comuni ecc..)»

F. F. – Osimo, 19/07 «È ora di dire basta ad un governo suddito della finanza internazionale che ha creato un unione europea per meglio gestire il controllo»

M. A. M. – Roma, 19/07 «Sosteniamo la piena attuazione della nostra costituzione»

C. D. M. – Amantea, 19/07 «Ho solo un desiderio: ITALIA LIBERA E SOVRANA»

B. D. F. – Como, 19/07 «USCIAMO DA QUESTA EUROPA AMMALATA. Sono d’accordo che l’Italia esca da questa Europa che è in mano a chi ci vuole annientare!»

G. C. F. – San Giovanni Rotondo, 19/07 «Per un’italia libera dall’usura e dal debito che opprime i popoli e le loro menti, contro la narrativa dominante del pensiero unico che vuole sempre meno diritti sociali»

G. F. – Torre del greco, 18/07 «Ci troviamo di fronte ad una scelta.
Vivere da Uomini liberi e riprenderci la nostra vita, permettendo ai nostri figli e le future generazioni di crescere e prosperare, o lasciare che i capricci di pochi ma potentissimi criminali distruggano la vita di miliardi di persone.
Gli uomini liberi non attendono autorizzazioni, ma agiscono con onore e responsabilità!»

E. O. – Forlimpopoli, 18/07 «Finalmente ho trovato un movimento che pone come primo ed unico punto nel suo programma politico l’uscita dall’unione europea ! Spero che si promuova al più presto un referendum popolare nazionale sull’Italexit!»

M. F. – Cesenatico, 18/07 «Affermiamo la Sovranità Popolare Dignità e lavoro per tutti»

S. C. – Forlì, 18/07 «Sostengo la manifestazione. Bene così avanti tutta. Approvo. Cordialmente»

L. P. – Masa, 18/07 «Liberiamo l’Italia dalla comunità europea. Liberiamo l’Italia dall’euro»

S. D. V. – Montforte D’Alpone, 17/07 «democrazia e applicazione della costituzione»

G. P. – Ovindoli, 18/07 «Aderisco perché dobbiamo riprenderci la nostra sovranità»

G. I. – Palermo, 18/07 «Sono stanco di vedere il mio paese un distaccamento per investitori finanziari senza scrupoli. Dobbiamo smetterla di sentirci un paese a sovranità limitata e pensare al nostro benessere come un obiettivo possibile. Distinti saluti.»

G. B. – Borgorose, 18/07 «aderisco perché credo che è arrivato il momento di uscire da questo stato di menzogna che ci rende schiavi di un sistema finanziario, e per ridare all’Italia l’importanza che merita»

B. C. – San Donato Milanese, 18/07 «Liberiamoci, con l’aiuto della nostra Costituzione, dal ricatto e dal giogo esercitati dalle èlite finanziarie, in cui ci siamo trovati inconsapelvolmente»

C. B. 18/07 «Abbiamo bisogno di una Italia Unita, pronta a difendersi dagli attacchi di chi ci vuole come un popolo suddito, ignorante e belante!!!!»

G. B. 18/07 «Aderisco per liberare l’Italia dagli atteggiamenti  traditori passati e presenti. Quelli presenti sono quelli che inneggiano che bisogna cedere all’Europa per riprenderci. Riprenderci??? cosa??? ancora tutto il danno fatto da loro e da altri loro simili che, beffa delle beffe, ricevono stipendi o pensioni pagati con le nostre tasse e con i nostri sacrifici ??? NO, NO BASTA !!! liberiamo l’Italia e mandiamoli in esilio!!!»

M. I. – Cerreto Guidi, 18/07 «E’ la prima manifestazione coerentemente sovranista in Italia e forse in Europa.
Massima apertura democratica e dialogo con tutti, nel solco però della Costituzione del 48»

C. C. – Catania, 18/07 «Sono nata in uno Stato SOVRANO.. RIVOGLIO la stessa cosa per i miei FIGLI. RIVOGLIO il mio TRICOLORE VERDE BIANCO ROSSO sventolare di nuovo SOVRANO E LIBERO DA CATENE»

S. C. – Trevignano romano, 18/07 «Aderisco perché credo sia arrivato il momento di prendere in mano la responsabilità del nostro destino, come singoli e come comunità di Italiani»

T. C. – Arzachena, 18/07 «Aderisco! Anche subito fuori da questa Europa!»

D. M. – Cassino, 18/07 «Sono per il denaro di proprietà del popolo!!»

G. D. – Salerno, 18/07 «Usciamo dalla gabbia Europea…»

W. O. – Codroipo, 18/07 «No euro»

V. A. – Eboli, 18/07 «Fuori dall’eurozona e dal cambio fisso»

S. P. – Lecce, 18/07 «Sono molto interessata in quanto io amo la mia Nazione, L’ITALIA, e vorrei tornare ad un ‘Italia libera e Sovrana»

M. L. F. – Milano, 18/07 «per un comitato nazionale di liberazione dal nazi-neoliberismo»

M. S. – Sassari, 18/07 «SOVRANITÀ MONETARIA/ATTUARE LA COSTITUZIONE
No nazi-neoliberismo; No banche private; Si al bene pubblico in tutti i settori»

E. F. – Napoli, 18/07 «Studio per diventare ingegnere-architetto e vorrei che, in futuro, le conoscenze che sto acquisendo con tanta fatica e passione, insieme alle mie capacità, andassero a beneficio del paese in cui sono nata e che amo, l’Italia. Per questo aderisco alla manifestazione “Liberiamo l’Italia”»

P. M. – San Severino Marche, 18/07 «Credo che sia giunto il momento di fare qualcosa contro una classe politica corrotta ed incapace che non ha assolutamente a cuore il “bene comune”…. Spero che molte persone capiscano la necessità di lottare per riappropriarci della nostra vita, delle nostre speranze e del nostro futuro che ci sono stati rubati.
Grazie della vostra iniziativa a cui cercherò di dare tutto il mio sostegno»

L. B. – Verbania, 18/07 «Vi sostengo poiché come cittadina ho bisogno di essere rappresentata da un governo che tuteli la mia serenità. Ho bisogno di un governo che rappresenti la mia dignità di essere umano. Ho bisogno che il governo smetta di strumentalizzare il mio incrollabile ottimismo. Vi sostengo perché siete le prime parole sensate che sento da più di vent’anni»

R. M. – Graz, 18/07 «Per far sentire la nostra voce coi mezzi civile, per far capire a chi ci governa che non hanno più il nostro consenso e la nostra approvazione. Per riprenderci quello che ci è stato tolto: la stabilità lavorativa ed economica, la libertà di stare vicini a casa nostra, di scegliere validi prodotti sani e locali. Recuperare la dignità, mediante il lavoro equamente pagato, la possibilità di avere famiglia e figli dove si è cresciuti. Infine, per un’equità tra Nord e Sud»

V. E. – Sant’Andrea Frius 18/07 «Liberiamo l’Italia, usciamo da questa UE. Liberare l’Italia significa cambiare paradigma, uscire dal liberismo per riaprire la stagione del popolo sovrano, moneta sovrana e liberi di essere nazione libera tra le nazioni e i popoli, di non assoggettarci più ai poteri forti trasnazionali e delle lobby massoniche della finanza globale. Per una confederazione tra popoli liberi dei confini statuali italici.
Sardi per la libertà dal colonialismo e militarismo italico e NATO»

L. P. – Roma, 18/07 «non voglio più vivere in una colonia»

I. Z. – Ossi, 18/07 «Spero che questo appello venga ascoltato da chi ha ancora a cuore le sorti di questo Paese. Facciamoci sentire!»

A. H. – Londra, 17/07 «Happy to put my name to the group Liberiamolitalia. As a Brexiter, I give my solidarity and support to liberiamolitalia and all European citizens fighting to liberate their nation’s from the democracy-usurping, growth-destroying EU.»

G. S. – Assemini, 17/07 «Fervente sostenitore dell exIT.»

M. M. Pittsburg, 17/07 «Sono quasi 12 anni che sono emigrato. Voglio che l’Italia esca dalla Gabbia per poter un giorno tornare!»

V. O. – Lecce, 17/07 «Uscita dall’UE (e dall’euro ovviamente) e attuazione della costituzione repubblicana, come UNICI due punti di programma, sono le condizioni essenziali per riunire sotto lo stesso partito persone consapevoli, che hanno storie e culture politiche diverse, con una finalità comune di liberazione nazionale.
Condivido l’iniziativa e promuovo la manifestazione del 12 ottobre. Non ci si può nascondere la difficoltà di strutturare e rafforzare un tale partito, contro tutto il capillare sistema di potere eurofilo, tuttavia ritengo che la principale precondizione per evitare un ulteriore fallimento sia la costituzione di un adeguato comitato di garanzia di altissimo profilo, chiaramente impostato per impedire infiltrazioni al vertice e conseguenti tentazioni a trasformarlo nell’ennesimo partito/movimento eterodiretto.
Se il messaggio passa, un tale partito (che ad oggi avrebbe almeno il 10% dei consensi) avrebbe da subito il grande merito di aprire un dibattito pubblico sui temi di reale interesse in grado di superare l’ambito ristretto della platea dei (pochi) veri sovranisti consapevoli»

L. L. – Canale, 17/07 «Io sottoscritto L. L. aderisco all’appello da voi lanciato al fine di liberare il nostro Paese dalla schiavitù della finanza speculativa ripristinando completamente la Costituzione Italiana del 1948 (abolendone il pareggio di bilancio) riappropiandoci in tal modo di ogni sovranità ceduta in toto o in parte ad organismi sovranazionali che non fanno gli interessi e il bene del nostro Paese.
Vi ringrazio per il vostro impegno e spero di prendere parte alla manifestazione del 12 ottobre. Cordialmente.»

A. B. – Roma, 17/07 «Sono un giovane laureato in architettura e credo profondamente nei valori culturali e costituzionali dell’Italia.
Desidero un’Italia “libera” e un’Europa dei popoli, dove i diversi usi e costumi siano un valore aggiunto e non qualcosa da combattere in nome dell’omologazione e della globalizzazione»

A. B. – Viterbo, 16/07 «Firmo l’appello per la liberazione dal dominio della finanza internazionale e per la attuazione della costituzione italiana»